Immobili
Veicoli
Reuters
INDIA
05.10.21 - 06:400

India, 50mila rupie per ogni vittima del Covid-19

Luce verde dalla Corte Suprema per le compensazioni. Saranno i singoli stati a pagare. Una decisione che crea attriti

NEW DELHI - Cinquantamila rupie. Tradotto in una valuta a noi ben più nota, circa 625 franchi. È questa la cifra che il governo indiano verserà a titolo di compensazione per ogni decesso legato al Covid-19 registrato nel Paese asiatico, che - stando alle cifre più recenti - ammontano a oltre 449mila (anche se diversi esperti sostengono che i numeri effettivi possano essere fino a dieci volte più grandi).

La decisione sul "rimborso", che sarà destinato al parente più prossimo delle vittime, ha ricevuto la luce verde da parte della Corte Suprema indiana, che ha altresì stabilito che la cifra dovrà essere corrisposta entro trenta giorni dalla richiesta. La proposta di assegnare una compensazione per le morti legate al Covid-19 era contenuta pure in una petizione presentata lo scorso mese di giugno, che ne evocava la legittimità in virtù del National Disaster Management Act.

Il governo federale, che ha tracciato alcune linee guida per la presentazione della domanda - in particolare, per i casi di persone morte al domicilio, la certificazione che il decesso è effettivamente avvenuto per Covid -, ha deciso che saranno gli Stati a dover mettere mano alle proprie casse, pagando le compensazioni previste. Una decisione che non tutti hanno gradito.

È il caso del Kerala e del Rajasthan, preoccupati dall'impatto che la misura potrebbe avere sulle loro finanze. Da qui la volontà, espressa da un ministro dello stato dell'India settentrionale interpellato dall'Indian Express, di chiedere al governo centrale di intervenire in prima persona. Se «assegnate fondi per le grandinate, gli allagamenti, e così via, allora dovreste aggiungere anche il Covid-19. Non stiamo parlando di un singolo stato colpito ma di una pandemia», ha detto Govind Singh Dotasara, titolare del ministero dell'educazione del governo del Rajasthan.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
LIVE CORONAVIRUS
LIVE
La sorella di Omicron sarebbe anche in Lombardia
Sul portale internazionale di dati genomici sono stati segnalati dieci casi di BA.2 nella vicina Penisola
ITALIA
9 ore
Il giallo di Camilla Canepa, i dottori sapevano che era vaccinata
La 18enne e la sua famiglia avevano avvisato i medici, nonostante questo non sono state seguite le linee guida dell'Isth
BRASILE
13 ore
«Dovrebbero difenderli, non sterminarli»
Sotto accusa i funzionari del Dipartimento governativo degli Affari Indigeni (FUNAI) per un insabbiamento
RUSSIA / UCRAINA
21 ore
Russia-Ucraina: l'ottimismo scarseggia, ma si va avanti
La risposta fornita da Usa e Nato è invece stata gradita da Kiev: «Nessuna obiezione dal lato ucraino»
REGNO UNITO
23 ore
I reati sessuali sono in aumento. «Per il governo non è una priorità»
Nei primi nove mesi del 2021 in Inghilterra e in Galles sono stati denunciati quasi 70mila stupri
STATI UNITI
1 gior
Vietato dalla scuola un romanzo sull'Olocausto
L'autore Art Spiegelman, vincitore del premio Pulitzer, si è detto «sconcertato»
COSTA RICA
1 gior
Assalto no-vax all'ospedale per «salvare un bambino dal vaccino»
Una trentina di persone è riuscita a fare irruzione nel nosocomio, ma non ad arrivare al bambino al quarto piano
MONDO
1 gior
«I casi gravi sono dovuti alla coda della Delta»: lo studio
L'osservazione dell'Istituto di ricerca Altamedica sull'evoluzione della variante: «Dati veramente tranquillizzanti»
VIDEO
ITALIA
1 gior
Quirinale, i "bookmaker" oggi dicono Casini
L'ex presidente della Camera parte in pole. Il centrodestra compatto su Sabino Cassese? Alle 11 via al quarto scrutinio
TAGIKISTAN
1 gior
Isolati dal mondo, i pamiri temono per la loro incolumità
Vivono in una regione del Tagikistan, e da novembre sono stati tagliati fuori dal mondo
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile