Reuters
L'immagine incriminata
+2
POLONIA
02.03.21 - 17:500

Assolte le attiviste LGBT che hanno messo un'aureola arcobaleno alla Madonna

Non volevano «offendere» i sentimenti religiosi, ma «difendere» gay e lesbiche discriminati. Erano accusate di blasfemia

PLOCK - Tre attiviste LGBT polacche sono state assolte dall'accusa di blasfemia per aver creato e distribuito un'immagine della Madonna e del Bambino Gesù con le aureole arcobaleno. Secondo la giudice, il loro intento era «proteggere» le persone lesbiche, gay, bi e trans dalla discriminazione, non offendere. Rischiavano fino a due anni di carcere.

«Le azioni delle attiviste erano provocatorie, ma finalizzate a richiamare l'attenzione su un'installazione omofoba e offensiva nella chiesa di Płock», ha decretato la giudice Agnieszka Warchoł, del tribunale della città a nord-ovest di Varsavia, come riferisce la Gazeta Wyborcza citata da "Notes from Poland". Elżbieta Podleśna, Anna Prus e Joanna Gzyra-Iskandar non intendevano «offendere i sentimenti religiosi di alcuno né offendere l'immagine della Madre di Dio», ma «proteggere delle persone che venivano discriminate».

Il riferimento è all'allestimento comparso in una chiesa di Płock nell'aprile del 2019. Alla base di una croce vuota sovrastata dalla scritta "Salvaci dal fuoco della miscredenza" si leggevano parole come "Odio", "Gelosia" ed "Egoismo" insieme a "LGBT", "Omodepravazione" e "Gender". Scioccate dall'installazione, le tre attiviste hanno così adattato un'immagine della venerata Madonna Nera di Częstochowa applicando sulla sua aureola e su quella del Bambino i colori dell'arcobaleno, simbolo del movimento per i diritti degli omosessuali. Hanno poi appeso riproduzioni del quadro così modificato intorno alla chiesa.

Podleśna, Prus e Gzyra-Iskandar erano state incriminate in virtù dell'articolo 196 del codice penale polacco, che prevede che «chiunque offenda i sentimenti religiosi di altre persone insultando pubblicamente un oggetto di adorazione religiosa o luogo destinato all'esecuzione pubblica di riti religiosi» può incappare in una pena che può raggiungere i 2 anni di carcere.

L'assoluzione delle tre attiviste LGBT arriva a pochi giorni dalla condanna al pagamento di una multa di circa 3'680 franchi di un cantante heavy metal ritenuto colpevole di blasfemia per aver pubblicato sui social una foto in cui calpesta un'immagine di Maria. L'artista, Adam "Nergal" Darski, farà ricorso e ha lanciato una raccolta fondi per difendere se stesso e altri musicisti accusati di offesa dei sentimenti religiosi. Nel momento in cui scriviamo, la colletta ha superato le 32'000 sterline (quasi 41'000 franchi).

       

keystone-sda.ch / STF (Czarek Sokolowski)
Guarda tutte le 6 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
5 ore
Era compito di una ventenne al primo incarico controllare le armi sul set
La ragazza è la figlia del celebre armaiolo Thell Reed, famoso ad Hollywood.
MADAGASCAR
6 ore
Dai cambiamenti climatici alla carestia
Il sud del Madagascar è interessato da anni dalla siccità, che costringe gli abitanti a nutrirsi di cactus e cavallette.
AUSTRIA
11 ore
Lockdown all'austriaca, per i non vaccinati
Il governo di Vienna valuta future restrizioni. Ma non per tutti i cittadini
MONDO
12 ore
«Questo messaggio ti infastidisce?»
Tinder introduce due nuovi filtri. E le segnalazioni di molestie aumentano del 46 per cento
STATI UNITI
14 ore
Alec Baldwin è «scioccato» dalla tragedia sul set
Nuovi particolari sull'incidente in cui ha perso la vita la direttrice della fotografia Halyna Hutchins
SUD AFRICA
1 gior
Poliziotta fa strage di parenti per intascare i soldi dell'assicurazione
A processo l'agente che tra il 2012 e il 2017 ha ingaggiato dei sicari per uccidere sei suoi parenti.
STATI UNITI
1 gior
Quanti drammi sui set di Hollywood
La morte di Halyna Hutchins è solo l'ultima tragedia consumatasi durante le riprese di un film a stelle e strisce.
POLONIA
1 gior
Alla ricerca dell'aborto illegale o all'estero
Le associazioni hanno segnalato che in Polonia da gennaio più di 30'000 donne hanno chiesto aiuto
STATI UNITI
1 gior
Baldwin interrogato, il regista «era in condizioni critiche»
L'attore si è presentato alle autorità per rispondere agli inquirenti. Nell'incidente sul set è morta una persona
AUSTRALIA
1 gior
È finito il lockdown più lungo del mondo
Gli abitanti dello Stato di Victoria da oggi possono lasciare la propria abitazione. Levato anche il coprifuoco
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile