Keystone
GERMANIA
02.08.21 - 20:230

Vaccino: terza dose alle persone a rischio e promozione dell'iniezione tra i giovanissimi

Lo hanno deciso i responsabili della sanità tedeschi. La commissione per le vaccinazioni resta scettica.

BERLINO - Promozione della vaccinazione anche per i ragazzi tra i 12 e i 17 anni e terza dose per i gruppi a rischio. I ministri della Sanità dei Länder e il ministro federale della Sanità tedesco, Jens Spahn, si sono accordati sui nuovi passi da intraprendere nella campagna d'immunizzazione contro il Covid-19.

Le autorità sanitarie tedesche hanno in particolare stabilito che, d'ora in poi, la vaccinazione sia proposta attivamente a bambini e ragazzi, con la possibilità di farsi inoculare il siero in tutti i centri, oltre che dal proprio medico o dal pediatra. Finora, i dipartimenti della sanità si attenevano alle indicazioni della Commissione permanente sulle vaccinazioni (Stiko), che raccomanda l'immunizzazione solo ai minorenni con malattie pregresse che li rendano particolarmente a rischio.

«Abbiamo abbastanza vaccini per tutte le fasce d'età», ha dichiarato Spahn come riporta la Welt. «Quindi è un bene che i Länder vogliano fare una proposta di vaccinazione quanto più accessibile possibile anche a questo gruppo d'età», ha aggiunto riferendosi ai giovanissimi.

Il direttore della Stiko, tuttavia, ha confessato di non sapere se le indicazioni della commissione vaccinale cambieranno di conseguenza. «Non posso promettere che ci sia una modifica sostanziale della raccomandazione», ha ammesso Thomas Mertens parlando con lo Spiegel. La Stiko ritiene che non ci siano dati sufficienti per consigliare un'immunizzazione generalizzata contro il Covid-19 ai bambini e i ragazzi che non presentino malattie pregresse.

Per loro, tuttavia, la vaccinazione non è vietata. In Germania, come nel resto dell'Ue e in Svizzera, il vaccino di Pfizer/BioNTech è infatti omologato dai 12 anni ed è già somministrabile a partire da questa età con il consenso del bambino o del ragazzo interessato, che deve essere ritenuto sufficientemente maturo per prendere tale decisione. Il benestare dei genitori è auspicabile, ma non indispensabile.

Al momento, circa il 20% dei 12-17enni tedeschi ha ricevuto almeno una dose di vaccino. Il 10% è completamente vaccinato.  

Come detto, i responsabili della sanità tedeschi hanno stabilito inoltre che le persone a rischio possano ricevere una terza dose di vaccino, per maggiore protezione. Sarà di Pfizer/BioNTech o di Moderna. Una risoluzione simile è stata recentemente presa anche da Israele.    

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
Italia
1 ora
La zanzara giapponese è arrivata ed è più pericolosa della tigre
È stata rilevata a settentrione della penisola e la regione Veneto raccomanda il vaccino contro l'encefalite giapponese
STATI UNITI
2 ore
Facebook replica: Instagram non è tossico per le ragazzine
La ricerca citata dal Wall Street Journal è «sfumata e complessa», sostiene il vicepresidente Pratiti Raychoudhury
Italia
5 ore
Cannabis legale, «Mancano quattro giorni all'assassinio della democrazia»
Raccolte quasi 600mila firme online, ma moltissimi comuni non vogliono concedere i certificati elettorali
FOTO
GRECIA
9 ore
Forte terremoto a Creta, un morto e alcuni feriti
L'epicentro della scossa è stato localizzato a una ventina di chilometri a sud di Candia
GERMANIA
11 ore
L'Spd s'impone al fotofinish
I socialdemocratici avanti con il 25,7% dei voti, crollo dei conservatori. Quale coalizione per governare?
MONDO
12 ore
Le giovani generazioni «vivranno una vita senza precedenti»
Ci saranno più inondazioni, più siccità, più ondate di calore. È l'avvertimento di uno studio internazionale
GERMANIA
1 gior
Il dopo-Merkel da cardiopalma, per gli exit poll Spd e Cdu sono a pari merito
Stando ai sondaggi i due partiti di maggioranza sarebbero o fermi a quota 25% o comunque molto vicino
Regno Unito
1 gior
Sabina Nessa, arrestato il presunto assassino
La 28enne è stata accoltellata a morte lo scorso 17 settembre poco lontano dalla sua abitazione
FOTO
SAN MARINO
1 gior
San Marino alle urne per depenalizzare l'aborto
È una delle poche nazioni in Europa dove è ancora illegale, si vota oggi dopo una battaglia politica lunga 18 anni
GERMANIA
1 gior
Oggi in Germania si decide il volto del dopo-Merkel
Che si prospetta instabile, con un testa a testa fra Laschet e Scholz che non avranno i numeri per governare da soli
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile