IMAGO
Christa Wirthumer-Hoche.
UNIONE EUROPEA
08.03.21 - 15:380

L'esperta dell'Ema invita alla prudenza sul vaccino russo

Christa Wirthumer-Hoche ha dichiarato che non ci sono ancora dati sufficienti per l'autorizzazione

«Il vaccino deve rispettare i criteri europei» prima di essere approvato, ha aggiunto la donna, a capo del Cda dell'Ema

VIENNA - «Sconsiglio vivamente» ai paesi europei di rilasciare «un'autorizzazione d'emergenza» per il vaccino Sputnik V.

È quanto ha detto Christa Wirthumer-Hoche, a capo del Consiglio d'amministrazione dell'Agenzia europea per i medicinali (Ema), in un'intervista rilasciata ieri all'emittente austriaca ORF, ripresa poi dall'agenzia AFP.

In particolare, la donna ha sottolineato il fatto che non ci siano ancora dati sufficienti per quanto riguarda la sicurezza delle persone vaccinate, e autorizzare in queste condizioni il vaccino russo è una mossa «paragonabile alla roulette russa».

«Abbiamo bisogno di documenti da poter analizzare. Al momento non abbiamo dati sugli effetti collaterali per le persone che sono state vaccinate. Siamo di fronte a qualcosa di sconosciuto ed è per questo che sconsiglio vivamente di rilasciare un'autorizzazione nazionale di emergenza» ha dichiarato l'esponente dell'ente regolatore.

«In futuro potremo avere lo Sputnik V sul mercato, ma solo quando avremo esaminato i dati necessari» ha poi aggiunto Wirthumer-Hoche, spiegando che il vaccino «deve rispettare i criteri europei» sul controllo di qualità, sicurezza ed efficacia.

Le parole dure nei confronti del vaccino arrivano a margine delle azioni di diversi Paesi dell'Unione europea, che hanno intavolato trattative con Mosca per l'acquisto di dosi di vaccino senza aspettare l'approvazione da parte dell'Ema. Ad esempio, l'Ungheria ha già approvato lo Sputnik V e ha iniziato a usarlo come parte della sua campagna, ma anche la Repubblica Ceca e la Slovacchia hanno già ordinato delle dosi del siero e non sono intenzionate ad aspettare il via libera dell'Ema.

Da parte sua, anche l'Austria ha già iniziato a parlare con Mosca, ma il cancelliere Sebastian Kurz ha detto che aspetterà l'approvazione dell'Ema prima di utilizzare il vaccino.

L'annuncio da parte dell'ente di aver iniziato la revisione continua dello Sputnik V è arrivato una settimana fa. L'Unione europea, lo ricordiamo, è da tempo al centro delle critiche per una fornitura troppo lenta dei vaccini.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
vulpus 1 mese fa su tio
Affermazioni senza senso: devono esaminare i documenti ,ridicoli. Esaminate il vaccino forse che è meglio. I documenti vengono redatti su un PC e non necessariamente sono veritieri. Questi vaccini sono utilizzati sulle persone da diversi mesi: è quì che bisogna verificare. Già detto che il blocco di questo prodotto è solo un blocco politico. L'EMA è un ente indipendente? Ci credo poco.
Didimon 1 mese fa su tio
Be e su tutti gli altri vaccini..? Test fatti per anni ne? Siamo cavie per i vostri sporchi giochi.. Ma la gente è stufa.. Ribellarsi alla tirannia..
RV50 1 mese fa su tio
Certo che alle "autorità" EU da fastidio dovere ammettere che il vaccino russo sia idoneo se non migliore di quelli che da tempo si stanno aspettando e non arrivano mai . Poi c'é di mezzo quella politica di ritorsione verso la Russia e deve dar molto fastidio ai politici UE rivolgersi alla Russia per risolvere il problema vaccini negli stati UE.
Blobloblo 1 mese fa su tio
Money money!!!
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
UCRAINA
8 ore
La Nato alla Russia: «Ritirate le truppe»
Il Cremlino, dal canto suo, ha accusato gli Stati Uniti e la NATO di trasformare l'Ucraina in una «polveriera»
FRANCIA
8 ore
La battaglia (vinta) con Facebook di un paese dal nome “sconcio”
Ovvero la cittadina francese di Bitche che si è vista bannare la sua pagina social per settimane, poi le scuse ufficiali
EGITTO
10 ore
Per la Ever Given, chiesto un risarcimento da un miliardo di dollari
E intanto la nave, che si trova ancora nel canale, è stata sequestrata. Dai proprietari giapponesi per ora è no comment
MONDO
11 ore
Trombosi con J&J: «Sono eventi estremamente rari»
Lo hanno dichiarato gli esperti dell'FDA e dei CDC in una conferenza stampa congiunta
GIAPPONE / CINA
13 ore
Fukushima, una decisione «che non riguarda solo il Giappone»
Le acque di raffreddamento saranno sversate in mare. Pechino non ci sta e auspica un passo indietro
FRANCIA
13 ore
Come procede l'inchiesta sulla sparatoria di Parigi
Continua la caccia alla persona che ha sparato. È sempre più probabile che sia stato un regolamento di conti
STATI UNITI
15 ore
Trombosi: gli USA mettono in pausa il vaccino Johnson & Johnson
La decisione arriva in seguito a sei casi di formazione di «coaguli di sangue», uno dei quali ha portato a un decesso
MONDO
15 ore
OMS: «Stop alla vendita di animali selvatici vivi»
«...Almeno fino a quando non siano regolati degli standard minimi di igiene e sorveglianza»
FOTO
REGNO UNITO
18 ore
La prima sera al pub dopo mesi: «È stato eccitante»
Locali affollati dopo lo stop di quasi 100 giorni a causa delle restrizioni Covid
FOTO
STATI UNITI
20 ore
La poliziotta voleva usare il Taser, ma ha preso la pistola
Le autorità del Minnesota hanno ricostruito la dinamica dell'intervento che è costato la vita a Daunte Wright.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile