keystone-sda.ch / STR (GEORGI LICOVSKI)
Il preparato russo anti-Covid è autorizzato in 51 paesi del mondo.
RUSSIA
15.03.21 - 14:350

Lo Sputnik V in Europa «probabilmente a maggio»

Mosca ha già trovato accordi per produrre il vaccino in Italia, Spagna, Francia e Germania

Il preparato russo non ha ancora ricevuto l'autorizzazione dell'EMA ma è già utilizzato in alcuni territori europei: Ungheria, Serbia, Montenegro, Bielorussia, Macedonia del Nord e San Marino.

MOSCA - I preparativi per "l'atterraggio" dello Sputnik V in Europa stanno entrando nella fase operativa. Il Fondo Russo per gli Investimenti Diretti (RDIF) ha fatto sapere che Mosca ha raggiunto una serie di accordi per dare il via alla produzione in loco del preparato in Italia, Spagna, Francia e Germania.

Citato dall'agenzia Interfax, il Fondo ha annunciato che questo passo «consentirà l'inizio della fornitura attiva» sul mercato europeo nel momento in cui l'Agenzia europea dei medicinali (EMA) - con la quale sono già in corso i colloqui in ottica di "rolling review" - darà il via libera all'omologazione del preparato.

A maggio in Europa?
Detto questo, è ancora presto per cerchiare in rosso una data sul calendario, ma il mese dello Sputnik in Europa potrebbe essere quello di maggio. Ad affermarlo è il responsabile della Strategia vaccini dell'EMA, Marco Cavaleri.

«Sputnik è un vaccino ben disegnato e merita l'interesse di tutti. Siamo ben lieti di collaborare con l'azienda produttrice e vedere se possiamo utilizzarlo in Europa, ma dobbiamo verificare gli standard di produzione rispetto alle aspettative. C'è un programma in corso e nelle prossime settimane vedremo se riusciremo ad approvare il vaccino. Ma prima della fine di aprile non saremo pronti per dare l'ok a Sputnik, più probabile maggio», ha dichiarato all'agenzia Adnkronos.

Sputnik V: efficacia e dati
I primi risultati preliminari, pubblicati all'inizio di febbraio da The Lancet, hanno confermato che lo Sputnik V presenta un'efficacia generale del 91,6% e del 100% contro l'insorgenza di forme gravi di Covid-19. Attualmente, il preparato russo è autorizzato in 51 paesi. Nel Vecchio continente, Bielorussia, Serbia, Montenegro, Macedonia del Nord e San Marino ne hanno consentito l'utilizzo di emergenza, mentre l'Ungheria lo ha omologato definitivamente.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
TAIWAN
5 min
«Se Taiwan cade, la democrazia globale è a rischio»
Le parole della presidente Tsai Ing-wen a fronte di una tensione sempre altissima con Pechino e l'alleanza con gli Usa
NUOVA ZELANDA
3 ore
Neozelandesi stremati tornano a casa via mare
C'è chi non ne può più delle lunghe liste d'attesa, e ha affrontato dieci giorni di navigazione
MONDO
3 ore
Se «Facebook non vuole più essere Facebook»
Il colosso social prepara la svolta. Ne parliamo con Eleonora Benecchi, docente di Culture digitali dell'USI.
NORDEST EUROPEO
12 ore
Rubinetti russi agli sgoccioli in una Moldavia sempre più europea
Tra le autorità moldave e la società russa fornitrice di gas Gazprom è scontro totale per un aumento dei prezzi
MONDO
17 ore
Niente più fame nel mondo? Basterebbe il 2% del patrimonio di Elon Musk
Il direttore del Programma alimentare mondiale delle Nazioni Unite invita i più ricchi del pianeta a «farsi avanti»
STATI UNITI
20 ore
Di cosa è morto Brian Laundrie? L'autopsia non dà una risposta
La vicenda dei due giovani continua a far parlare di sé, e sono ancora molte le domande senza risposta
FOTO
ITALIA
23 ore
Perché un ciclone ha investito la Sicilia: «Il Mediterraneo è sempre più tropicale»
Cosa si pensa che ci sia dietro al nubifragio che ha devastato Catania e che potrebbe protrarsi fino al fine settimana
TURKMENISTAN
1 gior
Doppio zero. Perché il Covid in Turkmenistan non esiste?
Ufficialmente non sono mai stati registrati casi o decessi. Ma per alcune fonti i morti sarebbero almeno 25'000.
STATI UNITI
1 gior
Ergastolo? El Chapo ha richiesto un nuovo processo
La difesa del narcotrafficante si sta battendo in particolare contro le condizioni di detenzione ai tempi delle udienze
Stati Uniti
1 gior
Ecco perché transizione green non è sinonimo di sicurezza sul lavoro
Dalle miniere di cobalto agli impianti di riciclaggio, passando per i pescatori: i diritti umani nell'economia verde
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile