keystone-sda.ch / STR (Martin Meissner)
MONDO
09.04.21 - 15:390
Aggiornamento : 16:56

I messaggi d'affetto dei leader mondiali per Filippo

Iniziano ad arrivare i primi tributi internazionali verso il compianto Duca di Edimburgo

LONDRA - Diversi capi di Stato e leader politici e religiosi di tutto il mondo hanno manifestato alla regina Elisabetta II il loro cordoglio per la morte del duca di Edimburgo.

In primis dal Regno Unito, dove in queste ore i tributi del mondo politico si moltiplicano da personalità di ogni orientamento. Da Boris Johnson, al leader dell'opposizione laburista Keir Starmer, alla leader secessionista scozzese dell'Snp Nicola Sturgeon, tutti hanno voluto dedicare messaggi d'affetto al compianto Duca di Edimburgo.

Johnson ha ricordato Filippo «come una figura pubblica molto amata e altamente rispettata». «Ricorderemo il duca di Edimburgo per il suo contributo alla nazione e per il suo solido supporto alla regina», ha detto il premier britannico Boris Johnson parlando fuori da Downing Street. «Come nazione e come regno ringraziamo la straordinaria figura e il lavoro» del principe Filippo, ha detto ancora il premier definendolo «un amorevole marito, un padre e un nonno affettuoso». 

Il Cordoglio dei reali europei 

La famiglia reale spagnola ha espresso le condoglianze a quella britannica e ai cittadini del Regno Unito per la morte del principe Filippo, che era cugino del padre della regina emerita di Spagna, Sofia.

«Cara zia Lilibet, ci sentiamo profondamente addolorati per la notizia della morte del nostro caro zio Philip», è la frase con cui inizia il telegramma di Filippo VI e della sua famiglia, pubblicato da vari giornali. «Vogliamo esprimere le nostre più sentite condoglianze a nome del governo e del popolo spagnolo, nonché la nostra vicinanza e sostegno. Non dimenticheremo mai le occasioni che abbiamo potuto condividere con lui», si legge nel messaggio.

Il re Filippo del Belgio ha portato le condoglianze della famiglia reale belga in un messaggio privato ad Elisabetta, esprimendo il desiderio di parlare di persona con la regina britannica appena sarà possibile.

Re Carl Gustaf di Svezia ha fatto sapere di essere, insieme con la regina Silvia, «profondamente rattristati nell'apprendere della scomparsa della sua altezza reale il duca di Edimburgo». Il principe Filippo, ha continuato il sovrano svedese, «è stato un grande amico per anni della nostra famiglia, un rapporto che ha avuto per noi un valore profondo, il modo in cui ha servito il suo Paese rimarrà un'ispirazione per tutti noi».

Il ricordo di Putin

Il presidente russo Vladimir Putin ha porto le sue condoglianze alla regina Elisabetta II per la morte del marito con un telegramma: lo riferisce il Cremlino.

«Il nome di Sua Altezza Reale è associato a numerosi eventi importanti nella storia recente del vostro Paese. Era giustamente rispettato dal popolo britannico e godeva di prestigio internazionale», recita il testo inviato da Putin e pubblicato sul sito Internet ufficiale del Cremlino.

«Un esempio di servizio cristiano»

Il ruolo del principe consorte Filippo anche come "Cristiano" viene ricordato oggi nel giorno della morte del duca di Edimburgo dall'arcivescovo di Canterbury, Justin Welby, massimo dignitario ecclesiastico della confessione anglicana, la Chiesa nazionale di cui la regina Elisabetta è nominalmente capo.

Welby, in un messaggio, rende «grazie a Dio per la sua straordinaria vita dedicata al servizio» della nazione e aggiunge: «Ponendo costantemente gli interessi degli altri sopra i propri», il principe Filippo «ha dato un eccezionale esempio di servizio Cristiano».

Messaggi di cordoglio e di tributo sono stati indirizzati anche dai leader di altre confessioni religiose rappresentate nel Regno Unito di oggi: incluso dal mondo delle comunità ebraiche e da quelle musulmane britanniche.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
pillola rossa 3 mesi fa su tio
Il ruolo del principe consorte Filippo anche come "Cristiano", razzista e omofobo
bibis 3 mesi fa su tio
RIP Filippo.. aveva 99 anni non è una tragedia però mi dispiace per la regina che ha tanti dispiaceri.. mi ricorda mia nonna mi fa tenerezza vecchiette loro :-)
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
ITALIA
1 ora
La Delta in Lombardia: «Zero decessi tra i vaccinati»
Il coordinatore della campagna vaccinale Bertolaso: «È il punto su cui bisogna insistere. Il vaccino è fondamentale»
GERMANIA
2 ore
Test negativo obbligatorio (da domenica) per entrare in Germania
L'entrata sarà consentita anche a chi può dimostrare di essere vaccinato completamente o di essere guarito dal Covid
MONDO
7 ore
Anche la migliore di sempre può crollare
Invincibile ma fragile. Il caso di Simone Biles ha riportato i riflettori sul problema della salute mentale nello sport
GRECIA
9 ore
Polizia nelle isole greche per aumentare i controlli
Non è esclusa l'applicazione, nuovamente, del coprifuoco in alcune isole
STATI UNITI
12 ore
L'allarme: «Variante Delta causa un'infezione più grave»
Lo rivela uno studio redatto dai CDC, la massima autorità sanitaria federale statunitense.
STATI UNITI
13 ore
Quelli che si vaccinano di nascosto da amici e parenti
Lo fanno per evitare la pressione e il biasimo, specialmente in quelle aree dove la campagna incontra forti resistenze
STATI UNITI
20 ore
Biden: «Cento dollari a tutti i nuovi vaccinati»
Una misura simile è stata già adottata dalla città di New York.
EGITTO
1 gior
Patrick Zaki dal carcere: «Combatterò finché non tornerò a studiare a Bologna»
L'attivista ha consegnato alla famiglia una lettera per la sua ragazza: «Non posso prometterti che uscirò presto».
ITALIA
1 gior
Aumentano casi, ricoveri e decessi: «Di fatto siamo nella quarta ondata»
Il monitoraggio della Fondazione Gimbe parla chiaro, ma i numeri non sono ancora allarmanti
COREA DEL NORD
1 gior
Pyongyang, quando la paura del Covid batte la propaganda
L'assenza della Corea del Nord ai Giochi di Tokyo era stata annunciata in primavera. Decisione sofferta ma necessaria?
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile