Reuters
Ashraf Ghani al suo arrivo a Mazar-e Sharif
AFGHANISTAN
11.08.21 - 14:240
Aggiornamento : 14:51

Il presidente afghano nella città assediata dai talebani

Ashraf Ghani intende coordinare la resistenza da Mazar-e Sharif. La visita il giorno dopo l'esortazione di Biden.

Un dignitario del posto: «Lotteremo fino all'ultima goccia di sangue».

MAZAR-E SHARIF - Con nove capoluoghi provinciali su 34 ormai in mano ai talebani e truppe al fronte demoralizzate, il presidente afghano, Ashraf Ghani, ha voluto dare un segnale forte della volontà di Kabul di resistere all'avanzata dei guerriglieri islamisti. Oggi, si è recato in aereo in un'importante città del nord assediata in queste ore dai miliziani: Mazar-e Sharif.

Come riferisce l'AFP, proprio da qui Ghani intende coordinare la risposta delle forze armate regolari. Il 72enne ha inoltre inviato sul posto un nuovo contingente.

A Mazar-e Sharif, Ghani incontrerà «responsabili della sicurezza, dirigenti jihadisti, dignitari e altre personalità influenti». Tra di essi, riferisce France 24, dovrebbe esserci anche Mohammad Atta Noor, uomo forte del nord ed ex governatore della provincia di Balkh, di cui Mazar-e Sharif è capitale, che ha promesso di resistere all'avanzata talebana «fino all'ultima goccia di sangue». 

La mossa di Ghani, alla guida del Paese dal 2014, arriva il giorno dopo che il presidente americano, Joe Biden, ha esortato gli afghani a «battersi per se stessi, per la loro nazione». Il ritiro degli Stati Uniti dall'Afghanistan - iniziato in base a un accordo con i talebani concluso sotto l'amministrazione Trump e proseguito con Biden - dovrà completarsi entro il 31 agosto prossimo. Washington continua tuttavia a fornire supporto aereo, pagare i salari dei militari e fornire loro equipaggiamento e vettovagliamento.

Nell'ultimo mese di combattimenti seguito alla partenza delle truppe di terra statunitensi, più di 1'000 civili hanno perso la vita negli scontri tra forze regolari e talebani, riporta la BBC. In decine di migliaia hanno abbandonato le proprie case. Secondo fonti americane sentite dal Washington Post, Kabul potrebbe cadere nelle mani degli islamisti nel giro di tre mesi.  

Martedì, Feyzabad, sempre nel nord, è stata il nono capoluogo provinciale a cadere nelle mani dei talebani. In quell'area del Paese, tutto intorno a Mazar-e Sharif, sono già capitolate, tra le altre, Taloqan, Kunduz, Aybak e Sheberghan.

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
MONDO
2 ore
Come per l'influenza, il freddo influisce anche sul Covid
È quanto emerge da uno studio quantitativo dell'Istituto di Barcellona per la salute globale.
ITALIA
5 ore
Boom di certificati medici per dribblare il "green pass"
Dall'entrata in vigore dell'obbligo, lo scorso 15 ottobre, le cifre sono decollate. Quella delle vaccinazioni molto meno
AUSTRALIA
8 ore
Un milione per ritrovare Cleo Smith
L'ipotesi della polizia è che sia stata rapita: la cerniera della tenda era troppo alta per la bambina
STATI UNITI
11 ore
Trovati resti umani e oggetti appartenenti al fidanzato di Gabby Petito
Bisognerà attendere l'autopsia per stabilire se il corpo appartiene veramente a Brian Laundrie, scomparso da 37 giorni
STATI UNITI
13 ore
Topi infetti, boom di casi di leptospirosi a New York
Una persona è deceduta. Nel 2021 le chiamate per segnalare le infestazioni sono aumentate del 20%
BRASILE
19 ore
Bolsonaro accusato di crimini contro l'umanità
Sono pesanti le accuse rivolte dalla Commissione parlamentare d'inchiesta al presidente brasiliano.
AFGHANISTAN
22 ore
Giovane pallavolista decapitata dai Talebani
La giocatrice della nazionale giovanile afghana è stata assassinata a inizio ottobre. Si chiamava Mahjabin Hakimi.
STATI UNITI
1 gior
«Colpevole» della strage di Parkland: «Devo conviverci ogni giorno»
Il giovane, appena 23enne, rischia la pena di morte
RUSSIA
1 gior
Vacanze forzate e over 60 "reclusi" per abbattere il virus
La Russia vive in questi giorni la fase più complicata dell'emergenza dall'inizio della pandemia.
LE FOTO
STATI UNITI
1 gior
L'aereo si schianta, ma sopravvivono tutti: «È un giorno di festa»
«È il miglior esito in cui potessimo sperare» hanno commentato le autorità in seguito a quanto accaduto
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile