Getty
STATI UNITI
12.01.21 - 08:200
Aggiornamento : 09:07

Assalto al Congresso, l'FBI prosegue con gli arresti e si prepara ad altre violenze

«Non ho paura» ha assicurato Biden, mentre si discute se spostare la cerimonia all'interno del parlamento

Nel frattempo, emergono episodi di violenza che inizialmente non erano stati diffusi, tra cori e aggressioni

WASHINGTON - L'Fbi sta monitorando notizie di «varie minacce di fare del male al presidente eletto Joe Biden in vista della cerimonia di giuramento» del 20 gennaio.

Lo riferisce la Cnn, aggiungendo dettagli sull'allarme del Bureau in merito ad altre possibili proteste, anche armate, tra il 16 e il 20 gennaio nella capitale Washington e negli altri Stati Usa. «Altre notizie indicano minacce contro la vicepresidente eletta Kamala Harris e la speaker della Camera Nancy Pelosi», secondo l'Fbi.

Biden dal canto suo, una settimana dopo l'assalto dei fan di Donald Trump, ha detto che non teme di giurare all'aperto sul fronte occidentale di Capitol Hill.

«Non ho paura di fare il giuramento all'esterno, siamo stati informati», ha assicurato Biden dopo l'allerta dell'Fbi, mentre alcuni ex dirigenti del Bureau consigliano di spostare la cerimonia all'interno del parlamento per motivi di sicurezza.

L'FBI prosegue con gli arresti - Il dipartimento di giustizia e l'Fbi stanno perseguendo oltre 150 sospetti nelle indagini sull'assalto al Congresso, dopo averne già arrestati e incriminati una quindicina. Lo scrive il New York Times, prevedendo che il numero è destinato a salire.

Il Bureau ha ricevuto oltre 70 mila 'soffiate' dopo aver chiesto l'aiuto pubblico per identificare i sospetti che appaiono in varie foto e video. Nel frattempo la polizia di Capitol Hill ha aperto un'indagine interna su 10-15 agenti per il loro ruolo nell'assalto. Due sono già stati sospesi: uno si è fatto scattare un selfie con un rivoltoso, un altro ha indossato un cappellino Maga (Make american great again) e ha aiutato i dimostranti a farsi largo nel Congresso.

Anche (almeno) un agente della polizia di New York è finito sotto inchiesta per presunto coinvolgimento nell'assalto al Capitol Hill del 6 gennaio. Il capo della polizia Dermot Shea ha annunciato che l'indagine è stata aperta ma che il nome del poliziotto resta per il momento segreto in attesa di verifiche.

Gli analisti, prosegue il Nyt, stanno esaminando informazioni per identificare qualsiasi ruolo possano aver giocato organizzazioni terroristiche domestiche o avversari stranieri nel radicalizzare i rivoltosi.

Più violenza - Intanto, cinque giorni dopo l'assalto al Congresso dei fan di Donald Trump, emergono nuovi video che rivelano un livello di violenza e aggressività maggiore di quello lasciato vedere dalle prime immagini.

I social mostrano un poliziotto trascinato fuori e picchiato a terra, suoi colleghi aggrediti mentre sono intrappolati nella folla, dimostranti che cantano «impiccare Mike Pence», un gruppo di rivoltosi che sembra cercare alti dirigenti dentro l'edificio.

Nell'attacco sono stati usati scudi sottratti agli agenti, mazze da hockey, stampelle, bandiere. Oltre 50 agenti della polizia di Capitol Hill sono rimasti feriti, di cui 15 ricoverati, in gran parte per ferite alla testa. Uno è morto.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Booble63 9 mesi fa su tio
L’unica speranza è che gli americani di rendano conto di quanto possa essere devastante la politica di Trump, basata su menzogne, razzismo è demagogia. Sono certo che la maggioranza dei 72 milioni di persone che hanno votato questo irresponsabile narcisista abbiano definitivamente aperto gli occhi e si siano resi conto della boiata che hanno fatto, già 4 anni fa.
Moga 9 mesi fa su tio
@Booble63 Invece l'indice di gradimento di Trump è al rialzo. Forse perché gli americani son più informati di te? L'attacco al Campidoglio è stato organizzato dai Dem insieme ad una 50ina di Antifa (arrivati con l'autobus e fatti entrare dalla polizia) per accelerare il voto di quel poveraccio di Biden. Voi sinistri nemmeno alla 20esima fetta vi accorgete che è polenta!
F/A-19 9 mesi fa su tio
@Booble63 Una volta c’erano i fascisti poi sono arrivati i nazisti e per un po’ sono esistiti anche i Trampisti, tutta gente che ha sempre pensato di essere migliore di tutti gli altri. Basta osservare come si definivano i tedeschi, razza ariana superiore a tutti, america first e naturalmente bianchi con forte impronta razzista. Tra parentesi le origini della famiglia Trump è proprio tedesca, alias: ma guarda te i casi della vita!
seo56 9 mesi fa su tio
@Moga Yes!!
Dario Lampa 9 mesi fa su tio
@Moga Chissà da quale fonte autorevole ha preso le sue informazioni. Per il bene della comunità, le consiglio di impiegare un po più di pensiero critico quando legge qualcosa.
Nikko 9 mesi fa su tio
@Moga @Moga e seo56 Fate ridere i polli con i vostri fantasiosi depistaggi inventati di sana pianta... Avete imparato a memoria la lezione del vostro idolo, maestro impareggiabile nel manipolare la realtà... Se Trump lo sapesse vi assumerebbe immediatamente come consulenti in “Fatti alternativi”... Vi state facendo compatire da tutti quelli che sanno usare il cervello normalmente.
Luca 68 9 mesi fa su tio
certo non lo merita, gli americani dovrebbero dargli fiducia e capire che il cattivo non è luì, Trump deve cercare di calmare i suoi sostenitori, fino ad ora ha fatto un gioco sporco e pericoloso, non degno del suo ruolo da presidente
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
TURKMENISTAN
40 min
Doppio zero. Perché il Covid in Turkmenistan non esiste?
Ufficialmente non sono mai stati registrati casi o decessi. Ma per alcune fonti i morti sarebbero almeno 25'000.
STATI UNITI
8 ore
Ergastolo? El Chapo ha richiesto un nuovo processo
La difesa del narcotrafficante si sta battendo in particolare contro le condizioni di detenzione ai tempi delle udienze
Stati Uniti
12 ore
Ecco perché transizione green non è sinonimo di sicurezza sul lavoro
Dalle miniere di cobalto agli impianti di riciclaggio, passando per i pescatori: i diritti umani nell'economia verde
REGNO UNITO
14 ore
Danni fino a 18 miliardi di sterline da nuove misure anti-Covid
Per questo motivo il governo Johnson non prende in considerazione il Piano B (nonostante quello A non stia funzionando)
STATI UNITI
17 ore
«È uno sforzo coordinato per dipingere una falsa immagine di Facebook»
Per il Ceo della piattaforma social, l'azienda ha una «cultura aperta» e accoglie le «critiche in buona fede»...
CINA
19 ore
Vaccino ai bimbi dai tre anni e lockdown, la stretta cinese
Diversi focolai sono emersi dal 17 ottobre in diverse parti della Cina, a causa di alcuni turisti
MONDO
21 ore
«La salute deve diventare una priorità»
La lezione appresa dopo la pandemia è che il settore sanitario deve tornare al centro delle attività economiche
ITALIA
23 ore
Quella terza dose sempre più «scenario verosimile»
Con i contagi che rialzano la testa, è fra le misure tenute in considerazione, Brusaferro: «Ci faremo trovare pronti»
AFGHANISTAN
1 gior
A otto anni con l'ombra della fame: «A volte dormo senza aver mangiato»
La testimonianza di una famiglia di Kabul, sentita da Save The Children: «Tutto è diventato costoso».
ARABIA SAUDITA
1 gior
Mohammed bin Salman suggerì di uccidere re Abdullah?
Lo ha dichiarato un ex alto funzionario dell'intelligence saudita alla trasmissione 60 Minutes
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile