Trombosi: gli USA mettono in pausa il vaccino Johnson & Johnson
AFP
STATI UNITI
13.04.21 - 13:270
Aggiornamento : 14:41

Trombosi: gli USA mettono in pausa il vaccino Johnson & Johnson

La decisione arriva in seguito a sei casi di formazione di «coaguli di sangue», uno dei quali ha portato a un decesso

WASHINGTON - L'uso del siero di Johnson & Johnson e Janssen sarà momentaneamente sospeso nei siti di vaccinazione federali degli Stati Uniti.

Lo hanno dichiarato oggi la Food and Drug Administration (FDA) e i Centri di Controllo e prevenzione delle malattie (CDC), come indica il New York Times.

Le agenzie federali sanitarie hanno inoltre chiesto ai Governatori dei vari Stati di interrompere la vaccinazione con il preparato mono dose, in seguito a sei casi di formazione di «coaguli di sangue» entro circa due settimane dalla vaccinazione, hanno detto i funzionari delle agenzie.

In tutti i casi, i pazienti colpiti sono donne, tra i 18 e i 48 anni di età. Tra queste si registra una vittima (in Nebraska), e un ricovero «in condizioni critiche».

Quasi sette milioni di persone negli Stati Uniti hanno ricevuto i vaccini Johnson & Johnson finora, secondo i dati dei CDC, i cui ricercatori esamineranno ora i possibili legami tra il vaccino e i casi di coagulazione, e determineranno se continuare ad autorizzare l'uso del vaccino per tutti gli adulti, o limitare l'autorizzazione.

In tal senso, una riunione d'emergenza del comitato consultivo esterno dei CDC è stata programmata per mercoledì. E per le 16 di oggi (ora svizzera) è stata annunciata una conferenza stampa sulla vicenda.

Settimana scorsa, lo ricordiamo, anche l'Agenzia europea per i medicinali (Ema) ha avviato una revisione del vaccino di J&J e Janssen per alcuni «eventi tromboembolici».

La decisione delle autorità Usa sta avendo, come era facile immaginare, delle ripercussioni sul titolo di J&J in Borsa. A Wall Street, nelle contrattazioni che precedono l'apertura del mercato, la perdita è intorno ai 2,5 punti percentuali.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
LIVE
MONDO
LIVE
«Per saperne di più su Omicron saranno necessarie 2-3 settimane»
L'Oms parla di «potenziale elevato di diffusione» della nuova variante, diversi Paesi annunciano nuove misure
ISRAELE / ITALIA
15 ore
Respinto il ricorso del nonno: il piccolo Eitan rientra in Italia
La conferma della Corte Suprema israeliana: il piccolo sopravvissuto alla tragedia del Mottarone sarà presto in Italia
SUDAFRICA
16 ore
«Omicron? Sintomi più lievi, ma anziani e casi a rischio stiano attenti»
Le parole della dottoressa sudafricana che ha scoperto la nuova variante: «Preoccupati? No. Sul chi vive? Sì»
REGNO UNITO
16 ore
Bufera di neve: 60 persone bloccate per due giorni in un pub
Una bufera legata alla tempesta Arwen ha isolato completamente il Tan Hill Inn, impedendo ai presenti di tornare a casa
STATI UNITI
22 ore
Minorenni reclutate per Epstein? Ghislaine Maxwell a processo
La 59enne ex compagna di Epstein si è dichiarata non colpevole di tutti i capi d'accusa
FRANCIA
1 gior
«Troppi morti nella Manica, è inaccettabile»
Lo ha detto il Ministro francese Gérald Darmanin, in un meeting relativo alla situazione dei migranti
PERÙ
1 gior
Trema la terra nel nord del Perù: scossa di magnitudo 7,5
Non sono al momento segnalate vittime, ma i danni materiali sembrano essere ingenti
ITALIA
2 gior
I No-Pass lanciano gli home bar: «Come al ristorante ma a casa»
È L'ultima idea nata sui social per eludere il Super Green Pass che entrerà in vigore il prossimo sei dicembre.
MILANO
2 gior
A Milano da oggi si torna alla mascherina all'aperto
La disposizione sarà valida in tutto il centro città almeno fino al 31 dicembre.
KOSOVO
2 gior
Attacca uno scuolabus imbracciando un Kalashnikov
La mattanza è avvenuta ieri sera nel villaggio di Gllogjan: deceduti due studenti e l'autista.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile