Reuters
INDIA
05.10.21 - 06:400

India, 50mila rupie per ogni vittima del Covid-19

Luce verde dalla Corte Suprema per le compensazioni. Saranno i singoli stati a pagare. Una decisione che crea attriti

NEW DELHI - Cinquantamila rupie. Tradotto in una valuta a noi ben più nota, circa 625 franchi. È questa la cifra che il governo indiano verserà a titolo di compensazione per ogni decesso legato al Covid-19 registrato nel Paese asiatico, che - stando alle cifre più recenti - ammontano a oltre 449mila (anche se diversi esperti sostengono che i numeri effettivi possano essere fino a dieci volte più grandi).

La decisione sul "rimborso", che sarà destinato al parente più prossimo delle vittime, ha ricevuto la luce verde da parte della Corte Suprema indiana, che ha altresì stabilito che la cifra dovrà essere corrisposta entro trenta giorni dalla richiesta. La proposta di assegnare una compensazione per le morti legate al Covid-19 era contenuta pure in una petizione presentata lo scorso mese di giugno, che ne evocava la legittimità in virtù del National Disaster Management Act.

Il governo federale, che ha tracciato alcune linee guida per la presentazione della domanda - in particolare, per i casi di persone morte al domicilio, la certificazione che il decesso è effettivamente avvenuto per Covid -, ha deciso che saranno gli Stati a dover mettere mano alle proprie casse, pagando le compensazioni previste. Una decisione che non tutti hanno gradito.

È il caso del Kerala e del Rajasthan, preoccupati dall'impatto che la misura potrebbe avere sulle loro finanze. Da qui la volontà, espressa da un ministro dello stato dell'India settentrionale interpellato dall'Indian Express, di chiedere al governo centrale di intervenire in prima persona. Se «assegnate fondi per le grandinate, gli allagamenti, e così via, allora dovreste aggiungere anche il Covid-19. Non stiamo parlando di un singolo stato colpito ma di una pandemia», ha detto Govind Singh Dotasara, titolare del ministero dell'educazione del governo del Rajasthan.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
ITALIA
8 ore
Violenza sessuale sul treno e in stazione: due arresti
Si tratta di due giovani, un italiano e un nordafricano
FOTO
FRANCIA
9 ore
«La riconquista è ormai cominciata»
Tensione al primo comizio di Eric Zemmour da candidato all'Eliseo: manifestanti antirazzisti hanno fatto irruzione
FOTO
STATI UNITI
12 ore
1 milione di cauzione per i genitori del ragazzo autore della strage nel liceo di Oxford
I due, che si erano dati alla macchia, sono accusati di omicidio involontario plurimo. I nuovi dettagli dell'inchiesta
STATI UNITI
17 ore
Come l'ombra di Jeffrey Epstein potrebbe salvare Ghislaine Maxwell
Conclusa la prima settimana di processo facciamo un riassunto e tentiamo di capire come potrebbero andare le prossime
INDONESIA
19 ore
Eruzione del Semeru, i morti sono almeno 13
Le operazioni di soccorso proseguono. Estratte dalle macerie 10 persone vive. Quasi una sessantina i feriti
REGNO UNITO
1 gior
Feste nonostante le restrizioni: Boris Johnson segnalato alla polizia
La Metropolitan Police sta valutando le segnalazioni di due parlamentari laburisti
GERMANIA
1 gior
Trovati cinque cadaveri all'interno di un'abitazione
Il fatto è avvenuto a Königs Wusterhausen, a sud di Berlino: si tratta di due adulti e tre bambini
Stati Uniti
1 gior
Incriminati i genitori del killer di Oxford
La scuola li aveva convocati per esprimere alcune preoccupazioni. Irreperibili per alcune ore, sono stati arrestati
Italia
2 gior
Si spengono i riflettori sul piccolo Eitan. Dopo 84 giorni è tornato a casa
La famiglia: «Ora ha bisogno di serenità e tranquillità per affrontare un percorso di recupero delicato»
Regno Unito
2 gior
Avevano torturato un bimbo fino alla morte, condannati
Arthur Labinjo-Hughes aveva solo sei anni. Il padre con la fidanzata gli hanno fatto subire «crudeli abusi»
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile