REUTERS
L'Egitto chiede un risarcimento da un miliardo di dollari dopo il caso dell'Ever Given.
EGITTO
02.04.21 - 19:000

Dopo il blocco del Canale di Suez l'Egitto chiede un risarcimento di oltre un miliardo di dollari

È «un diritto del Paese» ma non è chiaro chi dovrebbe essere a pagare

SUEZ - Ora che il transito delle merci nel Canale di Suez è tornato regolare, si entra nella fase delle richieste di risarcimento e indennizzo per i sei giorni di black-out causati dall'incidente della Ever Given.

La richiesta da un miliardo di dollari

L'ammiraglio Osama Rabie, che sovrintende all'Authory che gestisce la via d'acqua artificiale egiziana, ha spiegato mercoledì che l'Egitto si aspetta un risarcimento di oltre un miliardo di dollari. Ha inoltre avvertito che la portacontainer e il suo carico (il cui valore è stimato in 3,5 miliardi di dollari) non saranno autorizzati a lasciare l'Egitto, se la questione della compensazione dei danni non verrà portata in tribunale. La Ever Given si trova attualmente in uno dei laghi che fungono da "aree di sosta" del Canale ed è sottoposta agli accertamenti necessari per l'indagine in corso.

Il risarcimento «è un diritto del Paese» ha aggiunto Rabie. Non è chiaro chi potrebbe essere chiamato a pagare: la nave è di proprietà della società giapponese Shoei Kisen, batte bandiera di Panama ma è gestita dalla Evergreen Marine di Taiwan. In caso di accordo giudiziario, ha concluso l'ammiraglio, la Ever Given potrà riprendere tranquillamente la navigazione.

La fragile economia egiziana

Come abbiamo avuto modo di dire negli scorsi giorni, il caso ha mostrato a tutto il mondo quanto sia fondamentale il Canale di Suez per l'economia planetaria. Da quel "collo di bottiglia" passa il 30% del commercio marittimo globale, pari a 9,6 miliardi di dollari al giorno in merci. Per la fragile economia egiziana è una fonte indispensabile di entrate: Davide Tentori dell'Istituto per gli studi di politica internazionale (Ispi) ricorda come nel solo 2020 il governo del Cairo abbia incassato 5,6 miliardi di dollari dai soli diritti di transito. «Il Governo egiziano di al-Sisi ha realizzato nell’area del Canale di Suez una zona economica speciale finalizzata ad attirare investimenti stranieri, soprattutto nel settore delle infrastrutture e della logistica». 

Il ruolo della Cina e i "colli di bottiglia"

Con la Ever Given si è tornati a parlare con forza delle alternative terrestri. La Cina, che ha puntato molto sul trasporto via mare e ha firmato accordi bilaterali con l'Egitto per 15 miliardi di dollari, punta anche a potenziare le reti ferroviarie in grado di collegare Asia Centrale ed Europa nell'ambito della Nuova Via della Seta. Sembra però prematuro affermare che ci sia una soluzione in grado di bypassare il Canale di Suez e tantomeno che un singolo episodio, per quanto clamoroso, possa far ripensare allo sviluppo dell'economia globalizzata. Tentori conclude dicendo che «dovremo invece continuare a fare i conti ancora per molto tempo» con i "colli di bottiglia" geografici come lo stretto di Malacca, di Hormuz, di Gibilterra, il ponte di Öresund e il canale di Panama.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
11 ore
Era compito di una ventenne al primo incarico controllare le armi sul set
La ragazza è la figlia del celebre armaiolo Thell Reed, famoso ad Hollywood.
MADAGASCAR
12 ore
Dai cambiamenti climatici alla carestia
Il sud del Madagascar è interessato da anni dalla siccità, che costringe gli abitanti a nutrirsi di cactus e cavallette.
AUSTRIA
17 ore
Lockdown all'austriaca, per i non vaccinati
Il governo di Vienna valuta future restrizioni. Ma non per tutti i cittadini
MONDO
18 ore
«Questo messaggio ti infastidisce?»
Tinder introduce due nuovi filtri. E le segnalazioni di molestie aumentano del 46 per cento
STATI UNITI
20 ore
Alec Baldwin è «scioccato» dalla tragedia sul set
Nuovi particolari sull'incidente in cui ha perso la vita la direttrice della fotografia Halyna Hutchins
SUD AFRICA
1 gior
Poliziotta fa strage di parenti per intascare i soldi dell'assicurazione
A processo l'agente che tra il 2012 e il 2017 ha ingaggiato dei sicari per uccidere sei suoi parenti.
STATI UNITI
1 gior
Quanti drammi sui set di Hollywood
La morte di Halyna Hutchins è solo l'ultima tragedia consumatasi durante le riprese di un film a stelle e strisce.
POLONIA
1 gior
Alla ricerca dell'aborto illegale o all'estero
Le associazioni hanno segnalato che in Polonia da gennaio più di 30'000 donne hanno chiesto aiuto
STATI UNITI
1 gior
Baldwin interrogato, il regista «era in condizioni critiche»
L'attore si è presentato alle autorità per rispondere agli inquirenti. Nell'incidente sul set è morta una persona
AUSTRALIA
1 gior
È finito il lockdown più lungo del mondo
Gli abitanti dello Stato di Victoria da oggi possono lasciare la propria abitazione. Levato anche il coprifuoco
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile