AFP
RUANDA
27.05.21 - 12:310

Genocidio del Ruanda, Macron ammette la responsabilità della Francia

«Il silenzio» è prevalso per troppo tempo «sull'esame della verità» ha detto il premier

Il massacro del 1994, lo ricordiamo, ha causato circa 800'000 vittime

KIGALI - Il Presidente francese Emmanuel Macron ha ammesso la responsabilità francese nel genocidio del Ruanda, avvenuto nel 1994 e costato la vita a circa 800'000 persone.

«Stando qui oggi, con umiltà e rispetto, al vostro fianco, sono venuto a riconoscere le nostre responsabilità», ha detto Macron in visita alla capitale Kigali. Lo riporta il quotidiano Le Monde.

In Francia «il silenzio» è prevalso per troppo tempo «sull'esame della verità», e per questo il paese deve ammettere «la sofferenza inflitta al popolo ruandese», ha spiegato Macron dal Memoriale del Genocidio di Kigali, dove sono sepolte più di 250'000 persone di etnia Tutsi.

Sebbene «non sia stata complice», la Francia «è rimasta di fatto di fianco a un regime genocida», ed ha per questo «un ruolo, una storia e una responsabilità» in Ruanda, ha poi aggiunto Macron.

Le relazioni tra i due paesi si sono deteriorate sempre più dopo il genocidio del 1994 e Macron è il primo leader francese a visitare il paese da dieci anni, con lo scopo di avviare una riconciliazione tra i due paesi.

«Solo coloro che hanno superato le notti possono forse perdonare, darci il dono del perdono», ha concluso il premier francese che ha visitato anche il Museo della memoria, deponendo in loco una corona di fiori.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
LIVE
MONDO
LIVE
«Per saperne di più su Omicron saranno necessarie 2-3 settimane»
L'Oms parla di «potenziale elevato di diffusione» della nuova variante, diversi Paesi annunciano nuove misure
ISRAELE / ITALIA
9 ore
Respinto il ricorso del nonno: il piccolo Eitan rientra in Italia
La conferma della Corte Suprema israeliana: il piccolo sopravvissuto alla tragedia del Mottarone sarà presto in Italia
SUDAFRICA
9 ore
«Omicron? Sintomi più lievi, ma anziani e casi a rischio stiano attenti»
Le parole della dottoressa sudafricana che ha scoperto la nuova variante: «Preoccupati? No. Sul chi vive? Sì»
REGNO UNITO
9 ore
Bufera di neve: 60 persone bloccate per due giorni in un pub
Una bufera legata alla tempesta Arwen ha isolato completamente il Tan Hill Inn, impedendo ai presenti di tornare a casa
STATI UNITI
15 ore
Minorenni reclutate per Epstein? Ghislaine Maxwell a processo
La 59enne ex compagna di Epstein si è dichiarata non colpevole di tutti i capi d'accusa
FRANCIA
1 gior
«Troppi morti nella Manica, è inaccettabile»
Lo ha detto il Ministro francese Gérald Darmanin, in un meeting relativo alla situazione dei migranti
PERÙ
1 gior
Trema la terra nel nord del Perù: scossa di magnitudo 7,5
Non sono al momento segnalate vittime, ma i danni materiali sembrano essere ingenti
ITALIA
2 gior
I No-Pass lanciano gli home bar: «Come al ristorante ma a casa»
È L'ultima idea nata sui social per eludere il Super Green Pass che entrerà in vigore il prossimo sei dicembre.
MILANO
2 gior
A Milano da oggi si torna alla mascherina all'aperto
La disposizione sarà valida in tutto il centro città almeno fino al 31 dicembre.
KOSOVO
2 gior
Attacca uno scuolabus imbracciando un Kalashnikov
La mattanza è avvenuta ieri sera nel villaggio di Gllogjan: deceduti due studenti e l'autista.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile