Keystone
Migranti in arrivo dalla Francia recuperati al largo di Dover (agosto 2020)
REGNO UNITO
25.03.21 - 06:000

Uscita da Dublino, Londra vuole distinguere fra richiedenti asilo «meritevoli» e non

In arrivo strade diverse per chi entra «legalmente» e chi lo fa «illegalmente». L'opposizione: «Non c'è compassione».

Il Consiglio per i rifugiati: «Ingiusta distinzione tra profughi che meritano protezione e profughi che non la meritano».

LONDRA - Uscito dalla Convenzione di Dublino in gennaio in concomitanza con il suo abbandono dell'Unione Europea, il Regno Unito cerca nuovi strumenti per allontanare i richiedenti asilo entrati «illegalmente» nel Paese. Se prima poteva trasferirli nel primo Stato membro in cui avevano fatto il loro ingresso nell'Ue, ora è infatti costretto dalla Convenzione di Ginevra a trattare la loro domanda. 

Intervenuta mercoledì in Parlamento, la ministra dell'Interno, Priti Patel, ha annunciato l'intenzione del governo britannico di creare due vie distinte per la gestione dei richiedenti l'asilo: una destinata a coloro che sono entrati nel Regno Unito «legalmente» e una per coloro che vi hanno fatto il loro ingresso «illegalmente». I primi potranno restare a tempo indefinito. Se respinti, i secondi otterranno invece solo un'ammissione temporanea. La possibilità di una loro espulsione sarà inoltre regolarmente rivalutata.

«Se si entra nel Regno Unito da un Paese sicuro in cui si sarebbe potuto chiedere asilo non si sta cercando rifugio da un pericolo imminente, che sarebbe l'obiettivo dichiarato del sistema d'asilo, ma si sta scegliendo il Regno Unito come una destinazione preferita rispetto ad altre», ha spiegato Patel ai Comuni pensando in particolare alla vicina Francia. «Abbiamo un generoso sistema d'asilo che offre protezione ai più vulnerabili attraverso vie legali - ha continuato -, ma questo sistema sta collassando sotto le pressioni di quelle che sono in effetti delle vie verso l'asilo parallele e illegali, rese possibili da criminali che trafficano persone verso il Regno Unito».

A tal proposito, in base ai piani dell'esecutivo di Sua Maestà, chi abbia pagato dei trafficanti per entrare in maniera irregolare nel Paese potrà aspirare solo a un'ammissione temporanea. La pena massima per chi, espulso in precedenza e pregiudicato, faccia nuovamente ingresso nel Regno Unito sarà inoltre alzata da 6 mesi a 5 anni. Insieme alla stretta, Patel ha promesso «vie sicure e legali» per chiedere asilo, come i «ricollocamenti legali» dalla Siria e dall'Iran. 

I piani del governo di Londra non piacciono né all'opposizione né alle organizzazioni che si occupano di tutela dei profughi.

Come riferisce la BBC, il "ministro dell'Interno ombra" del Partito Laburista, Nick Thomas-Symonds, teme in particolare che le possibili nuove disposizioni rendano la situazione «ancora peggiore per le vittime della tratta di esseri umani»: «La politica del governo è caratterizzata da una mancanza di compassione e da una scarsità di competenza», ha denunciato. Il direttore del Consiglio britannico per i rifugiati, Enver Solomon, ha invece accusato l'esecutivo di «tentare di creare ingiustamente delle distinzioni tra profughi che meritano e profughi che non meritano» protezione «in base al modo in cui sono arrivati nel Regno Unito.  

Fra marzo 2019 e marzo 2020 (ultimo dato disponibile), 35'099 persone hanno presentato domanda d'asilo nel Regno Unito. Provenivano principalmente da Iran, Albania e Iraq. Di essi, 8'500 hanno raggiunto il Paese attraversando il Canale della Manica a bordo di gommoni gestiti da trafficanti di esseri umani.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
seo56 8 mesi fa su tio
Bene!!!
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
EUROPA
5 ore
Omicron avanza, l'Europa trema
In Olanda 85 casi su due voli, scoperti contagi anche in Italia e Germania. Tornano le quarantene cautelative
LIVE
MONDO
LIVE
Omicron: in Svizzera scatta la quarantena all'ingresso
Le persone in arrivo da Regno Unito, Paesi Bassi, Repubblica Ceca, Egitto e Malawi devono isolarsi per dieci giorni
ITALIA
10 ore
I No-Pass lanciano gli home bar: «Come al ristorante ma a casa»
È L'ultima idea nata sui social per eludere il Super Green Pass che entrerà in vigore il prossimo sei dicembre.
MILANO
14 ore
A Milano da oggi si torna alla mascherina all'aperto
La disposizione sarà valida in tutto il centro città almeno fino al 31 dicembre.
KOSOVO
15 ore
Attacca uno scuolabus imbracciando un Kalashnikov
La mattanza è avvenuta ieri sera nel villaggio di Gllogjan: deceduti due studenti e l'autista.
CINA
15 ore
«Profondamente preoccupato per Peng Shuai»
Il presidente della Wta Steven Simon non è tranquillo sulle condizioni della tennista cinese.
SUDAFRICA
17 ore
Tutti in fuga da Omicron
Fuggi fuggi generale tra i viaggiatori che stanno cercando di prendere gli ultimi voli per abbandonare il Sudafrica.
Stati Uniti
18 ore
La pillola di Merck è meno efficace del previsto
La Food and drug amministration si è attivata per capire se l'uso di questo farmaco dovrebbe essere limitato
MESSICO
1 gior
Freni rotti, poi lo schianto. Sono 19 le vittime
L'incidente sembra essere stato causato dalla rottura dei freni del veicolo.
MONDO
1 gior
Omicron, vaccino possibile entro 3 mesi
Ma potrebbero esserne necessari nove prima della sua eventuale approvazione.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile