Immobili
Veicoli
keystone
STATI UNITI
08.01.21 - 20:110

Gli ultrà di Trump ora rischiano il lavoro

Scaricati dal presidente, i "patrioti" fronteggiano le conseguenze dell'assalto al Congresso. Licenziamenti e inchieste

WASHINGTON - «So che siete delusi, ma è solo l'inizio». E poi, rivolgendosi ai "75 milioni" che lo hanno votato: «Avrete una voce gigante».

Mentre medita la riscossa politica guardando al 2024, Donald Trump cerca di tener buoni i suoi sostenitori, da lui stesso scaricati ieri in un video che ha gelato gli animi degli ultra': «Voi non rappresentate il nostro Paese. E coloro che hanno infranto la legge pagheranno», aveva detto, leggendo dal Teleprompter, lo stesso presidente che poche ore prima aveva promesso: «Vi amo, siete speciali».

È una doccia fredda per i "patrioti" coi berrettini rossi venuti a Washington da ogni angolo d'America sventolando vessilli a stelle e strisce, e alcuni anche la bandiera confederata che mai era entrata prima di allora a Capitol Hill. Chi ha sfidato la legge il 6 gennaio prendendo d'assalto la "casa del popolo", nel day-after dell'assalto non sa più bene a che santo rivolgersi.

Se Trump li ha scaricati e allo stesso tempo li blandisce, non c'è soltanto l'Fbi a dare loro la caccia: sono gli stessi social media che hanno garantito la crescita esponenziale del movimento e contribuito all'organizzazione dell'occupazione del Congresso, che nelle ultime ore ha messo alla gogna chi ha partecipato alla rivolta.

«Identificateli con nome e cognome», esortava ieri l'account Instagram "Homegrown Terrorist", successivamente rimosso. In barba alle norme anti-Covid, gli ultrà hanno girato per ore senza maschera per le aule del Capitol fotografandosi l'un l'altro e postando gli scatti sui loro profili social: è stato facile in molti casi riconoscerli.

È successo così a Bradley Rukstales, il Ceo della società di marketing di Chicago Cogensia, messo in aspettativa dopo aver fatto pubblicamente mea culpa ed esser stato arrestato. Molti, come lui, hanno già perso il lavoro o sono in procinto di perderlo come Paul Davis, un avvocato del Texas. Navistar, una società del Maryland, ha licenziato un dipendente fotografato nel Capitol con addosso il badge dell'azienda. In aspettativa anche un insegnate di Allentown in Pennsylvania il cui nome è rimasto segreto in attesa della conclusione dell'inchiesta della scuola.

E il peggio potrebbe ancora venire: la procura della capitale medita accuse per sedizione per i circa cento arrestati finora con pene previste fino a 20 anni di reclusione.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
GERMANIA
7 ore
Diversi governi hanno sfruttato la pandemia per opprimere i diritti umani
«Molti leader hanno usato la pandemia di Covid-19 come pretesto per ridurre la supervisione e la responsabilità»
ITALIA
9 ore
Quirinale, niente di fatto anche oggi
Le schede bianche sono state la costante anche della seconda votazione
GERMANIA
11 ore
Il 18enne che ha sparato ai compagni «avrebbe potuto fare una strage»
«Le persone devono essere punite» aveva scritto al padre via Whatsapp, pochi minuti prima
LE FOTO
OCEANO PACIFICO
18 ore
Tra gli aiuti diretti a Tonga, un focolaio di Covid
Sulla "HMAS Adelaide" della marina australiana ci sono 23 membri dell'equipaggio positivi al coronavirus
ITALIA
20 ore
Da Amadeus, a Vasco e Siffredi: i non "quirinabili" votati
Pioggia di schede bianche ieri a Montecitorio, ma non senza qualche nome curioso. E no, non è la prima volta.
COREA DEL NORD
22 ore
La Corea del Nord testa nuovi missili
Il Sud avvisa: «Dobbiamo condurre un'analisi dettagliata»
UCRAINA/RUSSIA
1 gior
Dalla «minaccia russa» all'«isteria europea», il confine è sempre più rovente
Stati Uniti e Regno Unito richiamano a casa i dipendenti delle ambasciate e la Nato manda rinforzi armati all'Ucraina
ITALIA
1 gior
Presidente della Repubblica italiana: nulla di fatto nella prima giornata di votazione
Le schede bianche sono state 672. Domani si ricomincia
MEDIO ORIENTE
1 gior
Missili verso Abu Dhabi, si infiamma lo scontro con gli Huthi
I ribelli dicono di aver colpito anche la zona di Dubai, dagli Emirati non giunge però nessuna conferma
RUSSIA
1 gior
Omicron è in Russia, dove metà della popolazione non è vaccinata
La variante è correlata a un tasso minore di ricoveri. Sarà però così anche dove gli immunizzati sono la minoranza?
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile