Immobili
Veicoli
Archivio Keystone
REvil, forse la più temibile organizzazione criminale dedicata al ransomware, è andata offline.
STATI UNITI
14.07.21 - 22:090
Aggiornamento : 15.07.21 - 09:25

Il colosso del ransomware è andato offline. Perché?

REvil ha violato oltre 360 obiettivi nel solo 2021: colpa della pressione Usa o semplice riorganizzazione?

NEW YORK - REvil, una delle più prolifiche organizzazioni criminali dedite alla pratica online del ransomware, è improvvisamente andata offline. Questo a pochi mesi di distanza da alcune clamorose operazioni, che le hanno permesso di estorcere denaro e colpire centinaia di società, specialmente negli Stati Uniti.

Non è chiaro come mai martedì mattina l'infrastruttura messa in piedi da REvil - blog e sistema di pagamento dei ricatti - sia stata smantellata di punto in bianco ma, riferisce la NBC, potrebbe lasciar pensare a un intervento delle autorità statunitensi. Pochi giorni prima il presidente Joe Biden aveva promesso conseguenze per questi gruppi di cyber-criminali, che sovente hanno sede in Russia. Biden era arrivato a ipotizzare un attacco ai server, senza entrare di più nello specifico.

Lo US Cyber Command, la sezione del Pentagono che si occupa degli attacchi informatici, ha condotto in passato operazioni per smantellare la criminalità organizzata, ma non è chiaro se sia intervenuto anche in questa occasione. I portavoce sia del Cyber ​​Command che del Consiglio di sicurezza nazionale della Casa Bianca hanno rifiutato di commentare la scomparsa di REvil con la NBC.

Ma è anche vero, spiegano gli esperti informatici, che talvolta organizzazioni di questo genere si smembrino volontariamente per poi riapparire sotto altre forme e nomi.

Nel 2021 REvil ha violato oltre 360 obiettivi nei soli Stati Uniti, costringendo le vittime a un angosciante dilemma: pagare somme salate (spesso di milioni di dollari) o continuare a vedere i propri sistemi bloccati e la divulgazione dei dati sensibili degli utenti. L'attacco più clamoroso è probabilmente quello a JBS, colosso del settore della carne, che ha pagato 11 milioni di dollari per non veder divulgare i file rubati sul Dark Web.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
CINA
3 ore
Olimpiadi di Pechino, stop alla vendita dei biglietti (in ottica anti-Covid)
Gli organizzatori scelgono di rafforzare ulteriormente la "bolla" che dovrà avvolgere atleti e addetti ai lavori
REGNO UNITO
4 ore
Come in Sudafrica, netta frenata di Omicron nel Regno Unito
Anche oltremanica il numero dei nuovi casi sta calando in modo deciso dopo il picco del 4 gennaio.
TONGA
7 ore
La britannica dispersa dopo lo tsunami è stata trovata morta
Il fratello della vittima ha confermato che il corpo è stato rivenuto dal marito con cui si era trasferita sulle isole
ITALIA
9 ore
Multa ai non vaccinati? Può essere tutt'altro che immediata
La sanzione entra in vigore il 1° febbraio ma prima di essere costretti a pagare possono passare anche 260 giorni
FRANCIA
11 ore
Eric Zemmour condannato per odio razziale
Il candidato di estrema destra alla presidenza dovrà pagare una multa di 10mila euro
EMIRATI ARABI UNITI
14 ore
Esplosioni e incendi ad Abu Dhabi in seguito ad un attacco con dei droni
Sono stati riportati almeno tre morti e diversi feriti. I ribelli Huthi hanno rivendicato l'operazione militare
RUSSIA
15 ore
Navalny «vive in un inferno» da 365 giorni
La denuncia di Amnesty International, secondo cui l'oppositore rischia ulteriori 15 anni di prigione
NUOVA ZELANDA
18 ore
Tonga, forse c'è stata una «nuova grande eruzione»
Lo confermereberro i sismografi, intanto dalla Nuova Zelanda il primo aereo per tentare di attestare i danni
COREA DEL SUD
20 ore
Uomini che odiano il femminismo
Il caso della Corea del Sud dove i gruppi maschilisti contro la «discriminazione di genere» sono sulla cresta dell'onda
REGNO UNITO
1 gior
«A Downing Street si beveva ogni venerdì sera»
Il "Partygate" continua far discutere: mentre Johnson pensa a licenziamenti e divieti, molti chiedono la sua rimozione
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile