keystone
Navalny in una delle ultime foto prima della detenzione
RUSSIA
17.04.21 - 19:020
Aggiornamento : 22:56

Navalny «sta morendo»

Lo ha annunciato su Twitter la sua portavoce

MOSCA - «La gente di solito evita la parola "morire". Ma ora Alexey sta morendo. Nelle sue condizioni, è una questione di giorni». Lo ha scritto su Twitter Kira Yarmish, la portavoce dell'oppositore russo Alexey Navalny.

I medici vicini a Navalny hanno chiesto di vederlo immediatamente, temendo un arresto cardiaco «da un momento all'altro».

Il principale oppositore del Cremlino ha smesso di mangiare il 31 marzo per protestare contro le sue pessime condizioni di detenzione, accusando l'amministrazione carceraria di negargli l'accesso a un medico e alle medicine perché soffre di una doppia ernia discale. La sua dottoressa personale, Anastassia Vassilieva e altri tre medici, tra cui un cardiologo, hanno richiesto l'accesso immediato a Navalny, inviando una lettera ai servizi carcerari russi pubblicata oggi sull'account Twitter della Vassilieva.

A parere del medico, il livello di concentrazione di potassio nel sangue di Navalny ha raggiunto un livello «critico», «il che significa che possono verificarsi una compromissione della funzione renale e gravi problemi del ritmo cardiaco, che possono sopraggiungere da un minuto all'altro».

«Un paziente con un tale livello di potassio dovrebbe essere ricoverato in terapia intensiva, perché l'aritmia che può risultare fatale può svilupparsi in qualsiasi momento», ha aggiunto su Facebook il cardiologo Iarolav Achikhmine.

Ieri il dissidente aveva fatto sapere, tramite un post su Instagram, che gli amministratori della prigione avevano minacciato di iniziare immediatamente l'alimentazione forzata a causa del deterioramento della sua salute. Citando un colonnello donna, Navalny aveva scritto che il suo esame del sangue «indica un grave deterioramento della salute».

La moglie di Navalny nel corso della settimana ha detto che l'oppositore «parla con difficoltà» e ha perso una quantità significativa di peso (da 93 chilogrammi quando è stato incarcerato per la prima volta a febbraio a 85 chilogrammi all'inizio dello sciopero della fame a 76 chilogrammi lo scorso martedì).

L'appello - Circa 70 artisti, scrittori e attori, fra cui i premi Nobel per la Letteratura Svetlana Alexievitch e Salman Rushdie, hanno pubblicato un appello a Vladimir Putin affinché cure mediche urgenti vengano prestate all'oppositore Alexei Navalny.
«Ci appelliamo a lei signor presidente affinché Navalny riceva immediatamente attenzione medica adeguata e le cure urgenti di cui ha bisogno e alle quali ha diritto come tutti i cittadini russi», si legge nel documento pubblicato sul sito Internet di Le Monde. Tra i firmatari anche J.M. Coetzee, lJude Law, Vanessa Redgrave, J.K. Rowling, Arundhati Roy.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
20 min
La guerra dell'hamburger... che non esiste
Nessun crociata contro la carne rossa da parte dell'amministrazione Biden.
STATI UNITI
12 ore
La Nasa bacchetta la Cina per il rientro del razzo nell'atmosfera
«È chiaro che non riesce a soddisfare gli standard responsabili per quanto riguarda i detriti spaziali» dice Bill Nelson
GERMANIA
15 ore
Al via da oggi i "privilegi" per i vaccinati
Non dovranno sottostare più al coprifuoco né ai limiti di numero per gli incontri privati
UNIONE EUROPEA
17 ore
L'Ue non rinnova il contratto con AstraZeneca
L'accordo con l'azienda anglo-svedese prosegue fino a giugno, poi «vedremo cosa succederà»
FOTO
SPAGNA
18 ore
Via lo stato d'emergenza: per alcuni è gioia, per altri ansia
Revocato il coprifuoco in buona parte del Paese: molti sono scesi in piazza, ma per alcuni saranno giorni complicati
MALDIVE
20 ore
Pericolo scampato: il razzo cinese è finito nell'Oceano
I detriti che non si sono disintegrati in volo sono atterrati vicino alle Maldive
FOTOGALLERY
AFGHANISTAN
21 ore
Autobomba a Kabul, i morti sono 50
Peggiora il bilancio delle vittime dell'attentato fuori da una scuola femminile, a Kabul
STATI UNITI
22 ore
Spari a Times Square: ferite due donne e una bimba
Finora nessun sospetto è stato arrestato. Le tre persone sono ricoverate in ospedale, la loro vita non è in pericolo
UNIONE EUROPEA
1 gior
«Siamo la farmacia del mondo»
Lo ha dichiarato Ursula von der Leyen, a capo della Commissione europea
REGNO UNITO
1 gior
Una trentina di "prigionieri" della Brexit
Cittadini europei trattenuti fino a sette giorni perché privi di permessi. Si tratta per lo più di giovani
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile