In onore dei caduti, le strade si tingono di rosso
keystone-sda.ch / STR
MYANMAR
06.04.21 - 11:120
Aggiornamento : 12:05

In onore dei caduti, le strade si tingono di rosso

La vernice rossa ha coperto l'asfalto delle strade di Yangon, in onore delle oltre 500 vittime nelle manifestazioni

Un messaggio forte da parte dei cittadini che continuano ad opporsi in massa all'esercito

YANGON - Più di 550 persone hanno perso la vita negli ultimi due mesi durante le manifestazioni svoltesi in Myanmar contro il Colpo di Stato messo in atto lo scorso 1 febbraio da parte dell'esercito.

Oggi, i manifestanti si sono svegliati presto per schizzare con della vernice rossa le strade e i marciapiedi di Yangon, la città più grande del paese, per mandare un forte messaggio di protesta contro la repressione violenta da parte delle forze di sicurezza.

Oltre ai decessi, nelle scorse settimane sono state anche arrestate quasi 3'500 persone, ha riferito l'Associazione per i prigionieri politici AAPP al portale Reuters.

«Il sangue non è ancora asciutto» si legge in uno dei tanti messaggi lasciati per le strade con la tinta rossa. Un altro, alla fermata di un autobus, è diretto ai soldati: «Non uccidete la gente solo per un piccolo stipendio».

Negli scorsi giorni, inoltre, le capacità organizzative dei manifestanti sono state ostacolata dal blocco di internet da parte della Giunta militare, che ha anche intrapreso una campagna contro celebrità e personalità locali che hanno espresso il loro sostegno all'opposizione, emettendo decine di mandati d'arresto.

Molti paesi occidentali hanno nel frattempo chiesto la restaurazione del governo di Suu Kyi, minacciando sanzioni, una posizione a cui hanno però fatto eco solo una manciata di vicini regionali del Myanmar. La Russia, ad esempio, ha oggi dichiarato tramite il Ministero degli Esteri che l'emissione di sanzioni contro l'esercito «è futile e pericolosa» in quanto rischia di provocare «una guerra civile» su larga scala in Birmania, riporta l'agenzia Interfax.

keystone-sda.ch / STR
Guarda le 4 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
ITALIA
15 min
Quella terza dose sempre più «scenario verosimile»
Con i contagi che rialzano la testa, è fra le misure tenute in considerazione, Brusaferro: «Ci faremo trovare pronti»
AFGHANISTAN
8 ore
A otto anni con l'ombra della fame: «A volte dormo senza aver mangiato»
La testimonianza di una famiglia di Kabul, sentita da Save The Children: «Tutto è diventato costoso».
ARABIA SAUDITA
10 ore
Mohammed bin Salman suggerì di uccidere re Abdullah?
Lo ha dichiarato un ex alto funzionario dell'intelligence saudita alla trasmissione 60 Minutes
REGNO UNITO
13 ore
La talpa ed i "Facebook Papers", il social vede sempre più buio
Dopo il suo esposto negli Stati Uniti, l'ex dipendente ha oggi raggiunto anche i legislatori britannici
GERMANIA
15 ore
Sposò la causa dell'ISIS, condannata a dieci anni di carcere
La donna, oltre a far parte del gruppo estremista, avrebbe assistito senza agire all'omicidio di una bambina
ISRAELE
17 ore
Eitan dovrà tornare in Italia
La decisione di oggi del tribunale di Tel Aviv ha dato ragione alla zia paterna, ma il ricorso è molto probabile
MONDO
17 ore
Plastica: Coca-Cola e Pepsi sono i più grandi inquinatori al mondo
Terzo posto per Unilever, sponsor principale del vertice sul clima COP26, quarto posto per la svizzera Nestlé
SUDAN
19 ore
Premier in manette, scontri, fiamme e feriti. Cosa sta succedendo in Sudan?
Il paese africano si stava dirigendo verso un'elezione democratica, che è messa ora in pericolo dall'esercito
STATI UNITI
21 ore
Cosa è successo quel giorno sul set di “Rust”
Tanta maretta nella troupe, un aiuto regista superficiale e molto stress dietro a quelle riprese finite in tragedia
STATI UNITI
1 gior
Ripulire le strade "razziste", il sogno americano di Alex
Si punta il dito perfino contro le vie dedicate a Cristoforo Colombo
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile