Keystone
PAESI BASSI
19.01.21 - 21:000

Polmoniti sospette nelle persone che abitano vicino agli allevamenti di capre

Più la fattoria è vicina, maggiore è il rischio di contrarre la malattia. Gli studiosi indagano sulle possibili cause

AMSTERDAM - A dieci anni di distanza dall'epidemia della febbre Q nei Paesi Bassi, un'altra "malattia misteriosa" viene ora associata nuovamente agli allevamenti di capre. Stando a quanto riportato dal Guardian, gli scienziati hanno trovato un collegamento tra alcuni episodi di polmonite negli umani e gli allevamenti di capre. 

Secondo gli studi effettuati dall'Università di Utrecht, le persone che vivono nei pressi di fattorie e allevamenti di capre nei Paesi Bassi hanno un rischio più alto di sviluppare la polmonite, che va dal 20% al 55%. Più l'allevamento è vicino, maggiore è il rischio. Alcune persone non sviluppano alcun sintomo, mentre altre hanno raccontato di aver avuto febbre, brividi, dolori muscolari e affaticamento. Tuttavia è stato escluso un legame con la febbre Q. 

Attualmente non è ancora stato individuato il motivo scatenante. Per Johanna van der Giesse, microbiologa veterinaria e specialista in malattie zoonotiche, non si può escludere al momento che si tratti di una nuova malattia zoonotica.

Tuttavia si stanno analizzando anche altri fattori. Ad esempio, dopo gli episodi di febbre Q (in cui circa 95 persone hanno perso la vita) le persone che vivono vicino agli allevamenti potrebbero essere più propense ad allertare il medico in casi di sintomi sospetti. Più ipotesi sono al vaglio. 

Il settore ovino rischia ora di subire un altro duro colpo, dopo quello della febbre Q nel 2010. 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
8 ore
«Il razzismo è una crisi di salute pubblica»
Lo ha dichiarato giovedì la sindaca di Chicago, Lori Lightfoot. Per contrastarlo verranno usati quasi 10 milioni.
UNIONE EUROPEA
12 ore
Sentenza sui vaccini: l'Ue esulta, AstraZeneca pure
Il verdetto è stato accolto «con soddisfazione» sia da Bruxelles che dall'azienda anglo-svedese
GERMANIA
14 ore
La Svizzera non è più «un'area a rischio»
L'Istituto Robert Koch ha deciso: gli svizzeri possono entrare in Germania senza restrizioni
REGNO UNITO
16 ore
La «profonda vergogna» dei ministri per gli stupri che restano impuniti
Un numero altissimo di crimini non viene nemmeno denunciato, la politica fa mea culpa
STATI UNITI
17 ore
Niente accusa di schiavitù infantile per Nestlé Usa e Cargill
Lo ha stabilito la Corte Suprema, ma gli attivisti impegnati nel caso non hanno nascosto il loro disappunto
ITALIA
19 ore
Il Green Pass italiano: a cosa serve e come lo si ottiene
Lanciata nelle scorse ore l'apposita piattaforma governativa: la certificazione consentirà di viaggiare, ma non solo.
STATI UNITI
20 ore
Sale in auto, guida e spara: 90 minuti di follia
In otto sparatorie diverse, una persona ha perso la vita e 12 sono rimaste ferite
EUROPA
20 ore
Viaggi in aereo? «Mascherina sempre addosso»
Sono state aggiornate le linee guida europee per i voli turistici
MONDO
21 ore
La pandemia non ferma la migrazione: nel 2020 oltre 82 milioni di persone in fuga
Anche lo scorso anno il numero di movimenti forzati è aumentato. Nel 42% dei casi si tratta di minori
COREA DEL NORD
21 ore
«Con gli Stati Uniti pronti al dialogo ma anche allo scontro»
Così si è espresso Kim Jong-Un delineando la posizione della Corea del Nord di fronte all'amministrazione di Joe Biden
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile