Keystone
Peter König, del birrificio Füchschen di Düsseldorf, ha dovuto smaltire fra i 2'000 e i 3'000 litri di birra
GERMANIA
11.02.21 - 06:000

Coi bar chiusi la birra alla spina va a male: in Germania la buttano a ettolitri

Niente riaperture in vista e impossibile smerciare l'invenduto ai privati: «È un incubo».

BERLINO - Nella patria della birra la bevanda nazionale per eccellenza viene buttata nei tombini a centinaia di migliaia di ettolitri. Causa serrata prolungata di bar e ristoranti, infatti, i fusti destinati a questi esercizi invecchiano nei magazzini e finiscono per essere smaltiti nei canali di scolo.

«Nei tombini viene versata merce per milioni di euro», assicura alla "Welt" Holger Eichele, segretario generale della Federazione dei birrai tedeschi (DBB). Benché in autunno i ristoratori e i grossisti siano stati cauti negli acquisti, l'invenduto in scadenza è di alcune centinaia di migliaia di ettolitri, spiegano gli esperti.

Il problema è che la birra in fusti va a male generalmente nel giro di sei mesi e non ci sono aperture a breve termine in vista. Smerciare l'invenduto ai privati, poi, è impensabile data la grande capacità dei contenitori e la necessità di disporre di apparecchi ad hoc per spinare la bevanda.

I grossisti restituiscono quindi la merce in scadenza ai birrifici, che la smaltiscono nelle fognature sotto l'occhio vigile di funzionari della dogana. Almeno la tassa sulla birra viene infatti loro restituita. Per il resto, devono sostituire la bevanda ritornata con prodotto fresco o persino rimborsare i soldi dell'ordine ai grossisti.

«È un incubo», confessa Peter König, direttore del birrificio Füchschen di Düsseldorf, che ha visto finire nel tombino fra i 2'000 e i 3'000 litri di birra che era stata messa in fusti in ottobre. «Fa male», aggiunge.

Particolarmente colpiti sono i birrifici piccoli e medi che dipendono molto dal consumo di birra alla spina del settore della gastronomia e degli eventi. La Federazione dei birrai mette in guardia da una possibile ondata di fallimenti: «La situazione è drammatica e senza precedenti dalla Seconda Guerra Mondiale a questa parte», denuncia il segretario generale.

Lo scorso anno in Germania le vendite di birra si sono ridotte di 5 milioni di ettolitri a 87,1 milioni. Più che dimezzate le consegne nel settore della birra alla spina, passato da 490'000 a 210'000 ettolitri.  

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
GERMANIA
2 ore
Trovati cinque cadaveri all'interno di un'abitazione
Il fatto è avvenuto a Königs Wusterhausen, a sud di Berlino: si tratta di due adulti e tre bambini
Stati Uniti
10 ore
Incriminati i genitori del killer di Oxford
La scuola li aveva convocati per esprimere alcune preoccupazioni. Irreperibili per alcune ore, sono stati arrestati
Italia
21 ore
Si spengono i riflettori sul piccolo Eitan. Dopo 84 giorni è tornato a casa
La famiglia: «Ora ha bisogno di serenità e tranquillità per affrontare un percorso di recupero delicato»
Regno Unito
1 gior
Avevano torturato un bimbo fino alla morte, condannati
Arthur Labinjo-Hughes aveva solo sei anni. Il padre con la fidanzata gli hanno fatto subire «crudeli abusi»
GERMANIA
1 gior
Il picco delle terapie intensive è previsto per Natale
«Non si può perdere tempo, non bisogna perdere neppure un giorno» secondo il presidente del Robert Koch Institut
SUDAFRICA
1 gior
La quarta ondata si muove più velocemente delle precedenti
L'incidenza dei ricoveri dei bambini sotto i cinque anni di età è inferiore solamente a quella degli over 60
STATI UNITI
1 gior
Nove colpi di pistola ad un disabile, licenziato un agente di polizia
Il 61enne in sedia a rotelle brandiva un coltello, e si stava recando in un centro commerciale
Francia
1 gior
Si candida come presidente: YouTube lo oscura e i media lo denunciano
Il saggista di estrema destra ha violato i diritti di autore e d'immagine. In totale potrebbe dover pagare 400'000 euro
MONDO
1 gior
«Omicron aveva già fatto il giro del mondo»
La virologa dell'università di Berna Hodcroft: «Le restrizioni servono solo a prendere tempo»
SVIZZERA / MONDO
1 gior
Quegli svizzeri con le piantagioni "problematiche"
Public Eye denuncia la situazione gestita dagli uffici di Ginevra e Zugo, e punta il dito contro la politica svizzera.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile