Moderna incrementa la produzione di vaccino
keystone
STATI UNITI
25.02.21 - 07:380
Aggiornamento : 09:13

Moderna incrementa la produzione di vaccino

Annunciate fino a un miliardo di dosi per il 2021 e 1,4 miliardi per il 2022.

Nel frattempo, l'azienda ha consegnato dosi del suo candidato vaccino contro la variante Sudafricana al National Institutes of Health (NIH) statunitense per lo studio clinico.

NEW YORK - Moderna ha annunciato ulteriori investimenti di capitale per incrementare la capacità produttiva globale del vaccino Covid-19: la capacità produttiva prevista per il 2022 è aumentata a 1,4 miliardi di dosi ed è anche stato incentivato il piano di base per il 2021.

Nell'anno in corso vi saranno sicuramente 700 milioni di dosi ma l'azienda sta lavorando per fornirne fino a 1 miliardo. Lo rende noto la stessa Moderna, sottolineando che i nuovi investimenti di capitale «consentiranno una produzione aggiuntiva dell'attuale vaccino Covid-19 e garantiranno flessibilità per affrontare la produzione di potenziali richiami del vaccino contro le varianti».

Le dosi contro la variante sudafricana - Nel frattempo l'azienda ha consegnato dosi del suo candidato vaccino, mRNA-1273.351, specifico contro la variante SARS-CoV-2 identificata per la prima volta nella Repubblica Sudafricana, al National Institutes of Health (NIH) statunitense per lo studio clinico.

Strategie contro le mutazioni - La società ha delineato due strategie per affrontare le varianti più preoccupanti. Nella prima strategia la società sta valutando dosi di richiamo del vaccino per aumentare l'immunità neutralizzante contro le varianti preoccupanti. Moderna prevede di valutare tre approcci di richiamo, tra cui: - mRNA-1273.351: un candidato booster specifico per la variante basata sulla variante identificata per la prima volta nella Repubblica Sudafricana; - mRNA-1273.211: un candidato richiamo multivalente che combina mRNA-1273, il vaccino autorizzato di Moderna contro i ceppi ancestrali, e mRNA-1273.351 in un unico vaccino; - una terza dose di mRNA-1273: il vaccino Moderna COVID-19, come richiamo.

Nella seconda strategia l'azienda prevede invece di valutare mRNA-1273.351 e mRNA-1273.211 come serie di vaccinazione primaria per coloro che sono sieronegativi (non sono ancora stati vaccinati).

«Siamo lieti di iniziare lo studio clinico della nostra variante di richiamo e siamo grati per la continua collaborazione del NIH per combattere questa pandemia», ha detto Stéphane Bancel, amministratore delegato di Moderna. «Sfruttando la flessibilità della nostra piattaforma mRNA, ci stiamo muovendo rapidamente per testare gli aggiornamenti dei vaccini che affrontano le varianti emergenti del virus. Moderna si impegna ad apportare tutti gli aggiornamenti necessari al nostro vaccino finché la pandemia non sarà sotto controllo. Speriamo di dimostrare che le dosi di richiamo, se necessario, possono essere fatte a livelli di dose inferiori, il che - afferma Bancel - ci permetterà di fornire molte più dosi alla comunità globale alla fine del 2021 e nel 2022, se necessario».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
TOP NEWS Dal Mondo
CINA
1 ora
Dal nuoto al curling: come Pechino passa dalle Olimpiadi estive a quelle invernali
È la prima volta che la stessa città ospita le due versioni dei giochi. E le sfide non mancano.
Francia
4 ore
I francesi sequestrano una barca ai pescatori inglesi
Stretta sui porti: si annunciano controlli doganali più severi e divieto di sbarco del pescato
TAIWAN
6 ore
«Se Taiwan cade, la democrazia globale è a rischio»
Le parole della presidente Tsai Ing-wen a fronte di una tensione sempre altissima con Pechino e l'alleanza con gli Usa
NUOVA ZELANDA
10 ore
Neozelandesi stremati tornano a casa via mare
C'è chi non ne può più delle lunghe liste d'attesa, e ha affrontato dieci giorni di navigazione
MONDO
10 ore
Se «Facebook non vuole più essere Facebook»
Il colosso social prepara la svolta. Ne parliamo con Eleonora Benecchi, docente di Culture digitali dell'USI.
NORDEST EUROPEO
19 ore
Rubinetti russi agli sgoccioli in una Moldavia sempre più europea
Tra le autorità moldave e la società russa fornitrice di gas Gazprom è scontro totale per un aumento dei prezzi
MONDO
1 gior
Niente più fame nel mondo? Basterebbe il 2% del patrimonio di Elon Musk
Il direttore del Programma alimentare mondiale delle Nazioni Unite invita i più ricchi del pianeta a «farsi avanti»
STATI UNITI
1 gior
Di cosa è morto Brian Laundrie? L'autopsia non dà una risposta
La vicenda dei due giovani continua a far parlare di sé, e sono ancora molte le domande senza risposta
FOTO
ITALIA
1 gior
Perché un ciclone ha investito la Sicilia: «Il Mediterraneo è sempre più tropicale»
Cosa si pensa che ci sia dietro al nubifragio che ha devastato Catania e che potrebbe protrarsi fino al fine settimana
TURKMENISTAN
1 gior
Doppio zero. Perché il Covid in Turkmenistan non esiste?
Ufficialmente non sono mai stati registrati casi o decessi. Ma per alcune fonti i morti sarebbero almeno 25'000.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile