Guardia di Finanza Varese
ITALIA
17.09.21 - 07:010

Cocaina dal Messico in provincia di Como, sei arresti

Nell'ambito dell'operazione, la Guarda di Finanza ha sequestrato 19 kg di cocaina

COMO - Sei persone sono finite in manette oggi in provincia di Como, in seguito a un blitz della Guardia di Finanza contro una rete di traffico internazionale di sostanze stupefacenti.

Ne hanno dato notizia i Finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Varese, che hanno annunciato anche il sequestro di oltre 19kg di cocaina, proveniente dal Messico. Il valore stimato della merce? 3'200'000 euro.

L'operazione era partita nel 2019, con l'arresto a Malpensa di un passeggero di nazionalità messicana proveniente da Cancun, che aveva con sé 9kg di cocaina occultati nel bagaglio da stiva.

Un arresto che ha portato alla scoperta di un «sodalizio criminoso attivo nella provincia di Como», che ha «immesso sul mercato nazionale diversi carichi di cocaina». Gli stessi Finanzieri hanno poi accertato che il gruppo di trafficanti «riforniva di cocaina anche la provincia di Siena e garantiva l’approvvigionamento diretto della droga attraverso corrieri inviati con bus di linea».

Le indagini hanno consentito ai Finanzieri di individuare anche il mittente della sostanza stupefacente, un cittadino di nazionalità argentina già destinatario di un provvedimento di cattura internazionale perché coinvolto in un analogo traffico di stupefacenti.

Il destinatario della cocaina è invece in custodia cautelare. Oltre a ciò, i suoi conti correnti sono stati sequestrati, in quanto «ritenuti provento dell'attività illecita». In particolare poiché «dall’analisi dei rapporti bancari e postali è emerso che il citato aveva continuato ad effettuare versamenti di denaro contante nonostante avesse cessato di percepire fonti lecite di reddito»

Infine, è stato anche denunciato all'Autorità giudiziaria, poiché è risultato essere anche percettore del reddito di cittadinanza.

Guardia di Finanza Varese
Guarda le 3 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
BANGLADESH
44 min
Studente ucciso, condannate a morte 20 persone
Il ragazzo fu aggredito a colpi di mazza nel 2019 per aver criticato il governo
MONDO
LIVE
Omicron ha una variante “occulta” che la rende difficile da tracciare
In Austria ospedali allo stremo, in Spagna si vaccinano i bambini e l'Oms ragiona sull'obbligo vaccinale
GERMANIA
19 ore
Dalla paura alla strage, così si è svolto il dramma di Brandeburgo
Una coppia e i loro tre bambini sono stati trovati morti in casa nel fine settimana
EGITTO
21 ore
Patrick Zaki sarà scarcerato (ma non assolto)
La conferma oggi da parte delle autorità egiziane che confermano come il processo si farà, ma a febbraio 2022
STATI UNITI
23 ore
Quel processo da 50 miliardi al sedicente creatore dei Bitcoin
Si è tenuto a Miami e ha visto sul banco degli imputati un informatico australiano 46enne che sostiene di averli creati
LE FOTO
FRANCIA
1 gior
L'esplosione e poi il crollo, in piena notte
All'origine del crollo, informano i pompieri, potrebbe esserci stata una fuga di gas
MONDO
1 gior
Covid, l'Oms "boccia" il plasma dei convalescenti
La terapia «non incrementa le chance di sopravvivenza né riduce la necessità di ricorrere alla ventilazione meccanica»
REGNO UNITO
1 gior
«Facebook ha lucrato sul genocidio dei Rohingya»
Lo sostiene una doppia class action che chiede al social di Zuckerberg 150 miliardi di dollari
Francia
1 gior
Ordinano stupri online, è la nuova frontiera del turismo sessuale
Chi paga questo "servizio" è nel 100 per cento dei casi un uomo e non è escluso che sia un padre di famiglia
ITALIA
1 gior
Brevettato il "trucco" per ingannare il coronavirus
I risultati di uno studio italiano. Basato sull'uso di aptameri, potrebbe essere il primo tassello di un nuovo farmaco.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile