keystone-sda.ch / STF (Pavel Golovkin)
RUSSIA
17.09.21 - 11:040
Aggiornamento : 12:49

Russia al voto, senza oppositori né osservatori

Con l'esclusione dei maggiori oppositori, il partito di maggioranza - Russia Unita - punta a riconfermarsi

L'Organizzazione Alexey Navalny ha intanto denunciato la rimozione della propria app elettorale: «Vergognoso»

MOSCA - In Russia, è tempo di elezioni. La Duma federale, ovvero il Parlamento nazionale, verrà rinnovato in seguito al voto iniziato oggi, con le urne che saranno aperte tutto il fine settimana.

In un discorso alla nazione, Vladimir Putin ha chiesto ai connazionali di a votare ed eleggere un parlamento «forte», sottolineando l’importanza dell’appuntamento. Tra oltre 2'000 candidati, però, non ci saranno oppositori, poiché esclusi, e nemmeno osservatori internazionali. 

Secondo diversi critici, come riporta Al Jazeera, all'elettorato è rimasta quindi «poca scelta», ciò che contribuisce all'apatia dei cittadini nei confronti del voto. 

Il partito al potere, Russia Unita, punta a riconfermare l'ampia maggioranza che ha al momento, con 334 seggi su 450. Una maggioranza che, secondo numerosi osservatori indipendenti internazionali, «non è il risultato di vittorie elettorali corrette». Sebbene le proteste e il caso Navalny abbiano intaccato l'opinione pubblica, una vittoria di Russia Unita sembra la via più probabile.

Per quanto riguarda il sistema di voto, è diviso a metà: 225 seggi vengono assegnati con il metodo proporzionale, 225 con quello maggioritario. Novità di quest'anno: si potrà votare in modo elettronico.

«È meglio, se le cose cambiano?»
Tra i cittadini russi, interpellati da un inviato del New York Times, regna una sensazione di paura. Timori di essere puniti per il dissenso, di perdere quello che hanno. «Molte persone sono stufe della corruzione, dei salari stagnanti, delle pensioni basse e dell'aumento dei prezzi, ma altrettante non sono pronte ad affrontare un'incognita post-Putin» ha raccontato un cittadino russo al reporter.

Secondo un'altra cittadina interpellata dal quotidiano statunitense, il problema più grande è che la maggior parte dei russi ha paura di essere coinvolto in politica. Di conseguenza, le persone che hanno accesso alle leve del potere approfittano facilmente degli altri.

Ma c'è anche chi è convinto di Russia Unita. «Mi fido di Putin», ha dichiarato un'altra residente di Mosca.

«Un vergognoso atto di censura»
Gli alleati dell'oppositore Alexei Navalny, intanto, hanno denunciato la rimozione dagli store di Google e Apple dell'app elettorale di Navalny. Secondo il Direttore dell'Organizzazione di Navalny, Ivan Zhdanov, si tratta di «un vergognoso atto di censura politica»: «Il Governo autoritario e la propaganda russa ne saranno felici».

In precedenza, la Russia aveva chiesto ai due giganti tecnologici di rimuovere l'app, spiegando che un rifiuto sarebbe stato visto come «un'ingerenza nelle elezioni parlamentari russe». Al momento, né Apple né Google hanno risposto a delle richieste di commentare il fatto, informa Reuters.

L'app, lo ricordiamo, è stata impostata per calcolare quale candidato votare, con lo scopo di far perdere Russia Unita, descritta da Navalny come «un partito di truffatori e ladri».
 

AGGIORNAMENTO 13:00: «Attacchi hacker al sistema informatico»

La piattaforma di voto online in Russia sta subendo «gravi attacchi informatici», la metà dei quali proviene dagli Stati Uniti. Ne ha dato notizia il capo della Commissione Elettorale Centrale russa (CEC), come riporta l'agenzia Keystone-ATS.

keystone-sda.ch / STF (Alexander Zemlianichenko)
Guarda le 4 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
seo56 1 mese fa su tio
All’imbroglio non al voto!! Il “padre e padrone” Putin e i suoi accoliti vanno destituiti e rinchiusi in galera a pane e acqua per il resto della loro vita. Solo così il grande popolo russo sarà veramente libero.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
AFGHANISTAN
3 ore
A otto anni con l'ombra della fame: «A volte dormo senza aver mangiato»
La testimonianza di una famiglia di Kabul, sentita da Save The Children: «Tutto è diventato costoso».
ARABIA SAUDITA
6 ore
Mohammed bin Salman suggerì di uccidere re Abdullah?
Lo ha dichiarato un ex alto funzionario dell'intelligence saudita alla trasmissione 60 Minutes
REGNO UNITO
8 ore
La talpa ed i "Facebook Papers", il social vede sempre più buio
Dopo il suo esposto negli Stati Uniti, l'ex dipendente ha oggi raggiunto anche i legislatori britannici
GERMANIA
11 ore
Sposò la causa dell'ISIS, condannata a dieci anni di carcere
La donna, oltre a far parte del gruppo estremista, avrebbe assistito senza agire all'omicidio di una bambina
ISRAELE
12 ore
Eitan dovrà tornare in Italia
La decisione di oggi del tribunale di Tel Aviv ha dato ragione alla zia paterna, ma il ricorso è molto probabile
MONDO
12 ore
Plastica: Coca-Cola e Pepsi sono i più grandi inquinatori al mondo
Terzo posto per Unilever, sponsor principale del vertice sul clima COP26, quarto posto per la svizzera Nestlé
SUDAN
15 ore
Premier in manette, scontri, fiamme e feriti. Cosa sta succedendo in Sudan?
Il paese africano si stava dirigendo verso un'elezione democratica, che è messa ora in pericolo dall'esercito
STATI UNITI
17 ore
Cosa è successo quel giorno sul set di “Rust”
Tanta maretta nella troupe, un aiuto regista superficiale e molto stress dietro a quelle riprese finite in tragedia
STATI UNITI
21 ore
Ripulire le strade "razziste", il sogno americano di Alex
Si punta il dito perfino contro le vie dedicate a Cristoforo Colombo
ITALIA
1 gior
Dallo sballo allo stupro, Ghb la droga che dilaga
Disinibire ma anche sedare fino quasi al coma, perché questo stupefacente non è mai stato così popolare
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile