Keystone
Stella Kyriakides
UNIONE EUROPEA
26.01.21 - 14:170

AstraZeneca in affanno con le dosi, e l'UE minaccia lo stop all'export di vaccini

Bruxelles ai ferri corti con la farmaceutica (e sotto pressione) pensa a un blocco, che potrebbe valere anche per Pfizer

BRUXELLES - C'è carenza di vaccini, e l'Unione Europea non nasconde la sua insoddisfazione soprattutto nei confronti di AstraZeneca che rischia di consegnare solo la metà dell'ordine previsto (di 100 milioni di dosi) in questo primo quadrimestre del 2020. L'UE, dal canto suo, si era fatta avanti con un'offerta d'acquisto con largo anticipo.

Un'eventualità, quella della mancanza decine di milioni di dosi, che l'UE reputa «inaccettabile», scrive il Guardian, parlando di un'accesissima telefonata fra Ursula von der Leyen e il boss della farmaceutica Pascal Soriot avvenuta questo lunedì. 

«Imprevisti nella catena di produzione possono capitare, ma ci aspettiamo che siano risolti», conferma un portavoce della presidente della Commissione Europea, «l'Unione ha investito in maniera importante nel progetto sin dall'inizio e anche in vista dell'approvazione». 

Attualmente, lo ricordiamo, il vaccino di AstraZeneca - nel quale l'UE ha investito 2.7 miliardi di euro - non è ancora stato vidimato dall'Agenzia europea per i medicinali EMA.

Una frustrazione, quella di von Der Leyen, che non è affatto isolata ed è condivisa dalla commissaria alla Salute Stella Kyriakides: «i colloqui con AstraZeneca oggi sono stati largamente insoddisfacenti per la poca chiarezza e la mancanza di spiegazioni», ha twittato, «gli Stati sono uniti: l'azienda ha l'obbligo contrattuale, e sociale, di mantenere quanto promesso».

La questione ritornerà sul tavolo dell'UE mercoledì, ma intanto si ipotizzano diversi scenari, fra questi ce è anche quello del blocco dell'export dei vaccini prodotti su suolo europeo, compreso quello di Pfizer. Qualsiasi ordine destinato a lasciare i confini unitari, infatti, dovrà essere comunicato a Bruxelles.

Per quanto riguarda la campagna vaccinale, l'UE è sotto pressione per la relativa lentezza del suo svolgimento. Paesi come Stati Uniti, e soprattutto Regno Unito hanno da subito messo sul territorio una quantità molto più importante di dosi.

Londra, per esempio, ha già somministrato 10 dosi ogni 100 abitanti mentre l'Unione - stando all'agenzia di ricerca scientifica Airfinity - poco meno di 2 dosi ogni 100 abitanti.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
FRANCIA
10 ore
Francia, la caccia all'uomo si è conclusa dopo 3 giorni
L'autore del duplice omicidio delle Cévennes si è consegnato oggi alle autorità
MONDO
14 ore
Così la finanza islamica sta conquistando il mondo
Niente speculazioni, rischi o astrazioni: le banche musulmane funzionano e convincono anche chi non lo è
ITALIA
17 ore
Da domenica si potrà tornare in Italia, senza quarantena (ma col tampone negativo)
A deciderlo un decreto firmato oggi da Speranza e che apre all'area Schengen
ITALIA
18 ore
Tutte le date delle riaperture in Italia
Da questa settimana fino all'estate, ecco cosa potrebbe cambiare e cosa si potrà tornare a fare
ITALIA
20 ore
Gregoretti, il giudice "assolve" Salvini: il fatto non sussiste
Non luogo a procedere per l'ex ministro, accusato di sequestro di persona di 131 migranti
REGNO UNITO
20 ore
Preoccupazione per la variante indiana, il Regno Unito vuole accelerare i richiami
Soprattutto nelle zone più colpite dal fenomeno. Non sono esclusi lockdown locali
STATI UNITI
22 ore
Le vittime della “sindrome dell'Avana” sarebbero almeno 130
Attacco con armi sperimentali a microonde oppure altro? La misteriosa “malattia” sarebbe più diffusa del previsto
ITALIA
1 gior
Sarà un'Italia quasi tutta "gialla"
Sono attesi per oggi i nuovi dati della Cabina di regia. In bilico rimane solo la Valle d'Aosta
FOTO E VIDEO
ISRAELE
1 gior
L'attacco di Israele, dall'aria e dalla terra
Oltre all'aviazione, mobilitato anche l'esercito, Netanyahu: «Andremo avanti finché sarà necessario».
STATI UNITI
1 gior
Negli Usa: siete vaccinati? «Potete tornare a fare le cose come prima»
Le nuove linee del CDC: niente più mascherine né distanziamento (salvo eccezioni) per chi ha completato la vaccinazione
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile