Keystone
Al momento, in Germania, restrizioni o allentamenti dipendo soprattutto dall'incidenza settimanale dei contagi nei singoli distretti
GERMANIA
12.07.21 - 16:370

Andare oltre i contagi: «A decidere sulle restrizioni sia il numero di ricoverati»

In un documento interno, gli esperti raccomandano al governo tedesco che l'incidenza non sia più il criterio principale.

L'ampia copertura vaccinale dei gruppi a rischio scongiurerebbe un sovraccarico del sistema sanitario anche in presenza di numeri alti.

BERLINO - In Germania, dall'inizio della pandemia c'è un numero che, molto più che in Svizzera, viene citato quotidianamente dai media e determina l'inasprimento o l'allentamento delle misure anti Covid: l'incidenza dei contagi. Con le categorie a rischio ampiamente vaccinate, però, tale criterio dovrebbe ora essere messo da parte e sostituito, per importanza, da un altro parametro: le ospedalizzazioni.

Lo raccomanda un documento interno dell'organismo statale responsabile per il monitoraggio della pandemia, il Robert-Koch-Institut, di cui riferisce la Bild. Nello scritto si legge che il numero dei pazienti Covid ricoverati negli ospedali dovrebbe diventare «un indicatore principale aggiuntivo» per orientare la politica in materia di restrizioni. La «riduzione della proporzione di casi gravi» sul totale dei contagiati, resa possibile dalla vaccinazione quasi completa dei gruppi a rischio, scongiura infatti un sovraccarico del sistema sanitario anche in presenza di contagi alti.    

Il documento qualifica inoltre come non più «giustificabile» l'imposizione di restrizioni a «tutti»: «Ampi interventi non farmacologici per TUTTI sono difficilmente giustificabili da un punto di vista specialistico (salvo in presenza di un imminente sovraccarico sistemico)», scrivono gli esperti. Chi sia vaccinato, insomma, non dovrebbe più essere costretto ad applicare tutte le misure anti Covid, interpreta la Bild. 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
Stati Uniti
1 ora
I piloti degli aerei stanno perdendo la mano e fanno fatica a volare
Dopo la pandemia gli errori e il rischio di disastri aerei sono aumentati. Sotto la lente il caso degli Stati Uniti
Spagna
1 ora
«La prostituzione rende schiave le donne del nostro Paese»
Il primo ministro spagnolo Pedro Sánchez ha fatto sapere domenica di voler abolire il sesso a pagamento
NUOVA GUINEA
3 ore
Pirati del mare, criminali armati fino ai denti
Agiscono perché agevolati dalla polizia corrotta e da chi detiene il potere. Ecco dove non andare mai per mare
REGNO UNITO
13 ore
Delta, zero restrizioni... e così i contagi oltremanica volano
Il Regno Unito registra in media 40mila nuovi casi al giorno. La situazione ospedaliera resta però sotto controllo
Cina
17 ore
La Cina vola intorno al mondo, ma nessuno lo sapeva
Il governo Biden teme un dispiegamento delle forze. Diversa la musica da Pechino: «Non stiamo attaccando nessuno»
ITALIA
20 ore
15enne uccisa da un colpo di fucile in casa, a sparare è stato il fratellino
Svolta nelle indagini nella tragica morte avvenuta ieri in un'abitazione del Bresciano
Francia
22 ore
Sessant'anni fa Parigi si svegliò nel sangue
Oggi la Francia commemora un massacro che pochi conoscono e sui cui bisogna fare ancora chiarezza
STATI UNITI
1 gior
L'assassino americano Robert Durst rischia di morire a causa dal coronavirus
Il 78enne, reso celebre per la sua clamorosa confessione nella serie tv “The Jinx”, era stato condannato all'ergastolo
STATI UNITI
1 gior
Bill Clinton ricoverato: presto verrà dimesso
L'ex-presidente era stato ospedalizzato con una certa urgenza settimana scorsa
FOTO
ITALIA
1 gior
"No green pass", nervi tesi a Milano
Cortei, proteste, slogan e qualche scontro con le forze dell'ordine. Migliaia di persone in piazza
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile