Immobili
Veicoli
Negozio pop-up nell'East Village
+3
STATI UNITI
21.12.20 - 21:530

Record alberi di Natale negli Stati Uniti, effetto pandemia

Non era mai successo che i caratteristici negozietti pop-up di pini restassero sforniti a Natale.

Eppure quest’anno la città di New York ha registrato un insolito boom, quello dei tradizionalissimi alberi.

di Redazione
Manuela Cavalieri e Donatella Mulvoni

NEW YORK - Secondo gli esperti anche questo sarebbe un effetto diretto della pandemia. Mentre nel 2008, in piena crisi finanziaria, la gente aveva rinunciato ai festeggiamenti, la crisi economico-sanitaria del 2020 ha provocato l’effetto contrario. Insomma gli alberi sono diventati il simbolo concreto della speranza di rinascita, non più solo una decorazione.

Un esempio per tutti è il caso, raccontato dal New York Times, di uno degli storici rivenditori, Uptown Christmas Trees, che da quasi cinquant’anni fornisce i newyorchesi di alberelli. Ad inizio stagione erano già duemila in più gli alberi venduti rispetto allo scorso anno. Basta una passeggiata per Manhattan ed una chiacchiera con i venditori di pini, per rendersi conto del fenomeno. «Non era mai successo di finire interi stock», dicono i venditori dell’East Village, sorpresi per il boom e costretti a rifornirsi costantemente dai vivai.

Ora i ritardatari dovranno accontentarsi di alberi fuori taglia media. Tra essi incontriamo Mercedes, 38 anni, emigrata a New York da 12 anni dall’Argentina, che ha optato per un alberello un po’ più grande del solito. «Ho perso il lavoro a causa delle restrizioni, perché purtroppo ero impiegata nella ristorazione. Sto cercando di risparmiare, quindi non ceno più fuori e non faccio shopping da mesi – ci racconta - All’albero però non ho voluto rinunciare perché quest’anno come non mai prima sto trascorrendo la maggior parte del mio tempo a casa. Voglio che il mio minuscolo monolocale qui nell’East Village diventi per me il luogo più caldo e familiare dell’intera città. Guardare le luci del mio albero mi fa stare bene: sa di festa, mi porta alla mente i più bei ricordi della mia infanzia».

E Mercedes non è la sola ad essere stata licenziata a causa della pandemia. New York continua ad essere in lockdown ed i ristoranti sono aperti soltanto all’esterno. Pochi i coraggiosi che scelgono di mangiare fuori, con i morsi dell’inverno newyorkese, con conseguenti perdite di posti di lavoro.

Incontriamo anche Gemma, immigrata italiana a New York da 2 anni. Anche lei non ha rinunciato all’albero, nonostante la tristezza di questo strano 2020. «Certo, i regali migliori nella vita non si troveranno mai sotto l’albero di Natale. I doni più importanti sono la famiglia, gli amici, i bambini e tutte le persone che amiamo». Gli affetti che purtroppo a causa del virus non si potrà godere.

L'albero di Gemma
Guarda tutte le 7 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
ITALIA
1 ora
Quirinale: ancora una fumata nera nella quinta giornata di votazione
Sergio Mattarella ha ricevuto 336 voti. Domani molto probabilmente sarà la giornata decisiva
LIVE CORONAVIRUS
LIVE
La sorella di Omicron sarebbe anche in Lombardia
Sul portale internazionale di dati genomici sono stati segnalati dieci casi di BA.2 nella vicina Penisola
ITALIA
13 ore
Il giallo di Camilla Canepa, i dottori sapevano che era vaccinata
La 18enne e la sua famiglia avevano avvisato i medici, nonostante questo non sono state seguite le linee guida dell'Isth
BRASILE
16 ore
«Dovrebbero difenderli, non sterminarli»
Sotto accusa i funzionari del Dipartimento governativo degli Affari Indigeni (FUNAI) per un insabbiamento
RUSSIA / UCRAINA
1 gior
Russia-Ucraina: l'ottimismo scarseggia, ma si va avanti
La risposta fornita da Usa e Nato è invece stata gradita da Kiev: «Nessuna obiezione dal lato ucraino»
REGNO UNITO
1 gior
I reati sessuali sono in aumento. «Per il governo non è una priorità»
Nei primi nove mesi del 2021 in Inghilterra e in Galles sono stati denunciati quasi 70mila stupri
STATI UNITI
1 gior
Vietato dalla scuola un romanzo sull'Olocausto
L'autore Art Spiegelman, vincitore del premio Pulitzer, si è detto «sconcertato»
COSTA RICA
1 gior
Assalto no-vax all'ospedale per «salvare un bambino dal vaccino»
Una trentina di persone è riuscita a fare irruzione nel nosocomio, ma non ad arrivare al bambino al quarto piano
MONDO
1 gior
«I casi gravi sono dovuti alla coda della Delta»: lo studio
L'osservazione dell'Istituto di ricerca Altamedica sull'evoluzione della variante: «Dati veramente tranquillizzanti»
VIDEO
ITALIA
1 gior
Quirinale, i "bookmaker" oggi dicono Casini
L'ex presidente della Camera parte in pole. Il centrodestra compatto su Sabino Cassese? Alle 11 via al quarto scrutinio
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile