Tipress (foto d'archivio)
DANIMARCA
23.03.21 - 11:400

Il Covid che torna: raro, ma più probabile negli anziani

Secondo uno studio, la protezione indotta dalla malattia è sensibilmente più bassa negli over 65

Questa minore efficacia può essere compensata dall'effetto dei vaccini, che inducono una risposta più robusta.

COPENAGHEN - Contrarre il SARS-CoV-2 conferisce, per alcuni mesi, uno "schermo" di protezione da nuove infezioni grazie agli anticorpi. I casi di recidiva da Covid-19 sono eventi di per sé molto rari. Tuttavia, le persone più anziane sono maggiormente esposte a un'eventuale reinfezione.

A rivelarlo è uno studio, il primo su larga scala, realizzato nel 2020 in Danimarca e pubblicato dalla rivisita medica The Lancet. Dai risultati è emerso che solamente ad una piccola frazione del campione - pari allo 0.65% - è stato notificato un esito positivo del test PCR dopo aver già contratto la malattia in un primo momento.

A essere interessante è però la differenza nel livello di protezione conferito dagli anticorpi nelle persone che hanno meno o più di 65 anni. Se nel primo caso gli esperti danesi hanno rilevato un grado di protezione pari all'80.5%, nel secondo questo cala sensibilmente, arrivando appena al 47.1%. In altre parole, gli over 65 hanno maggiori possibilità di infettarsi una seconda volta rispetto ai più giovani.

Il vaccino per completare lo scudo
I risultati pubblicati da The Lancet confermano quindi la bontà delle strategie di lotta al virus focalizzate sulla protezione degli anziani e la conseguente priorità di questi ultimi nell'accedere alle vaccinazioni. E proprio in quest'ottica - viene pure sottolineato dagli autori dello studio - il vaccino ricopre un ruolo di primo piano nel colmare le lacune nella protezione indotta naturalmente dal coronavirus.

Al netto della problematica legata alle varianti, che possono avere caratteristiche in grado di mutare lo scenario della pandemia - come la variante "inglese", forte di una sua maggiore trasmissibilità, ha mostrato negli ultimi mesi -, questi risultati sembrano inoltre confermare nuovamente come l'ideale di un'immunità di gregge da raggiungere per vie naturali, lasciando correre il virus libero senza l'intervento di vaccini e misure di protezione, sia di fatto una chimera.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
vulpus 6 mesi fa su tio
Un argomento che tutti i nostri esperti evitano elegantemente . Rilevato la presenza degli anticorpi anche dopo 12 mesi dalla malattia. Casi rari? nessuna ricerca in seria in Svizzera è stata fatta su chi ha avuto l'infezione. E chi ha gli anticorpi, cosa succede se si fa la vaccinazione? Altra domanda senza risposta!
pillola rossa 6 mesi fa su tio
"I casi di recidiva da Covid-19 sono eventi di per sé molto rari", la stessa rarità che si ha nella recidiva influenzale. Se poi si hanno ancora anticorpi e si fa il vaccino addio.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
MONDO
1 ora
Aria inquinata? Più pericolosa del previsto
L'Organizzazione mondiale della sanità ha ridotto i livelli massimi di sicurezza di varie sostanze
BRASILE
8 ore
Un suo ministro è positivo: Bolsonaro in isolamento
All'Onu stanno cercando di tracciare i contatti di Marcelo Queiroga. Ci sarebbe anche Boris Johnson
STATI UNITI
12 ore
Perché il caso di Gabby Petito ha lasciato tutta l'America con il fiato sospeso
Fra teorie e ipotesi su TikTok e Instagram, la storia della 22enne scomparsa ha catalizzato la curiosità di una nazione
Italia
14 ore
Le mafie stanno sfruttando l'emergenza Covid per arricchirsi
L'Antimafia lancia un appello ai governi: «Bisogna far fronte comune e trattare questa emergenza come quella sanitaria»
GERMANIA
17 ore
Se non sei vaccinato e finisci in quarantena, il datore non deve pagarti
In Germania sarà così dal 1 novembre, conferma il Governo. Il motivo è che «esiste un vaccino che funziona»
AFGHANISTAN
17 ore
I talebani: «Fateci parlare alle Nazioni Unite»
Suhail Shaheen avrà il ruolo di esporre il punto di vista talebano nello scenario internazionale
LE FOTO
AUSTRALIA
20 ore
A Melbourne trema la terra, e anche la società
Giornata calda a Melbourne: prima, una scossa di terremoto di magnitudo 5.8, poi, le proteste in piazza
STATI UNITI
23 ore
La triste conferma: il corpo ritrovato è quello di Gabby Petito
L'FBI ha confermato che si tratta della 22enne, e anche che si presume si tratti «di omicidio»
MONDO
1 gior
Vaccini, «pesano più i profitti o le vite umane?»
L'accusa ai leader della farmaceutica da parte di Amnesty International, che ha pubblicato un rapporto a riguardo
GERMANIA
1 gior
Presunta presa d'ostaggi su un autobus: un arresto
Durante l'operazione è stato chiuso un tratto dell'autostrada A9
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile