Keystone
ITALIA
10.02.21 - 12:220

Muore in un incidente: giudice obbliga Apple a dare ai genitori i suoi video

Il gigante di Cupertino chiedeva un «consenso legittimo» del defunto. La norma, però, è americana, non italiana.

MILANO - Battaglia vinta per una coppia di genitori che ha fatto causa ad Apple per vedersi riconoscere il diritto di accedere ai video del figlio, morto in un incidente stradale. Un tribunale di Milano ha stabilito infatti che sono loro i legittimi destinatari della sua eredità digitale.

Come riporta il Corriere della Sera, la coppia aveva chiesto al colosso di Cupertino le credenziali di accesso al cloud del figlio scomparso, dove dovevano trovarsi i suoi video e le sue ricette (era uno chef) dopo che il suo cellulare era andato distrutto nello schianto. Volevano «cercare di colmare almeno in parte il senso di vuoto» causato dalla sua dipartita e, con quel materiale, realizzare «un progetto dedicato alla sua memoria».

Apple aveva però risposto negativamente alla loro richiesta, invocando la protezione dell'identità di terzi e la sicurezza dei clienti. Aveva inoltre posto come condizione per un eventuale accesso che i genitori dimostrassero di essere «agenti» del defunto, dal quale dovevano aver ottenuto un «consenso legittimo» in osservanza alla Legge sulla riservatezza delle comunicazioni elettroniche (Electronic Communications Privacy Act), una norma statunitense.

La giudice Martina Flamini, del Tribunale civile di Milano, ha però stabilito che è «del tutto illegittimo» che Apple pretenda l'adempimento di obblighi estranei all'ordinamento giuridico italiano. A doversi applicare, è piuttosto l'articolo 2-terdecies del Codice della privacy nazionale che, in assenza di disposizioni testamentarie sull'eredità digitale, prevede che quest'ultima vada agli eredi legittimi se agiscono «per ragioni familiari meritevoli di protezione».

Proprio quello che, secondo la giudice, intendono fare i querelanti, che in virtù del «legame esistente tra genitori e figli» vogliono «realizzare un progetto che possa tenere viva la memoria» dal defunto.   

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
ITALIA / CITTÀ DEL VATICANO
14 min
Legge contro l'omofobia: il Vaticano si mette ufficialmente di traverso
Fatto senza precedenti, la Santa Sede ha attivato i proprio canali diplomatici perché il DDL Zan sia modificato.
CINA
3 ore
«Ormai è una questione di giorni»
Il tabloid di Hong Kong è finito nella morsa della legge sulla sicurezza cinese
ITALIA
9 ore
L'Italia senza mascherine (forse) dal 28 giugno
Il comitato tecnico-scientifico sembra orientato verso un allentamento anticipato
SUDAFRICA
15 ore
Non sono diamanti, ma cristalli di quarzo
Il valore delle "pietre misteriose" scoperte in Sudafrica crolla quindi drasticamente
GIAPPONE
18 ore
Vaccini a rilento, in Giappone si punta ora sulle aziende
L'iniziativa ha preso il via oggi. Toyota vaccinerà 80'000 persone. Rakuten 60'000.
FOTO
INDIA
21 ore
Arrivano i monsoni. E centinaia di corpi potrebbero finire nel Gange
Il numero di sepolture sulle sponde del fiume sacro è esploso a causa della pandemia
GERMANIA
1 gior
Euro 2020: Allianz Arena illuminata di arcobaleno contro Orbán e le sue leggi «omofobe»?
Lo chiede il Consiglio comunale di Monaco in occasione di Germania-Ungheria. Troppo politico?
STATI UNITI
1 gior
Maxi-incidente in autostrada, morti 9 minorenni e un 29enne
Tragico il bilancio di un tamponamento di massa avvenuto in Alabama
FOTO E VIDEO
STATI UNITI
1 gior
Un'oasi verde sul fiume Hudson: ecco Little Island
La nuova attrazione "fluttuante" è costata 260 milioni di dollari e ospita decine di specie di piante
PORTOGALLO
1 gior
A Lisbona il 60% dei casi di Covid è di variante Delta
L'impennata dei contagi è legata all'apertura ai turisti (britannici) ma il vaccino sembra stia limitando i danni
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile