Depositphotos (belchonock)
I drammatici racconti di quotidianità degli infermieri dei reparti di cure intense britannici.
REGNO UNITO
19.01.21 - 06:300

La pinta di Guinness e le ultime telefonate: il quotidiano dolore delle terapie intensive

Il personale cerca di soddisfare gli estremi desideri dei ricoverati e fa i conti con un tremendo stress psicologico

MANCHESTER - Il personale che opera nei reparti di cure intense è chiamato a uno sforzo straordinario, in questi tempi di pandemia. Non solo in termini d'impegno fisico - costretti a indossare ingombranti dispositivi di protezione per tutto il giorno - ma anche psicologico.

Medici e infermieri sono le ultime persone che moltissimi malati vedono, al termine della propria esperienza terrena. Certe volte tengono la mano dei ricoverati fino a quando spirano a causa delle conseguenze del Covid-19. A loro affidano appelli, richieste, desideri, come la canzone preferita o l'ultima pinta di Guinness. Una storia di quotidiana drammaticità raccontata dal Manchester Evening News: nel corso del fine settimana a un paziente, che non rispondeva più ai trattamenti, è stato concesso di poter assaporare per l'ultima volta la sua birra preferita.

Il dottor Shondipon Laha, segretario onorario della Società di cure intense e attivo nelle terapie intensive degli ospedali del Nordovest inglese, spiega: «Pensiamo che sia una cosa importante come altre che facciamo. Ma ti esaurisce emotivamente». Le comunicazioni con le famiglie degli ammalati, che siano per telefono o tramite FaceTime, sono drammatiche. «Sempre più spesso riguardano l'interrompere il trattamento se pensi che il paziente stia per morire - ed è davvero duro fare queste conversazioni. Il personale infermieristico lo fa su basi quotidiane».

C'è poi la realtà fuori dall'ospedale, le persone che proseguono nella loro vita e ignorano (o fingono di farlo) quanto avviene nei reparti critici dei nosocomi. «È assolutamente demoralizzante» afferma Laha. «Guidi per andare al lavoro, vedi le persone che passeggiano e ti chiedi: "Cosa sta succedendo?". È come se fossero due mondi distinti».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
AUSTRIA
5 ore
Lockdown all'austriaca, per i non vaccinati
Il governo di Vienna valuta future restrizioni. Ma non per tutti i cittadini
MONDO
6 ore
«Questo messaggio ti infastidisce?»
Tinder introduce due nuovi filtri. E le segnalazioni di molestie aumentano del 46 per cento
STATI UNITI
8 ore
Alec Baldwin è «scioccato» dalla tragedia sul set
Nuovi particolari sull'incidente in cui ha perso la vita la direttrice della fotografia Halyna Hutchins
SUD AFRICA
18 ore
Poliziotta fa strage di parenti per intascare i soldi dell'assicurazione
A processo l'agente che tra il 2012 e il 2017 ha ingaggiato dei sicari per uccidere sei suoi parenti.
STATI UNITI
20 ore
Quanti drammi sui set di Hollywood
La morte di Halyna Hutchins è solo l'ultima tragedia consumatasi durante le riprese di un film a stelle e strisce.
POLONIA
1 gior
Alla ricerca dell'aborto illegale o all'estero
Le associazioni hanno segnalato che in Polonia da gennaio più di 30'000 donne hanno chiesto aiuto
STATI UNITI
1 gior
Baldwin interrogato, il regista «era in condizioni critiche»
L'attore si è presentato alle autorità per rispondere agli inquirenti. Nell'incidente sul set è morta una persona
AUSTRALIA
1 gior
È finito il lockdown più lungo del mondo
Gli abitanti dello Stato di Victoria da oggi possono lasciare la propria abitazione. Levato anche il coprifuoco
STATI UNITI
1 gior
I resti umani sono quelli di Brian Laundrie
Il corpo trovato ieri in una riserva naturale della Florida è quello dell'ex-fidanzato, e assassino, di Gabby Petito
STATI UNITI
1 gior
Un morto e un ferito sul set, a sparare è stato Alec Baldwin
Il dramma sarebbe legato a una pistola usata sul set che avrebbe dovuto essere caricata a salve
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile