Keystone
A sinistra: Macron durante la sua visita in Polinesia francese. A destra: il fungo atomico prodotto da un test nucleare francese a Mururoa nel 1971
POLINESIA FRANCESE
28.07.21 - 08:580
Aggiornamento : 09:33

Macron promette «verità e trasparenza» sui test nucleari

Parigi non avrebbe mai condotto gli esperimenti in Francia, ha ammesso il presidente. Ma non ha chiesto «perdono».

PAPEETE - Al suo quarto giorno di visita in Polinesia francese, Emmanuel Macron ha promesso «verità e trasparenza» alla Collettività d'oltremare riguardo ai test nucleari condotti da Parigi sul suo territorio fino al 1996. La Francia, ha sottolineato il presidente della Repubblica, ha un «debito» verso Papeete. L'inquilino dell'Eliseo, tuttavia, non ha proferito l'attesa richiesta di «perdono».

«Riconosco e voglio la verità e la trasparenza con voi», ha dichiarato Macron come riporta l'AFP. «La nazione ha un debito verso la Polinesia francese. Questo debito è il fatto di aver ospitato questi test in particolare tra il 1966 e il 1974, dei quali non si può assolutamente dire che fossero puliti», ha aggiunto.

Il presidente francese ha inoltre ammesso che Parigi non avrebbe mai condotto quelle sperimentazioni «nella Creuse o in Bretagna», ossia nel cuore o sulle coste dell'Esagono. I militari che le hanno effettuate, però, non avrebbero in alcun modo ingannato i polinesiani: «Hanno corso gli stessi rischi. Non ci sono state bugie. Sono stati corsi dei rischi non misurati, anche dai militari», ha affermato.

Pur senza chiedere l'atteso «perdono», Macron ha promesso di fare di più per processare le richieste d'indennizzo da parte dei residenti. Benché nel corso del suo mandato quelle trattate siano passate da 11 a 187, tale «progresso» resta ancora «insufficiente». L'intento di Parigi è di prolungare i termini di deposito delle domande.

Dopo 17 test nucleari nel Sahara, la Francia ha trasferito gli esperimenti in Polinesia francese, in particolare sugli atolli di Mururoa e Fangataufa. Nella Collettività d'oltremare ha condotto negli anni 193 test, dapprima all'aria aperta e, poi, sottoterra o sotto la superficie dell'oceano. Oltre a contaminare per decenni il territorio, gli esperimenti hanno provocato un'ondata di tumori tra i militari e la popolazione locale. 

La Polinesia francese è una collettività d'oltremare che gode di ampia autonomia, ma è sottoposta alla sovranità francese. Parigi conserva in particolare le sue competenze in materia di nazionalità, diritti civili, diritti elettorali, stato e capacità delle persone, giustizia, garanzia delle libertà pubbliche, politica estera, difesa, sicurezza e ordine pubblico. Composta da cinque arcipelaghi situati nell'Oceano pacifico a est della linea internazionale del cambio di data, conta una popolazione di circa 291mila abitanti. 

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
MONDO
2 ore
A caccia di streghe
Non siamo più nel medioevo ma il sospetto e la superstizione uccidono e mutilano ancora, migliaia di persone ogni anno
FOTO
ISRAELE
4 ore
Eitan per ora resterà in Israele
Lo hanno deciso in tribunale questa mattina le due famiglie che si contendono il piccolo, il processo al via a ottobre
REGNO UNITO
5 ore
«È l'ultima chance per l'umanità»
I Paesi devono assumersi la responsabilità «per la distruzione che affliggono, non solo al pianeta ma anche a sé stessi»
MONDO
8 ore
Aria inquinata? Più pericolosa del previsto
L'Organizzazione mondiale della sanità ha ridotto i livelli massimi di sicurezza di varie sostanze
BRASILE
16 ore
Un suo ministro è positivo: Bolsonaro in isolamento
All'Onu stanno cercando di tracciare i contatti di Marcelo Queiroga. Ci sarebbe anche Boris Johnson
STATI UNITI
19 ore
Perché il caso di Gabby Petito ha lasciato tutta l'America con il fiato sospeso
Fra teorie e ipotesi su TikTok e Instagram, la storia della 22enne scomparsa ha catalizzato la curiosità di una nazione
Italia
22 ore
Le mafie stanno sfruttando l'emergenza Covid per arricchirsi
L'Antimafia lancia un appello ai governi: «Bisogna far fronte comune e trattare questa emergenza come quella sanitaria»
GERMANIA
1 gior
Se non sei vaccinato e finisci in quarantena, il datore non deve pagarti
In Germania sarà così dal 1 novembre, conferma il Governo. Il motivo è che «esiste un vaccino che funziona»
AFGHANISTAN
1 gior
I talebani: «Fateci parlare alle Nazioni Unite»
Suhail Shaheen avrà il ruolo di esporre il punto di vista talebano nello scenario internazionale
LE FOTO
AUSTRALIA
1 gior
A Melbourne trema la terra, e anche la società
Giornata calda a Melbourne: prima, una scossa di terremoto di magnitudo 5.8, poi, le proteste in piazza
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile