Keystone
MALTA
17.01.21 - 12:020

Caso Caruana Galizia: uno dei sicari tratta per una riduzione della pena

Sarebbe pronto ad ammettere la propria colpa. L'apertura arriva dopo il rifiuto del governo di perdonarlo.

LA VALLETTA - Un pentito tra i tre presunti sicari di Daphne Caruana Galizia - arrestati e incriminati come esecutori materiali dell'omicidio della giornalista maltese avvenuto il 16 ottobre 2017 - ha aperto un negoziato con l'ufficio del Procuratore Generale maltese per ottenere una riduzione di pena in cambio di un'ammissione di colpa e della sua testimonianza in tribunale.

Lo rivela il Times of Malta citando fonti anonime che avrebbero confermato l'offerta da parte del pregiudicato Vince Muscat, detto Il-Kohh, di dichiararsi colpevole.

Stando alle fonti, giovedì scorso i legali di Muscat hanno avuto un incontro con funzionari della Procura Generale per presentare la proposta, all'indomani del rifiuto opposto dal governo maltese alla richiesta di perdono tombale chiesto da Muscat a dicembre 2019.

Finora l'uomo, che venne arrestato già a dicembre 2017 assieme ai fratelli Alfred e George Degiorgio, si è sempre proclamato innocente pur avendo già cominciato nella primavera 2019 a contribuire alle indagini che sette mesi dopo portarono prima all'arresto dell'intermediario di morte Melvin Theuma, poi all'incriminazione del presunto mandante, il milionario Yorgen Fenech, infine alla caduta del governo di Joseph Muscat per il coinvolgimento del capo di gabinetto Keith Schembri e del ministro Konrad Mizzi. Theuma ottenne il condono tombale in cambio delle sue rivelazioni e delle prove che aveva raccolto come autoassicurazione sulla vita.

Prima dell'arresto di Theuma, avvenuto il 14 novembre 2019, la Procura Generale aveva già offerto a Vince Muscat la riduzione della pena a 12 anni di prigione in cambio della sua testimonianza sul complotto che ha ucciso Daphne Caruana Galizia, ma anche su almeno un'altra dozzina di atti criminali che hanno insanguinato l'isola negli ultimi venti anni. Muscat rifiutò la proposta e i suoi legali presentarono la richiesta di perdono tombale bocciata dal premier Robert Abela e dal gabinetto dei ministri mercoledì scorso.
 
 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
AFGHANISTAN
11 ore
Dieci civili vittime del drone: il Pentagono ammette
L'episodio è avvenuto poco prima del ritiro delle truppe Usa da Kabul
Egitto
14 ore
In progetto una ferrovia lunga 1'800 chilometri per attraversare il deserto
Firmato l'accordo per la costruzione della prima tratta con la multinazionale tedesca Siemens
STATI UNITI / CINA
16 ore
ll boom del traffico intercontinentale dei falsi certificati Covid
Le dogane Usa intercettano migliaia di pacchi provenienti dalla Cina
BELGIO
18 ore
Attentati di Bruxelles, Salah Abdeslam rinviato a giudizio
Sei dei 10 imputati sono alla sbarra anche per le stragi di Parigi del 2015
DANIMARCA
20 ore
Verso una nuova regolamentazione sulla caccia alle balene
Non sono mancate le risposte alle accuse sui social: «È solo che il nostro mattatoio è a cielo aperto»
RUSSIA
22 ore
I russi al voto, tra «censure», «scelte limitate» e «attacchi hacker»
Con l'esclusione dei maggiori oppositori, il partito di maggioranza - Russia Unita - punta a riconfermarsi
Stati Uniti
1 gior
In migliaia stipati sotto un ponte aspettano per attraversare il confine
Le condizioni igienico-sanitarie sono al limite, mancano acqua, cibo e una risposta concreta all'emergenza umanitaria
REP. DEMOCRATICA DEL CONGO
1 gior
Traumatizzati e dimenticati: sono gli orfani dell'Ebola
Molti faticano a ricostruirsi una vita a causa dello stigma sociale che circonda il morbo
CONFINE
1 gior
Nubifragio a Malpensa, aerei nel caos
Decine di persone intrappolate in auto. Lo scalo varesino è chiuso e i voli sono dirottati altrove
ITALIA
1 gior
Green Pass per i lavoratori, via libera all'unanimità
La misura entrerà in vigore a partire dal 15 ottobre
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile