Reuters
ITALIA
16.01.21 - 20:250
Aggiornamento : 22:02

800 dosi del vaccino da buttare a causa di un guasto

La Procura ha aperto un'inchiesta, i Carabinieri indagheranno su come sia potuto succedere

L'assessore regionale alla Salute Raffaele Donini ha definito «sconcertante» l'accaduto.

FORLÌ - Mentre i fari sono puntati sulla tempistica per le consegne di vaccini anti-Covid di Pfizer-BioNTech, l'arrivo in Italia delle prime 47'000 fiale del siero prodotto da Moderna è "macchiato" da un incidente in Romagna che ne ha mandato in fumo ben 800 dosi.

"Colpa" di un guasto a un frigorifero dell'ospedale di Forlì e di un allarme probabilmente ignorato sulla cui catena di responsabilità la Procura ha aperto un fascicolo e ha affidato le indagini ai Carabinieri del comando forlivese e del Nucleo antisofisticazione e sanità (Nas) di Bologna che, dopo sopralluoghi, hanno sequestrato frigo e dosi ormai inutilizzabili.

L'incidente di Forlì è avvenuto all'ospedale Morgagni Pierantoni giovedì notte ed è stato segnalato venerdì sera dalla stessa Ausl Romagna, che ha subito parlato di «fatto grave» e avviato un'indagine interna per accertarne responsabilità.

Secondo quanto finora ricostruito dalla Ausl sarebbe avvenuto questo: all'operatore notturno dell'ospedale, che presidia una serie di allarmi, arriva, ma non sarebbe stata "capita", la segnalazione di un guasto da un frigo-congelatore della farmacia al cui interno erano conservate 1500 dosi di vaccino Moderna, a -20 gradi. L'allarme vero e proprio scatta al mattino di venerdì, quando l'operatore di farmacia arriva sul posto di lavoro e sente il "beep" dal frigo che indica che qualcosa non va.

Grazie al sistema di rilevazione interna della temperatura si capisce che non tutto è perduto e parte una corsa dell'ultimo minuto per salvare quante più dosi di vaccino. Per una buona parte, 700 di 1'500, si è potuto procedere a una somministrazione d'urgenza, attingendo da liste di operatori e personale avente diritto al vaccino: 510 dosi in Romagna e 190 spedite a Bologna. Per le restanti 800 dosi non si è fatto in tempo: superato il tempo massimo di scongelamento (il siero Moderna ha una durata di 12 ore a temperatura compresa tra 8 e 25 gradi).

Dato che le dosi Moderna erano destinate alla fase successiva della campagna vaccinale, quella per over 80 tra marzo e aprile, la somministrazione d'urgenza è stata decisa dopo la rassicurazione della Regione sull'arrivo di altre dosi in tempo per il richiamo relativo, a 28 giorni. L'assessore regionale alla Salute Raffaele Donini ha definito «sconcertante» l'accaduto.

Il guasto inoltre sarebbe stato doppio: il frigorifero-congelatore, del 2019 e sottoposto a controlli l'8 gennaio 2021, non si sarebbe semplicemente spento, ma per «un'anomalia in corso di verifica anche da parte del costruttore», la «temperatura interna è aumentata più velocemente» e questo ha portato a un deperimento delle dosi più veloce del normale.

Anche su questi aspetti si concentrano i rilievi e gli accertamenti dei carabinieri che indagano coordinati dalla Procura di Forlì, titolare del fascicolo Federica Messina. L'ipotesi di reato più plausibile, in attesa che si chiarisca l'accaduto, al momento pare l'omissione di atti d'ufficio a carico di uno o più responsabili dei sistemi di controllo e sicurezza della struttura sanitaria ospedaliera.

Un caso ben diverso da quelli che nei giorni scorsi hanno indotto i Nas ad accertamenti in Emilia: a Modena dove pur di salvare sei dosi di vaccino Pfizer erano stati chiamati parenti di operatori sanitari, violando il protocollo, e a Reggio Emilia dove era stato diffuso impropriamente il link per prenotarsi ai vaccini, utilizzabile anche da chi in questa fase non ne avrebbe diritto.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Thomseb 6 mesi fa su tio
Le hanno rivendute a Lugano
seo56 6 mesi fa su tio
Pora Italia..
Heinz 6 mesi fa su tio
Quanto sono bravi a cercare ogni minimo problema che accade in Italia...l'altro giorno subito pronti a riportare che un carico per 2 giorni di un punto (su 293) erano sbagliate. Oggi fanno la morale perchè sono andate perse per un errore 800 dosi su 1400000. Però nell'articolo non si dice che in Italia ad oggi un milione e 100000 persone hanno ricevuto il vaccino, la grande e potentissima e perfettissima svizzera è riuscita a diatribuirlo finora a ...70000 persone!!
Viperus 6 mesi fa su tio
Disastro...esagerati come al solito.
gigios 6 mesi fa su tio
Siamo al top
Wunder-Baum 6 mesi fa su tio
Sberle a coloro che non hanno gestito il guasto
TOP NEWS Dal Mondo
ITALIA
3 ore
Greenpass obbligatorio per i ristoranti: ora è corsa al vaccino
In Friuli Venezia Giulia le richieste di appuntamento sono aumentate del 6'000%.
UNIONE EUROPEA
10 ore
La variante Delta "domina" in Europa
Anche in Svizzera la quasi totalità dei nuovi casi è legata alla variante. Negli ultimi sette giorni la media è al 94.1%
MONDO
13 ore
Quando la miglior cura è essere se stessi
La condanna del Vaticano alle "terapie riparative", che si proponevano di far cambiare orientamento sessuale ai gay
REGNO UNITO
16 ore
Niente quarantena per i lavoratori del settore alimentare
Troppi dipendenti hanno ricevuto l'ordine di isolarsi, mettendo a rischio l'approvvigionamento dei negozi
STATI UNITI
19 ore
Trump: quella del 6 gennaio era una «folla amorevole»
L'ex presidente ha ribadito la sua convinzione che le elezioni del 2020 siano state truccate
SPAGNA
19 ore
«Così salviamo i "figli del vento" abbandonati dagli aguzzini»
L'associazione luganese "Forza Rescue Dog" racconta il proprio impegno a favore dei Galgos.
STATI UNITI
1 gior
Il vaccino J&J può causare un raro disturbo neurodegenerativo
Si tratta della sindrome di Guillain-Barré. Lo ha stabilito l'Ema esaminando 108 casi segnalati nel mondo.
ITALIA
1 gior
L'Italia ha deciso: Green pass obbligatorio per i ristoranti (ma al chiuso)
Servirà per consumare al tavolo ma non all'aperto e al bancone, ma anche per partecipare a concerti e spettacoli.
CINA
1 gior
La Cina rifiuta ulteriori indagini sui laboratori di Wuhan
Le autorità di Pechino accusano l'Oms di «arroganza nei confronti della scienza»
FOTO
ITALIA
1 gior
Bus precipita in una scarpata a Capri, un morto e 28 feriti
Il veicolo ha travolto le strutture di uno stabilimento balneare
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile