Keystone
ITALIA
18.07.21 - 10:450
Aggiornamento : 13:03

"Certificazione verde": l'Italia va verso l'obbligo anche per mangiare al ristorante (al chiuso)

Il governo italiano avrebbe trovato un accordo per evitare chiusure. Locatelli: «Rassicurerebbe i clienti».

ROMA - Una trasferta in Italia per una cena al ristorante, anche nella fascia di confine, potrebbe presto richiedere un'accortezza in più. La vicina penisola va infatti verso l'introduzione dell'obbligo di presentare una "certificazione verde Covid-19" per mangiare nei locali al chiuso. I clienti, quindi, dovranno essere tutti vaccinati, guariti dalla malattia o testati di recente. 

Come riferisce il Corriere della Sera, la misura potrebbe entrare in vigore già a partire dal 26 luglio prossimo. A decidere sul provvedimento sarà, martedì, la "cabina di regia" dell'esecutivo che si occupa di coronavirus.  L'obiettivo: evitare chiusure, che spaventano le principali associazioni di categoria dei ristoratori.

«Credo che vadano fatte scelte per contrastare la ripresa della circolazione virale. Dare accesso a determinate attività a chi è stato vaccinato, o comunque ha il certificato verde, è una strategia inevitabile», ha dichiarato a Repubblica il coordinatore del Comitato tecnico-scientifico Covid-19 (Cts), Franco Locatelli. Oltre a «concerti, grandi eventi, stadi, cinema, teatri, piscine e palestre», per i quali la necessità di un controllo di chi entra è «fuori discussione», «a titolo personale» Locatelli caldeggia verifiche anche per i ristoranti: «Va considerato seriamente anche il "Green Pass" per mangiare al chiuso nei ristoranti - afferma -. Peraltro, chi esita a tornare nei ristoranti credo che lo farebbe con più tranquillità sapendo che vi hanno accesso persone con il certificato».

L'obbligo sarebbe frutto di una mediazione tra chi chiedeva una riapertura immediata delle discoteche e chi avrebbe preferito aspettare. I locali da ballo dovrebbero così riaprire - sempre con certificazione verde - a patto che anche i ristoranti siano sottoposti alla misura.

La certificazione verde Covid-19 è ottenibile da chi sia stato vaccinato, chi abbia fatto un tampone negativo nelle 48 precedenti o sia guarito dalla malattia. Il certificato Covid svizzero è compatibile

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
Italia
2 ore
Cannabis legale, «Mancano quattro giorni all'assassinio della democrazia»
Raccolte quasi 600mila firme online, ma moltissimi comuni non vogliono concedere i certificati elettorali
FOTO
GRECIA
6 ore
Forte terremoto a Creta, un morto e alcuni feriti
L'epicentro della scossa è stato localizzato a una ventina di chilometri a sud di Candia
GERMANIA
7 ore
L'Spd s'impone al fotofinish
I socialdemocratici avanti con il 25,7% dei voti, crollo dei conservatori. Quale coalizione per governare?
MONDO
9 ore
Le giovani generazioni «vivranno una vita senza precedenti»
Ci saranno più inondazioni, più siccità, più ondate di calore. È l'avvertimento di uno studio internazionale
GERMANIA
20 ore
Il dopo-Merkel da cardiopalma, per gli exit poll Spd e Cdu sono a pari merito
Stando ai sondaggi i due partiti di maggioranza sarebbero o fermi a quota 25% o comunque molto vicino
Regno Unito
21 ore
Sabina Nessa, arrestato il presunto assassino
La 28enne è stata accoltellata a morte lo scorso 17 settembre poco lontano dalla sua abitazione
FOTO
SAN MARINO
1 gior
San Marino alle urne per depenalizzare l'aborto
È una delle poche nazioni in Europa dove è ancora illegale, si vota oggi dopo una battaglia politica lunga 18 anni
GERMANIA
1 gior
Oggi in Germania si decide il volto del dopo-Merkel
Che si prospetta instabile, con un testa a testa fra Laschet e Scholz che non avranno i numeri per governare da soli
STATI UNITI
1 gior
Deraglia l'alta velocità: tre morti nel Montana
Un treno che correva tra Chicago e Seattle è uscito dai binari. Diversi i feriti
SPAGNA
1 gior
Altre bocche, altre eruzioni: chiuso l'aeroporto di La Palma
A preoccupare, nell'immediato, è la quantità di cenere che ha ricoperto l'isola
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile