keystone-sda.ch / STF (Bilal Hussein)
+12
LIBANO
19.02.21 - 18:590

I famigliari delle vittime dell'esplosione al porto scendono in piazza

La protesta è stata innescata dall'interruzione delle indagini per individuare i responsabili del disastro.

BEIRUT - Decine di familiari delle vittime della duplice esplosione del porto di Beirut il 4 agosto scorso, nel quale sono morte oltre 200 persone e ne sono state ferite altre 6mila, sono scese in strada oggi di fronte al palazzo di giustizia di Beirut, bloccando la circolazione stradale con pneumatici e cassonetti dell'immondizia dati alle fiamme.

La protesta popolare è stata innescata dall'interruzione di fatto da oltre un mese delle indagini della magistratura libanese per individuare i responsabili del disastro causato dall'esplosione, definita «accidentale», di 2'750 tonnellate di nitrato di ammonio da anni stoccate nel porto di Beirut.

La deflagrazione del 4 agosto, una delle 10 più potenti esplosioni non nucleari della storia, aveva profondamente danneggiato un terzo della città, costringendo 300 mila persone ad abbandonare le proprie case. Moltissimi feriti sono rimasti menomati o sfigurati a vita. Proprio ieri si era diffusa la notizia della decisione della giustizia libanese di rimuovere dall'incarico il giudice Fadi Sawan, magistrato a capo dell'inchiesta sull'esplosione del porto.

La sua rimozione è stata decisa dopo che due ex ministri, formalmente indicati tra i presunti responsabili del disastro assieme al premier dimissionario Hassan Diab, avevano a dicembre presentato ricorso in cassazione per la presunta mancanza d'imparzialità del giudice Sawan.

Da oggi il Consiglio superiore della magistratura libanese è riunito per approvare o respingere le nomine proposte dal ministero della giustizia. Finora il Csm libanese ha respinto la prima nomina avanzata dal ministero.

keystone-sda.ch / STF (WAEL HAMZEH)
Guarda tutte le 16 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
ITALIA / CITTÀ DEL VATICANO
1 ora
Legge contro l'omofobia: il Vaticano si mette ufficialmente di traverso
Fatto senza precedenti, la Santa Sede ha attivato i proprio canali diplomatici perché il disegno di legge sia modificato
CINA
4 ore
«Ormai è una questione di giorni»
Il tabloid di Hong Kong è finito nella morsa della legge sulla sicurezza cinese
ITALIA
11 ore
L'Italia senza mascherine (forse) dal 28 giugno
Il comitato tecnico-scientifico sembra orientato verso un allentamento anticipato
SUDAFRICA
17 ore
Non sono diamanti, ma cristalli di quarzo
Il valore delle "pietre misteriose" scoperte in Sudafrica crolla quindi drasticamente
GIAPPONE
20 ore
Vaccini a rilento, in Giappone si punta ora sulle aziende
L'iniziativa ha preso il via oggi. Toyota vaccinerà 80'000 persone. Rakuten 60'000.
FOTO
INDIA
23 ore
Arrivano i monsoni. E centinaia di corpi potrebbero finire nel Gange
Il numero di sepolture sulle sponde del fiume sacro è esploso a causa della pandemia
GERMANIA
1 gior
Euro 2020: Allianz Arena illuminata di arcobaleno contro Orbán e le sue leggi «omofobe»?
Lo chiede il Consiglio comunale di Monaco in occasione di Germania-Ungheria. Troppo politico?
STATI UNITI
1 gior
Maxi-incidente in autostrada, morti 9 minorenni e un 29enne
Tragico il bilancio di un tamponamento di massa avvenuto in Alabama
FOTO E VIDEO
STATI UNITI
1 gior
Un'oasi verde sul fiume Hudson: ecco Little Island
La nuova attrazione "fluttuante" è costata 260 milioni di dollari e ospita decine di specie di piante
PORTOGALLO
1 gior
A Lisbona il 60% dei casi di Covid è di variante Delta
L'impennata dei contagi è legata all'apertura ai turisti (britannici) ma il vaccino sembra stia limitando i danni
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile