Reuters
Jens Stoltenberg, Segretario Generale della Nato.
UCRAINA
13.04.21 - 20:000

La Nato: «Pieno sostegno all'Ucraina»

Il Cremlino, dal canto suo, ha accusato gli Stati Uniti e la NATO di trasformare l'Ucraina in una «polveriera»

BRUXELLES - La Nato ha denunciato oggi l'aumento delle truppe russe al confine con l'Ucraina, invitando il Cremlino a ritirare i soldati dalla regione.

Lo ha dichiarato il Segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, ripreso dall'agenzia AP.

Il politico norvegese ha poi aggiunto che l'Ucraina avrà tutto il sostegno della Nato nel conflitto che colpisce, ormai da anni, la regione del Donbass, e che nelle ultime settimane è stato caratterizzato da un aumento delle ostilità, per poi ribadire che la Nato «non riconosce e non riconoscerà l'annessione illegale e illegittima della Crimea da parte della Russia».

«Nelle ultime settimane, la Russia ha spostato migliaia di truppe ai confini dell'Ucraina, la più grande mobilitazione dal 2014» ha spiegato Stoltenberg in una conferenza stampa con il Ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba, definendo tale azione «inspiegabile, ingiustificata e profondamente preoccupante».

«La Russia deve porre fine a questa mobilitazione militare, fermare le sue provocazioni e portare così ad una diminuzione immediata della tensione», ha poi detto Stoltenberg.

Kuleba, dal canto suo, ha chiesto ulteriori sanzioni economiche alla Russia e più sostegno militare all'Ucraina. «Abbiamo bisogno di misure che scoraggino la Russia e che contengano le sue intenzioni aggressive», ad esempio «un nuovo ciclo di sanzioni», ha dichiarato il Ministro.

La Russia respinge le critiche

Il Cremlino, dal canto suo, ha accusato gli Stati Uniti e altri paesi della NATO di aver trasformato l'Ucraina in una «polveriera».

«È naturale che se la situazione si dovesse aggravare noi agiremmo per garantire la nostra sicurezza e la sicurezza dei nostri cittadini, ovunque essi siano», ha detto il vice ministro degli Esteri Sergei Ryabkov, citato dalle agenzie di stampa russe.

«Ma saranno Kyiv e i suoi alleati in Occidente ad essere interamente responsabili delle conseguenze di un'ipotetica esacerbazione» ha poi aggiunto.

La Russia non ha poi negato l'accumulo di truppe lungo il confine, ma i funzionari hanno detto che non aveva alcuna intenzione di andare in guerra con l'Ucraina.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Baba 3 sett fa su tio
ahahahaha la nato a perso credibilità da anni ormai... ma purtroppo solo essa può proteggerci da eventuali attacchi terroristici... io vorrei una forza militare europea!
stefanobig 3 sett fa su tio
Stolt.. enberg omen nomen
apota 3 sett fa su tio
La Nato alla Russia: "Ritirate le truppe" che sono sul vostro territorio ma troppo vicine alle nostre. Che tolla!
seo56 3 sett fa su tio
Sarebbe ora!! Ma non solo parole, bisogna mettere con le spalle al muro quel psicopatico nano russo nonché boicottare tutto ciò che è russo!
Wunder-Baum 3 sett fa su tio
Penso che, prima o poi, a furia di stuzzicare, possa succedere quello che non vorremmo. Cerchiarlo quindi di evitarlo per il bene di tutti !
seo56 3 sett fa su tio
@Wunder-Baum Per il bene di tutti é mettere in galera il nano criminale!!
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
32 min
Vaccini e brevetti, si riapre una vecchia ferita
Gli Stati Uniti favorevoli alla sospensione sui sieri anti-Covid. Una posizione che ha deluso le case farmaceutiche.
FOTO
REGNO UNITO
1 ora
Pescherecci francesi bloccano Jersey, Johnson manda la Marina
Sale la tensione nella Manica dopo i cambiamenti sulla pesca legati all'entrata in vigore della Brexit
FOTO
ITALIA
3 ore
Omicidio Cerciello, ergastolo per i due studenti americani Elder e Natale
Il fatto di sangue, avvenuto a Roma nel 2019, si è concluso con una condanna pesante per i due giovani
MONDO
5 ore
La risposta dei Governi al Covid? Bene in Asia, male in Europa
È quanto sostengono i cittadini dei rispettivi paesi, interpellati a margine del Democracy Perception Index 2021
NEPAL
11 ore
Parecchi positivi al coronavirus al campo base dell'Everest
C'è grande preoccupazione nella comunità degli scalatori, situazione imbarazzante per il governo nepalese
SERBIA
11 ore
«25 euro a chi si è vaccinato entro fine maggio»
È la curiosa iniziativa lanciata dal Governo serbo per contrastare il rallentamento della campagna vaccinale.
STATI UNITI
12 ore
All'asta un vino spaziale
Ha trascorso 14 mesi a bordo della Stazione Spaziale Internazionale
GIAPPONE
13 ore
Prove di Olimpiadi in tempo di Covid, tra critiche e protocolli
Sebastian Coe, a capo della World Athletics, è convinto che l'Olimpiade avrà luogo: «I protocolli sono rigidi e testati»
ITALIA
15 ore
Pfizer e Moderna, «raccomandati» 42 giorni tra una dose e l'altra
Lo indica una circolare del ministero della Sanità, per vaccinare più persone possibili con le fiale a disposizione
REGNO UNITO
15 ore
La pandemia è stata sottostimata, anche dagli esperti
Uno studio britannico dimostra che, nonostante tutto, vale la pena ascoltare chi ha competenze
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile