Immobili
Veicoli
keystone-sda.ch (Kim Ludbrook)
In Africa c'è urgente bisogno di 20 milioni di dosi di vaccino Covid-19.
REPUBBLICA DEL CONGO
27.05.21 - 23:000

«L'Africa ha urgente bisogno di almeno 20 milioni di seconde dosi»

L'allarme dell'Organizzazione mondiale della sanità: «Il tempo stringe»

BRAZZAVILLE - L'Organizzazione mondiale della sanità ha lanciato l'allarme per il buon esito della campagna vaccinale in Africa. Il continente «ha bisogno di almeno 20 milioni di dosi del vaccino Oxford-AstraZeneca nelle prossime sei settimane», per fare in modo che chi ha ricevuto la prima dose possa ottenere la seconda «entro l'intervallo di 8-12 settimane raccomandato dall'Oms.

Due vaccinati ogni 100 abitanti - Questa è la necessità più urgente, ma non l'unica: «Sono necessarie altri 200 milioni di dosi di qualsiasi vaccino Covid-19 elencato per l'uso di emergenza dall'Oms in modo che il continente possa vaccinare il 10% della sua popolazione entro settembre». Allo stato attuale, in Africa sono state somministrate 28 milioni di dosi dei vari vaccini in circolazione. Un'inezia, rispetto agli 1,5 miliardi di dosi iniettate a livello globale. Il rapporto tra dosi e abitanti è sconfortante: sono meno di due per ogni 100 persone che vivono nel continente africano.

«Man mano che le scorte si esauriscono, la condivisione della dose è una soluzione urgente, critica e a breve termine per garantire che gli africani a maggior rischio ottengano la protezione tanto necessaria», ha affermato il dottor Matshidiso Moeti, direttore regionale dell'Oms per l'Africa. «L'Africa ha bisogno di vaccini adesso. Qualsiasi pausa nelle nostre campagne di vaccinazione porterà a vite e speranze perse».

«Il tempo stringe» - «È troppo presto per dire se l'Africa è all'apice di una terza ondata» osserva Moeti. «Tuttavia, sappiamo che i casi sono in aumento e il tempo stringe, quindi chiediamo urgentemente ai paesi che hanno vaccinato i loro gruppi ad alto rischio di accelerare la condivisione delle dosi per proteggere completamente le persone più vulnerabili».

La donazione di dosi - La Francia è la prima nazione che ha condiviso un quantitativo di vaccini destinati all'uso interno: oltre 31mila dosi sono state donate alla Mauritania e poco meno di 75mila sono in imminente consegna. Parigi si è inoltre impegnata a condividere mezzo milione di dosi con sei paesi africani nelle prossime settimane. L'Unione europea e i suoi Stati membri si sono impegnati a oltre 100 milioni di dosi per i paesi a basso reddito entro la fine del 2021. Altri 80 milioni sono stati promessi dagli Usa. 

L'Oms chiede poi di applicare la solidarietà all'interno del continente. «I paesi africani che non sono in grado di utilizzare tutti i loro vaccini li condividono in tutto il continente. Sebbene ciò prevenga lo spreco di vaccino, la ridistribuzione delle dosi è costosa e i paesi devono distribuire tutte le dosi disponibili il prima possibile. L'Oms sta lavorando a stretto contatto con i paesi per migliorare l'implementazione del vaccino ottimizzando le strategie di consegna e aumentando l'assorbimento» delle forniture.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
UCRAINA
1 ora
I destini paralleli delle fabbriche-bunker in Ucraina
Prima la Azovstal a Mariupol, ora la Azot di Severodonetsk
PERÙ
4 ore
Violenta scossa di terremoto in Perù: magnitudo 7.2
La popolazione è scesa in strada temendo scosse di assestamento
STATI UNITI
4 ore
«È morta a 10 anni, cercando di salvare i suoi compagni»
Mentre si ricostruiscono le azioni dell'omicida di Uvalde, il dolore dei famigliari delle vittime rimbomba nel mondo
INDIA
7 ore
Cinque ore bloccati sull'aereo, senza nessuna informazione
L'ira dei passeggeri che ieri dovevano volare con SpiceJet: «Ci hanno detto solo che c'era un server rotto»
MONDO
10 ore
Vaiolo delle scimmie, più colpito «chi ha più partner sessuali»
Le valutazioni del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC)
UCRAINA: SEGUI IL LIVE
LIVE
Kiev in allarme: «Segnali di escalation russa»
Nel frattempo, altri due soldati russi si sono dichiarati colpevoli di crimini di guerra. La sentenza il 31 maggio.
STATI UNITI
11 ore
«Ti amo. Vado a sparare in una scuola»
È emerso il contenuto dei messaggi inquietanti inviati dall'autore della strage alla scuola elementare
STATI UNITI
22 ore
«Sto per sparare in una scuola elementare»
I messaggi su Facebook del 18enne di Uvalde. Nella strage sono morti 19 bambini e due insegnanti
STATI UNITI
1 gior
Strage in Texas, una bambina tentò di chiamare la polizia
Cominciano ad emergere i primi nomi e le prime storie delle vittime della sparatoria di Uvalde
REGNO UNITO
1 gior
«Partygate, molti comportamenti lasciano sgomenti»
Johnson si è assunto la «piena responsabilità», ma si è detto anche «sorpreso e deluso»
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile