Archivio Deposit
ITALIA
08.03.21 - 08:420
Aggiornamento : 09:32

Fece parte della strage al Bataclan, arrestato a Bari un 36enne

Si tratta di un cittadino algerino, ritenuto membro dell'ISIS

BARI - La polizia italiana ha emesso un fermo nei confronti di un cittadino algerino, di 36 anni, per il reato di partecipazione ad organizzazione terroristica.

Le indagini avrebbero infatti accertato la sua «diretta attività di supporto» agli autori degli attentati terroristici del teatro Bataclan, Stade de France e degli attacchi armati concentrati nella I, X e XI arrondissement, avvenuti a Parigi il 13 novembre 2015, a cui avrebbe garantito la disponibilità di documenti contraffatti.

L'uomo, secondo quanto accertato dagli investigatori del Servizio per il contrasto dell'estremismo e del terrorismo esterno della polizia e dalla Divisione investigazioni generali e operazioni speciali (Digos) di Bari, è ritenuto appartenente all'organizzazione terroristica Stato islamico (Isis). Con suo fratello, il 36enne farebbe parte di una cellula dell'ala operante in territorio francese e belga, con collegamenti in Siria e in altri paesi nordafricani.

Le indagini hanno consentito di accertare, anche mediante la collaborazione estesa in ambito internazionale, la contiguità dell'indagato ad ambienti radicali di matrice jihadista oltre al suo coinvolgimento negli attentati terroristici in Francia.

L'uomo era già detenuto nel carcere di Bari nell'ambito di un altro procedimento - la detenzione di un documento falso, utilizzato per muoversi liberamente nei paesi dell'area Schengen - per il quale è stato condannato alla pena di due anni, in scadenza tra qualche mese. 

«L'imminente scarcerazione dell'indiziato impone, pertanto», si legge nel decreto di fermo, «l'adozione del presente provvedimento pre-cautelare, sussistendo concreti elementi che portano a ritenere che lo stesso, non appena liberato, si darà alla fuga, facendo perdere le proprie tracce».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
4 ore
Era compito di una ventenne al primo incarico controllare le armi sul set
La ragazza è la figlia del celebre armaiolo Thell Reed, famoso ad Hollywood.
MADAGASCAR
5 ore
Dai cambiamenti climatici alla carestia
Il sud del Madagascar è interessato da anni dalla siccità, che costringe gli abitanti a nutrirsi di cactus e cavallette.
AUSTRIA
10 ore
Lockdown all'austriaca, per i non vaccinati
Il governo di Vienna valuta future restrizioni. Ma non per tutti i cittadini
MONDO
11 ore
«Questo messaggio ti infastidisce?»
Tinder introduce due nuovi filtri. E le segnalazioni di molestie aumentano del 46 per cento
STATI UNITI
13 ore
Alec Baldwin è «scioccato» dalla tragedia sul set
Nuovi particolari sull'incidente in cui ha perso la vita la direttrice della fotografia Halyna Hutchins
SUD AFRICA
23 ore
Poliziotta fa strage di parenti per intascare i soldi dell'assicurazione
A processo l'agente che tra il 2012 e il 2017 ha ingaggiato dei sicari per uccidere sei suoi parenti.
STATI UNITI
1 gior
Quanti drammi sui set di Hollywood
La morte di Halyna Hutchins è solo l'ultima tragedia consumatasi durante le riprese di un film a stelle e strisce.
POLONIA
1 gior
Alla ricerca dell'aborto illegale o all'estero
Le associazioni hanno segnalato che in Polonia da gennaio più di 30'000 donne hanno chiesto aiuto
STATI UNITI
1 gior
Baldwin interrogato, il regista «era in condizioni critiche»
L'attore si è presentato alle autorità per rispondere agli inquirenti. Nell'incidente sul set è morta una persona
AUSTRALIA
1 gior
È finito il lockdown più lungo del mondo
Gli abitanti dello Stato di Victoria da oggi possono lasciare la propria abitazione. Levato anche il coprifuoco
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile