Immobili
Veicoli
REUTERS
Commemorazione, ma anche scontri a Beirut.
+5
LIBANO
04.08.21 - 18:110
Aggiornamento : 18:40

Un anno dopo l'esplosione di Beirut: commemorazioni e scontri nelle strade

Il cordoglio per le vittime si è mescolato con momenti di elevata tensione

BEIRUT - Migliaia di persone hanno marciato nelle strade di Beirut, in occasione del primo anniversario della catastrofica esplosione che ha devastato il porto cittadino e una buona fetta della capitale libanese.

Gli omaggi - Tra i vari omaggi che hanno costellato la giornata odierna c'è stato il minuto di silenzio osservato da migliaia di persone tra le 18.07 e le 18.08 ora locale (le 17.07 in Svizzera). Le varie confessioni religiose hanno ricordato gli oltre 200 morti recitando versetti del Corano, oppure suonando a distesa le campane delle chiese. Molte le anime dei vari cortei che si sono diretti verso il porto: i parenti delle vittime e i detrattori della classe politica libanese, gli attivisti e gli esponenti della società civile.

E gli scontri - La commemorazione non è sempre stata all'insegna del cordoglio: scontri tra due opposte fazioni politiche sono stati segnalati nel centro di Beirut. I militanti del Partito comunista libanese e quelli del Partito delle Forze Libanesi hanno dato vita a una fitta sassaiola. Non è chiaro cosa abbia scatenato gli incidenti, durante i quali sarebbero stati esplosi anche colpi d'arma da fuoco. Per riportare la calma è dovuto intervenire l'esercito.

La polizia, schierata in tenuta anti-sommossa, ha respinto un tentativo di accesso all'area limitrofa alla sede del Parlamento da parte di dimostranti anti-governativi. Gli agenti hanno sparato lacrimogeni per disperdere la folla. È stato smentito dalla polizia stessa l'uso di proiettili di gomma. Il bilancio riferito dalla Croce Rossa è di almeno 54 feriti.

 

REUTERS
Guarda tutte le 9 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
UCRAINA / GERMANIA
51 min
5000 elmetti all'Ucraina: «E poi che altro ci manderanno? Dei cuscini?»
Il sindaco di Kiev pensa che l'offerta di Berlino non sia altro che «uno scherzo»
GERMANIA
5 ore
Odio, crimine, violenza: ora Telegram rischia grosso
È in arrivo una stretta a livello politico: o i proprietari vanno incontro alle autorità, o rischiano il divieto totale
ITALIA
8 ore
Quirinale, anche la terza fumata è nera
Alla terza votazione, il presidente della Repubblica uscente ha ricevuto 125 voti. Da domani si abbassa il quorum.
ITALIA
11 ore
Berlusconi sempre in ospedale (e di pessimo umore)
Pochissime le visite, ma segue gli sviluppi dell'elezione del presidente della Repubblica
FRANCIA
15 ore
Quel triangolo viola voluto dal Reich
La storia di Simone Arnold e della sua famiglia, per far luce sulle persecuzioni tedesche dei testimoni di Geova
MEDIO ORIENTE
17 ore
La neutralità della "Svizzera dell'Arabia" è sotto attacco
L'Oman si definisce neutrale, e intende tentare di risolvere qualsivoglia conflitto con colloqui di pace e diplomazia
GERMANIA
1 gior
Diversi governi hanno sfruttato la pandemia per opprimere i diritti umani
«Molti leader hanno usato la pandemia di Covid-19 come pretesto per ridurre la supervisione e la responsabilità»
ITALIA
1 gior
Quirinale, niente di fatto anche oggi
Le schede bianche sono state la costante anche della seconda votazione
GERMANIA
1 gior
Il 18enne che ha sparato ai compagni «avrebbe potuto fare una strage»
«Le persone devono essere punite» aveva scritto al padre via Whatsapp, pochi minuti prima
LE FOTO
OCEANO PACIFICO
1 gior
Tra gli aiuti diretti a Tonga, un focolaio di Covid
Sulla "HMAS Adelaide" della marina australiana ci sono 23 membri dell'equipaggio positivi al coronavirus
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile