keystone-sda.ch / STF (FILIP SINGER)
La riduzione dei contatti in Germania non è sufficiente, secondo il presidente del Robert Koch-Institut.
GERMANIA
10.12.20 - 12:430
Aggiornamento : 18:39

«I contatti sono stati ridotti del 40%, e questo non basta»

Il presidente del Koch-Institut ritiene che, se non sarà la popolazione a farlo, dovranno intervenire le istituzioni

BERLINO - In Germania «i contatti sono stati finora ridotti del 40%, e questo non basta. Noi siamo dell'idea che servirebbe una riduzione del 60%».

Lo ha detto il presidente del Robert Koch-Institut, Lothar Wieler, in conferenza stampa a Berlino, esprimendo la preoccupazione per lo sviluppo della pandemia in Germania, dove i nuovi contagi aumentano nonostante il semi-lockdown.

Wieler ha sottolineato che da alcuni studi emerge «una certa stanchezza della popolazione», rispetto al virus e alle misure. Se i cittadini non sono disposti a ridurre da soli i contatti, servono misure più dure, ha anche affermato, rispondendo a una domanda.

Ieri Angela Merkel, da tempo allarmata per la situazione, ha parlato al Bundestag di un inasprimento delle limitazioni. Mentre l'istituto scientifico Leopoldina ha consigliato la serrata dei negozi dal 24 dicembre al 10 gennaio e di prolungare le ferie scolastiche per tenere chiuse le scuole due settimane in più rispetto al calendario attuale. 

I Länder chiedono più severità - Lo sviluppo dei contagi da Covid in Germania ha scosso il Paese e diversi appelli per un lockdown più duro sono arrivati oggi proprio dai Länder. A schierarsi a favore di una serrata dei negozi e del prolungamento delle vacanze di Natale per le scuole sono stati Baviera, Schleswig-Holstein, il Meclemburgo-Pomerania e la città di Berlino. La Sassonia è pronta a chiudere già lunedì prossimo.

Per il ministro presidente bavarese Markus Soeder, il lockdown è necessario a livello federale, «e dovrà durare quanto necessario», ha spiegato. Il presidente dello Schleswig-Holstein Daniel Gunther (Cdu), ha chiesto che il lockdown arrivi «prima di Natale». Il sindaco di Berlino Michael Mueller invece non ha citato alcuna data per ora.

Gli appelli sono stati pronunciati in vista di un incontro fra Stato e regioni, che potrebbe tenersi nel prossimo week-end, probabilmente domenica.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
GERMANIA
3 ore
«Lavate bene frutta e verdura»
Sono sedici i feriti in seguito all'incidente a Leverkusen, quattro le persone che risultano ancora disperse.
ITALIA
6 ore
Proiettili? No, grandine
Gli strascichi dell'«inferno» d'acqua che ha colpito ieri il Basso Mantovano
STATI UNITI
8 ore
Crollo a Miami, identificata anche l'ultima vittima
Il bilancio definitivo si attesta a 98 morti. I soccorritori però continuano a scavare
ITALIA
11 ore
Vaccinati, ma senza Green Pass: il caso dei volontari di ReiThera
Nel loro organismo ci sono gli anticorpi, ma non possono ottenere il certificato Covid
EUROPA
17 ore
Giovani adulti, sempre più soli
Sia al nord che al sud del Continente, aumentano i giovani europei che si sentono soli
FOTO
VIETNAM
19 ore
Coprifuoco e strade disinfettate per combattere il Covid
Milioni di persone dovranno stare in casa dalle 18 alle 6 del mattino, mentre i militari puliscono asfalto e monumenti
ITALIA
21 ore
«Serviranno almeno 15 anni per ricostruire i boschi»
Il primo bilancio di Coldiretti degli incendi in Sardegna. La politica è unita: «Condividiamo il grido di dolore»
STATI UNITI
23 ore
«Tamponi settimanali per chi non si vaccina»
Lo ha annunciato il Sindaco della Grande Mela, Bill de Blasio
REGNO UNITO
1 gior
Londra sott'acqua: «Non venite in ospedale»
Un acquazzone ha portato ad inondazioni e chiusure, colpite la metropolitana e anche due ospedali
VIDEO
ITALIA
1 gior
La Sardegna continua a bruciare. «Una ferita profonda inflitta alla nostra storia»
Da 60 ore gli incendi distruggono l'isola. Arrivati i Canadair da Francia e Grecia
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile