Keystone (archivio)
STATI UNITI
28.12.20 - 06:000

La crisi degli oppioidi si aggrava sotto il tallone del Covid

Le morti per overdose nella capitale americana sono in aumento. E la pandemia mette l'accento alla crisi

di Redazione
Manuela Cavalieri e Donatella Mulvoni

WASHINGTON D.C: - La capitale degli Stati Uniti sta affrontando una delle peggiori crisi della sua storia. È la crisi da dipendenza da oppioidi la questione più cocente sul tavolo del sindaco Muriel Bowser. Sul banco degli imputati finisce il fentanyl, pericolosissima droga sintetica che negli ultimi anni sta letteralmente facendo strage.

A Washington D.C. sono state 282 le morti per overdose, almeno fino alla fine dell’estate. A peggiorare una situazione già tremenda, è arrivata la pandemia. Oggi le morti per overdose sono più alte di quelle legate a incidenti stradali.

Le associazioni chiedono ai legislatori di considerare l’emergenza un problema sanitario e non soltanto una questione criminale. Ne abbiamo parlato con Jennifer Loken che per la fondazione Whitman-Walker Health (WWH) si occupa delle attività per combattere le dipendenze.

L’organizzazione ha come focus essenziale quello di garantire un accesso equo alla sanità a tutti i cittadini, soprattutto alle minoranze come quella Lgbtq. «Ci preoccupa l’aumento delle overdose da oppiacei – ci dice Loken – occorre affrontare la questione immediatamente». La Whitman-Walker Health lo fa da oltre trent’anni nella capitale. «A Washington la crisi legata agli oppiacei sta colpendo in maniera completamente sproporzionata la comunità afroamericana. La stessa cosa, purtroppo, accade anche per il Covid-19 che infetta e uccide più afroamericani che bianchi».

Un problema endemico nella capitale americana. «È evidente come le questioni sociali influenzino la salute delle persone». Sono tanti i pazienti a Washington che a causa della pandemia non hanno accesso non solo alle strutture sanitarie, ma anche alle provviste di medicinali specifici. La pandemia, ci spiega Loken, ha fatto precipitare ulteriormente una situazione già oltremodo precaria. «Basti pensare al fatto che a causa della pandemia, molte delle persone che assistiamo devono fare ricorso alla telemedicina». In questo caso a essere messe in evidenza sono ancora una volta le disparità. Stavolta nello specifico tra coloro che hanno accesso alla tecnologia e coloro che invece non lo hanno. 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
ITALIA
6 ore
Pescara in fiamme, bagnanti in fuga dalle spiagge
Il forte vento alimenta il rogo, centinaia di persone evacuate
FOTO
FRANCIA / GERMANIA
8 ore
Un fine settimana di manifestazioni contro l'obbligo vaccinale
76 gli arresti sabato in Francia, oggi a Berlino tensione tra dimostranti e polizia
ITALIA
11 ore
Oltre 800 incendi nel fine settimana italiano
Per contrastare le fiamme in Sicilia sono al momento impegnati 806 uomini
STATI UNITI
14 ore
«I CDC hanno perso credibilità»
Il cambio di rotta dell'organo sanitario ha riacceso un forte dibattito, soprattutto in Georgia, Texas e Florida
GRECIA
16 ore
Otto feriti e venti case distrutte
Cinque villaggi evacuati nella regione di Patrasso, in Grecia. Le fiamme continuano ad avanzare
LE IMMAGINI
EUROPA
1 gior
Dove non piove, brucia: fiamme in Turchia, Grecia, Italia
L'Europa mediterranea nella stretta dei roghi: le alte temperature non danno tregua ai pompieri.
ITALIA
1 gior
Balzo dei contagi negli uomini under 40: «È l'effetto Europei»
È l'analisi contenuta nell'ultimo rapporto di aggiornamento Epidemia COVID-19 dell'Istituto superiore di sanità
ITALIA
1 gior
Botte a un passante perché pensavano fosse un ladro, denunciati tre svizzeri
Credevano avesse rubato loro uno zainetto, ma in realtà non c'entrava nulla
REGNO UNITO
1 gior
Rischio Delta, gli esperti consigliano il vaccino alle donne in gravidanza
Le future mamme ricoverate hanno maggiori probabilità di contrarre la polmonite
CINA
1 gior
Il virus torna a circolare in Cina
I contagi, dovuti alla variante Delta, si sono già diffusi in cinque province e almeno 13 città
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile