Deposit
STATI UNITI
28.02.21 - 17:160
Aggiornamento : 17:57

Via le famose palme da "Miami Beach"

Saranno piantati alberi «più ombrosi» per mitigare gli effetti del cambiamento climatico

Rimarrà solo il 25% delle palme presenti oggi

MIAMI - Le iconiche palme di Miami Beach, punto fermo di opuscoli e cartoline, non sono più le benvenute: saranno sostituite da alberi «più ombrosi».

Lo hanno annunciato le autorità cittadine di Miami, riprese dal Guardian.

Il motivo principale riguarda la preoccupazione climatica, ma oltre a preservare l'ambiente i funzionari desiderano aumentare la freschezza di residenti e visitatori e migliorare la qualità dell'aria.

Nei prossimi trent'anni, perciò, la popolazione di palme sarà ridotta del 75%. Elizabeth Wheaton, Direttrice dell'ambiente e della sostenibilità di Miami Beach, ha detto che non avrà luogo alcun abbattimento di massa delle palme, ma che la riduzione sarà graduale.

Secondo lei, la trasformazione renderà la città «più percorribile e piacevole», in quanto espandere gli spazi ombrosi migliorerà «la qualità della vita», si legge sul Miami Herald.

Comunque, circa un quarto delle palme presente oggi dovrebbe rimanere al proprio posto, conferma Wheaton. D'altro canto, ci saranno molte più querce, frassini e olmi, che sono più "affamati" di anidride carbonica.

«È dimostrato che gli alberi sono uno degli strumenti più efficaci per mitigare gli effetti del cambiamento climatico», si legge nel progetto, elaborato da esperti urbani e paesaggistici in collaborazione con il servizio forestale della Florida. «Le palme, pur essendo una parte iconica del paesaggio di Miami Beach, sono una componente importante della foresta urbana della città. Le linee guida generali per la diversità delle specie affermano che nessuna famiglia dovrebbe costituire più del 30% della popolazione di alberi di una città».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
pontsort 3 mesi fa su tio
E invece in Ticino continuiamo a piantare palme... Lungimiranza 0
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
ITALIA
8 ore
Il ritrovamento del piccolo Nicola: «Chiamava la mamma»
Una storia a lieto fine quella del bambino di due anni scomparso a Palazzolo sul Senio. Ma resta il mistero
ITALIA
10 ore
Ddl Zan, Draghi: «Siamo uno stato laico. Il Parlamento è libero»
Il governo italiano, ha detto il "premier", «non entra nel merito della discussione».
UNIONE EUROPEA
11 ore
Incognita Delta: «Entro fine agosto 9 casi su 10»
In Europa la variante indiana galoppa. Il Centro per la prevenzione e il controllo delle malattie mette in guardia
MONDO
12 ore
Allarme ONU sull'emergenza climatica: «È a rischio l'intera umanità»
I toni molto allarmanti di un nuovo rapporto riportano l'attenzione su una minaccia reale ma che ci eravamo dimenticati
EURASIA
15 ore
Mar Nero: bombe e spari d'avvertimento contro una nave britannica
Tensione tra Russia e Regno Unito nel Mar Nero: la nave britannica sarebbe entrata in acque russe
CINA
16 ore
Ultime ore di vita per l'Apple Daily
A partire da mezzanotte il tabloid non aggiornerà più il sito. E quella di domani sarà l'ultima edizione cartacea
GERMANIA / UNGHERIA
18 ore
Dopo la polemica sullo stadio arcobaleno, Orbán annulla la sua presenza alla partita
Normalmente entusiasta spettatore di Euro 2020, il primo ministro ungherese non sarà a Monaco.
INDIA
20 ore
L'india identifica una nuova "variante preoccupante": la Delta Plus
Il virus mutato colpisce in maniera «più violenta» i polmoni ed è potenzialmente resistente agli anticorpi monoclonali.
STATI UNITI
23 ore
«Vorrei quell'arma», a 300'000 americani è stato detto «no»
Gli acquisti bloccati dai "background check" negli Stati Uniti hanno raggiunto una cifra record nel 2020
STATI UNITI
1 gior
Vaccini: Biden non ha centrato l'obiettivo
Solo il 65 per cento di vaccinati a luglio. Ritardi nella campagna americana
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile