Getty
+7
GERMANIA
21.04.21 - 18:070

Lockdown sempre più vicino, a Berlino scontri con la polizia

In Parlamento è passato un disegno di legge per applicare un confinamento a livello nazionale

In molti, contrari, si sono però riversati in piazza: 8'000 manifestanti presenti a Berlino

BERLINO - La polizia si è scontrata oggi con migliaia di manifestanti a Berlino, nel tentativo di disperdere una manifestazione contro un lockdown che è sempre più imminente.

Infatti, mentre in piazza i tafferugli imperversavano, il parlamento tedesco ha votato a favore di un disegno di legge che mira a dare al governo più poteri - rispetto ai singoli Länder - per applicare un lockdown a livello nazionale e combattere così la terza ondata, che in Germania è sempre più preoccupante.

Il governo di Angela Merkel ha elaborato questa proposta - definita «freno d'emergenza» - in seguito al rifiuto di alcuni Stati di mettere in atto delle misure più severe, nonostante l'aumento di contagi e ricoveri. 

Con la nuova legge, lo ricordiamo, il governo potrebbe imporre un coprifuoco a livello nazionale, e anche limitare le riunioni private, sportive, e l'apertura dei negozi. Uno scenario che coloro che sono scesi in piazza - secondo il quotidiano Welt circa 8'000 persone - vorrebbero evitare a tutti i costi, in quanto «mina i valori presenti nella costituzione tedesca».

La polizia, presente in massa oggi a Berlino, ha dal canto suo dichiarato di essere intervenuta poiché molti manifestanti «non indossavano la mascherina e non rispettavano la distanza». In seguito agli scontri, tre poliziotti sono rimasti feriti e almeno cento persone sono state arrestate, ma è un bilancio che potrebbe aggravarsi nelle prossime ore.

Alla votazione odierna, come riferisce il Frankfurter Allgemeine Zeitung, 342 parlamentari si sono espressi a favore, 220 contro, e 64 si sono astenuti. Giovedì il disegno di legge dovrà passare l'ultimo ostacolo del Bundesrat, dove se venisse approvato potrebbe entrare presto in vigore.

La Germania ha registrato oggi 24'884 nuovi casi di coronavirus, portando il totale a quasi 3,19 milioni. Negli scorsi giorni, dottori e medici hanno avvertito che, se non si agisse celermente con nuove misure, le unità di terapia intensiva rischierebbero il sovraccarico.

keystone-sda.ch (FILIP SINGER)
Guarda tutte le 11 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
MONDO
8 min
Incidenti mortali giù del 50% in dieci anni: l'obiettivo dell'OMS
Ogni giorno muoiono 3'500 persone sulle strade. All'anno sono più di un milione, e quasi tutte evitabili.
STATI UNITI
2 ore
Da oggi «Facebook si chiama Meta»
Mark Zuckerberg ha ufficializzato la nuova identità dell'azienda durante l'atteso Connect
ITALIA
3 ore
Archiviate le accuse contro il paziente 1 italiano
Gli inquirenti volevano verificare se Mattia Maestri avesse mentito ai medici di Codogno
AUSTRIA/GERMANIA
5 ore
Arrivano in crociera... positivi al Covid
Il viaggio della nave è stato fermato: dei 178 passeggeri sulla crociera 80 sono risultati positivi al tampone
CINA
8 ore
Dal nuoto al curling: come Pechino passa dalle Olimpiadi estive a quelle invernali
È la prima volta che la stessa città ospita le due versioni dei giochi. E le sfide non mancano.
Francia
11 ore
I francesi sequestrano una barca ai pescatori inglesi
Stretta sui porti: si annunciano controlli doganali più severi e divieto di sbarco del pescato
TAIWAN
13 ore
«Se Taiwan cade, la democrazia globale è a rischio»
Le parole della presidente Tsai Ing-wen a fronte di una tensione sempre altissima con Pechino e l'alleanza con gli Usa
NUOVA ZELANDA
17 ore
Neozelandesi stremati tornano a casa via mare
C'è chi non ne può più delle lunghe liste d'attesa, e ha affrontato dieci giorni di navigazione
MONDO
17 ore
Se «Facebook non vuole più essere Facebook»
Il colosso social prepara la svolta. Ne parliamo con Eleonora Benecchi, docente di Culture digitali dell'USI.
NORDEST EUROPEO
1 gior
Rubinetti russi agli sgoccioli in una Moldavia sempre più europea
Tra le autorità moldave e la società russa fornitrice di gas Gazprom è scontro totale per un aumento dei prezzi
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile