keystone-sda.ch / STF (Manish Swarup)
MONDO
20.04.21 - 23:330

Nel mondo con il Covid non sta andando tutto bene

Malgrado vaccini e ottimismo, l'ultima settimana è stata da record assoluto per contagi.

Fra le nazioni più colpite, India, Brasile e Stati Uniti dove le varianti cominciano a farsi sentire: «La gente è stanca».

GINEVRA - Ottimismo, riaperture, vaccinazioni che vanno a gonfie vele (da ieri negli Usa si vaccinano gli over 16) eppure il coronavirus, nel mondo non è mai stato così aggressivo, diffuso e mortale.

A sostenerlo, un recente rapporto dell'OMS, che segnala come l'ultima settimana sia stata quella con più contagi in assoluto da inizio pandemia (più di 5,2 milioni a livello globale). E, di conseguenza, anche i decessi starebbero accelerando in maniera preoccupante.

«Ci sono voluti 9 mesi per raggiungere il primo milione di morti, 4 mesi per raggiungere i 2 milioni e solo 3 per arrivare ai 3 milioni», ha confermato in conferenza stampa il direttore generale dell'OMS Tedros Adhanom Ghebreyesus, «sono solo numeri, per quanto possano annichilirci per la loro grandezza, ma ognuna di quelle morti è una tragedia per una famiglia, una comunità e nazione».

Pandemia mutaforma - Con il passare del tempo, in seguito a quanto intrapreso per fermarla, la pandemia ha cambiato volto. Ha imperversato là dove ha trovato debolezza e ha iniziato a colpire in maniera differente.

Vaccinati gli anziani, ha iniziato a diffondersi fra gli adulti e i giovani - che hanno più contatti sociali - portando a un maggiore tasso d'ospedalizzazione per la fascia d'età che va dai 25 ai 59. Una situazione, questa, che si sta presentando anche in Svizzera.

E se, in Europa, la situazione sembrerebbe più sotto controllo è proprio nella "fascia secondaria" che il Covid ha iniziato a imperversare: oltre al Brasile, l'India (che ha dato origine a una nuova variante) mentre sono diverse le nazioni asiatiche che hanno manifestato una recente impennata (fra questi anche la Thailandia).

Ed è soprattutto l'India a preoccupare, con una seconda ondata caratterizzata da una media giornaliera di 200'000 contagi, per un totale da 15 milioni al secondo posto dietro agli Stati Uniti (32 milioni, dall'inizio della pandemia).

E proprio negli States, malgrado l'imponente sforzo vaccinale, i casi stanno ritornando a salire (67'000 al giorno nell'ultima settimana, +25% rispetto al mese precedente) a causa delle varianti, che si stanno facendo largo solo ora.

«La gente è stanca», ha commentato alla CNN il responsabile della Sanità dello Stato del Michigan dove di recente si attivato un nuovo focolaio, «abbiamo fatto i lockdown, ci siamo chiusi in casa, ora arriva la bella stagione e la gente pensa: "Non ne possiamo più, usciamo e incontriamo altre persone"». 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
1 ora
Vaccini e brevetti, si riapre una vecchia ferita
Gli Stati Uniti favorevoli alla sospensione sui sieri anti-Covid. Una posizione che ha deluso le case farmaceutiche.
FOTO
REGNO UNITO
2 ore
Pescherecci francesi bloccano Jersey, Johnson manda la Marina
Sale la tensione nella Manica dopo i cambiamenti sulla pesca legati all'entrata in vigore della Brexit
FOTO
ITALIA
4 ore
Omicidio Cerciello, ergastolo per i due studenti americani Elder e Natale
Il fatto di sangue, avvenuto a Roma nel 2019, si è concluso con una condanna pesante per i due giovani
MONDO
6 ore
La risposta dei Governi al Covid? Bene in Asia, male in Europa
È quanto sostengono i cittadini dei rispettivi paesi, interpellati a margine del Democracy Perception Index 2021
NEPAL
12 ore
Parecchi positivi al coronavirus al campo base dell'Everest
C'è grande preoccupazione nella comunità degli scalatori, situazione imbarazzante per il governo nepalese
SERBIA
12 ore
«25 euro a chi si è vaccinato entro fine maggio»
È la curiosa iniziativa lanciata dal Governo serbo per contrastare il rallentamento della campagna vaccinale.
STATI UNITI
13 ore
All'asta un vino spaziale
Ha trascorso 14 mesi a bordo della Stazione Spaziale Internazionale
GIAPPONE
14 ore
Prove di Olimpiadi in tempo di Covid, tra critiche e protocolli
Sebastian Coe, a capo della World Athletics, è convinto che l'Olimpiade avrà luogo: «I protocolli sono rigidi e testati»
ITALIA
16 ore
Pfizer e Moderna, «raccomandati» 42 giorni tra una dose e l'altra
Lo indica una circolare del ministero della Sanità, per vaccinare più persone possibili con le fiale a disposizione
REGNO UNITO
16 ore
La pandemia è stata sottostimata, anche dagli esperti
Uno studio britannico dimostra che, nonostante tutto, vale la pena ascoltare chi ha competenze
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile