Keystone
India
06.09.21 - 09:490

Vendute online come affare del giorno, le donne musulmane non ci stanno

Nonostante il sito sia stato oscurato, nessuno è stato arrestato. Per le vittime le autorità non fanno abbastanza

NEW DELHI - Donna musulmana in vendita. Ma è un falso. Lo scorso mese di luglio le foto di più di ottanta donne sono apparse sul sito Sulli Deals, un termine dispregiativo per le donne musulmane usato principalmente dalla destra degli uomini Indù.

Fotografe, giornaliste e influencer. Queste le principali vittime della piattaforma di vendita online di persone. Gli utenti che la fruivano avevano ogni giorno la possibilità di concludere un affare, questo all'insaputa della donna che si trovava nella foto sullo schermo. Ma ciò che più accomunava queste donne era la religione musulmana.

Tutte avevano denunciato l'accaduto, e a due mesi dalla sua messa online il sito è stato oscurato dal servizio di hosting statunitense GitHub. Eppure nessuno è stato interrogato o arrestato. Stando alla Cnn, per le vittime della piattaforma la mancanza di azione mette in evidenza la discriminazione che le donne musulmane affrontano continuamente nell'India dominata dagli Indù, e hanno affermato che non staranno zitte. Nonostante le ondate di abusi online contro le donne indiane siano all'ordine del giorno, l'India, pur avendo leggi contro la criminalità informatica, non ha una legislazione specifica contro il cyberbullismo.

Tra le vittime, la pilota e attivista femminista Hana Mohsin Khan che, in gruppo con altre donne, afferma di «essere presa di mira da uomini che si nascondono dietro i social media» e che cercano di intimidirla. «Le autorità indiane non stanno facendo abbastanza per fermare questo fenomeno».

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
28 min
«È uno sforzo coordinato per dipingere una falsa immagine di Facebook»
Per il Ceo della piattaforma social, l'azienda ha una «cultura aperta» e accoglie le «critiche in buona fede»...
CINA
2 ore
Vaccino ai bimbi dai tre anni e lockdown, la stretta cinese
Diversi focolai sono emersi dal 17 ottobre in diverse parti della Cina, a causa di alcuni turisti
MONDO
4 ore
«La salute deve diventare una priorità»
La lezione appresa dopo la pandemia è che il settore sanitario deve tornare al centro delle attività economiche
ITALIA
6 ore
Quella terza dose sempre più «scenario verosimile»
Con i contagi che rialzano la testa, è fra le misure tenute in considerazione, Brusaferro: «Ci faremo trovare pronti»
AFGHANISTAN
14 ore
A otto anni con l'ombra della fame: «A volte dormo senza aver mangiato»
La testimonianza di una famiglia di Kabul, sentita da Save The Children: «Tutto è diventato costoso».
ARABIA SAUDITA
17 ore
Mohammed bin Salman suggerì di uccidere re Abdullah?
Lo ha dichiarato un ex alto funzionario dell'intelligence saudita alla trasmissione 60 Minutes
REGNO UNITO
19 ore
La talpa ed i "Facebook Papers", il social vede sempre più buio
Dopo il suo esposto negli Stati Uniti, l'ex dipendente ha oggi raggiunto anche i legislatori britannici
GERMANIA
21 ore
Sposò la causa dell'ISIS, condannata a dieci anni di carcere
La donna, oltre a far parte del gruppo estremista, avrebbe assistito senza agire all'omicidio di una bambina
ISRAELE
23 ore
Eitan dovrà tornare in Italia
La decisione di oggi del tribunale di Tel Aviv ha dato ragione alla zia paterna, ma il ricorso è molto probabile
MONDO
23 ore
Plastica: Coca-Cola e Pepsi sono i più grandi inquinatori al mondo
Terzo posto per Unilever, sponsor principale del vertice sul clima COP26, quarto posto per la svizzera Nestlé
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile