Keystone
FRANCIA
23.04.21 - 22:010
Aggiornamento : 23:31

Attentato, la Francia si unisce e piange Stéphanie

Tre individui sono stati fermati in relazione all'aggressione odierna a Rambouillet

«Non cederemo nella battaglia contro il terrorismo» ha nel frattempo detto Macron

RAMBOUILLET - «Era una poliziotta. Stéphanie è stata uccisa nel suo commissariato di Rambouillet, sulle terre già colpite delle Yvelines. La Nazione è al fianco della sua famiglia, dei suoi colleghi e delle forze dell'ordine. Nella battaglia ingaggiata contro il terrorismo islamista, non cederemo».

È quanto ha scritto in un tweet il Presidente francese Emmanuel Macron, in riferimento all'accoltellamento di una poliziotta di 49 anni a sudovest di Parigi per mano di un sospetto estremista islamista tunisino, ucciso a sua volta dagli agenti. 

Sul luogo dell'attacco si sono recati il premier Jean Castex e il ministro dell'interno Gérald Darmanin. «La nostra determinazione per lottare contro il terrorismo sotto ogni forma è più che mai intatta», ha assicurato il premier, giunto ad esprimere personalmente il suo sostegno ai «poliziotti e funzionari del commissariato».

Stéphanie, al momento dell'attacco, era disarmata, ed è morta dopo essere stata colpita alla gola. Lavorava a Rambouillet da 28 anni ed oggi lascia due figlie di 18 e 13 anni. Dell'assalitore non si sa molto: era un tunisino di 36 anni, finora ignoto agli 007 francesi. Secondo gli inquirenti, era arrivato in Francia nel 2009 e solo in seguito regolarizzato.

Nel frattempo, mentre l'antiterrorismo francese continua la sua indagine - che ha coinvolto anche il servizio di intelligence nazionale - la polizia francese ha arrestato tre persone. Una fonte giudiziaria ha detto che i tre facevano parte dell'"entourage" del sospetto.

Soltanto in Francia, dal 2015, sono oltre 260 i morti caduti sotto i colpi del terrorismo jihadista. L'ultimo attacco contro gli agenti risale al 3 ottobre 2019, quando un impiegato della prefettura di polizia di Parigi accoltellò a morte tre poliziotti e un agente amministrativo prima di essere a sua volta abbattuto.

Nel mare di reazioni odierne, c'è anche quella del Consiglio francese del culto musulmano (Cfcm) che condanna con forza quanto accaduto: «Questo atto barbaro, che sarebbe stato accompagnato dal grido Allah Akbar, è un orrore che nessuna religione può accettare».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
ITALIA
21 min
Archiviate le accuse contro il paziente 1 italiano
Gli inquirenti volevano verificare se Mattia Maestri avesse mentito ai medici di Codogno
AUSTRIA/GERMANIA
2 ore
Arrivano in crociera... positivi al Covid
Il viaggio della nave è stato fermato: dei 178 passeggeri sulla crociera 80 sono risultati positivi al tampone
CINA
4 ore
Dal nuoto al curling: come Pechino passa dalle Olimpiadi estive a quelle invernali
È la prima volta che la stessa città ospita le due versioni dei giochi. E le sfide non mancano.
Francia
7 ore
I francesi sequestrano una barca ai pescatori inglesi
Stretta sui porti: si annunciano controlli doganali più severi e divieto di sbarco del pescato
TAIWAN
10 ore
«Se Taiwan cade, la democrazia globale è a rischio»
Le parole della presidente Tsai Ing-wen a fronte di una tensione sempre altissima con Pechino e l'alleanza con gli Usa
NUOVA ZELANDA
13 ore
Neozelandesi stremati tornano a casa via mare
C'è chi non ne può più delle lunghe liste d'attesa, e ha affrontato dieci giorni di navigazione
MONDO
14 ore
Se «Facebook non vuole più essere Facebook»
Il colosso social prepara la svolta. Ne parliamo con Eleonora Benecchi, docente di Culture digitali dell'USI.
NORDEST EUROPEO
23 ore
Rubinetti russi agli sgoccioli in una Moldavia sempre più europea
Tra le autorità moldave e la società russa fornitrice di gas Gazprom è scontro totale per un aumento dei prezzi
MONDO
1 gior
Niente più fame nel mondo? Basterebbe il 2% del patrimonio di Elon Musk
Il direttore del Programma alimentare mondiale delle Nazioni Unite invita i più ricchi del pianeta a «farsi avanti»
STATI UNITI
1 gior
Di cosa è morto Brian Laundrie? L'autopsia non dà una risposta
La vicenda dei due giovani continua a far parlare di sé, e sono ancora molte le domande senza risposta
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile