Keystone
Le coronopatie sono state la principale causa di morte negli ultimi 20 anni
STATI UNITI / SVIZZERA
10.12.20 - 11:300
Aggiornamento : 11:46

A falcidiare l'umanità sono attacchi cardiaci e ictus

Malattie non trasmissibili prime cause di morte, rivela l'OMS: «Prevenzione!». Il Covid? «Già 1,5 milioni di vittime».

NEW YORK / GINEVRA - Malattie cardiovascolari, ictus e broncopneumopatia cronica ostruttiva: sono state queste, negli ultimi 20 anni, le principali cause di morte a livello mondiale. A rivelarlo è l'ultimo rapporto sul tema diffuso dall'Organizzazione mondiale della sanità (OMS), che, in tempi di pandemia, sottolinea come l'anno scorso 7 dei 10 principali motivi di decesso sono state delle patologie non trasmissibili. Nel 2000 erano solo 4 su 10.

«Queste nuove stime sono un ulteriore promemoria del fatto che dobbiamo incrementare la prevenzione, la diagnosi e il trattamento delle malattie non trasmissibili», afferma il direttore generale dell'OMS, Tedros Adhanom Ghebreyesus, citato in un comunicato. «Evidenziano l'urgenza di migliorare drasticamente l'assistenza sanitaria primaria, in modo equo e olistico - continua -. Un'assistenza sanitaria primaria forte rappresenta chiaramente la base su cui poggia tutto il resto, dal lottare contro le malattie non trasmissibili al gestire una pandemia globale».

Le coronopatie ai danni delle arterie cardiache figurano quindi al 1° posto tra le cause di morte, determinando il 16% del totale dei decessi: quasi 9 milioni di morti nel 2019 contro i poco più di 2 milioni del 2000. In aumento in Estremo Oriente, Sudest asiatico e Oceania, in diminuzione in Europa. Seguono ictus (al 2° posto), broncopneumopatia cronica ostruttiva (3°), cancro alla trachea, ai bronchi o al polmone (6°), Alzheimer e altre demenze (7°), diabete mellito (9°) e patologie renali (10°)       

Come malattie infettive, in questa triste classifica rimangono invece le infezioni del tratto respiratorio inferiore (4° posto), le condizioni neonatali come le sepsi neonatali (5°) e la patologie diarroiche (8°). 

A permettere il declino globale dell'incidenza delle malattie infettive è stato il contenimento d'infezioni come l'HIV/AIDS (grazie a prevenzione, test e trattamento) e della tubercolosi. I Paesi a basso e medio reddito, specialmente quelli africani, restano però particolarmente esposti a queste epidemie.  

«A oggi, il Covid-19 ha tragicamente reclamato più di 1,5 milioni di vite», ricorda poi l'OMS citando l'ultima e al momento la più celebre infezione respiratoria. «Il prossimo aggiornamento su queste stime includerà una valutazione dell'impatto diretto e indiretto della pandemia di Covid-19 sulla mortalità e la morbilità», aggiunge.

Per quanto riguarda le patologie non trasmissibili, Americhe ed Europa risultano particolarmente toccate dall'Alzheimer e dalle altre forme di demenza. Qui, nel 2019, rappresentavano la 3a causa di morte, con il 65% delle vittime di sesso femminile. 

Complessivamente, negli ultimi 20 anni il 74% dei decessi è stato causato da malattie non trasmissibili. Oltre alle coronopatie, che come detto hanno determinato il 16% delle morti, l'ictus ne ha provocate l'11% mentre la broncopneumopatia cronica ostruttiva (che può essere causata, tra le altre cose, dal fumo) il 6%. 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
pillola rossa 2 mesi fa su tio
"Complessivamente, negli ultimi 20 anni il 74% dei decessi è stato causato da malattie non trasmissibili" ovvero malattie croniche, che oltretutto rendono il terreno fertile alle malattie acute. Il vaccjno covid non solo non serve, ma è la più grande presa in giro dell'umanità, paragonabile solo alle religioni monoteiste
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
GERMANIA
14 min
Macché carta igienica e lievito! L'incetta è stata di sapone
«Si è cucinato il doppio dell'anno prima, ma non per questo i consumatori sono andati al bagno il doppio».
GERMANIA
1 ora
«Vaccinare prima le persone che hanno più contatti»
L'immunologo Michael Meyer-Hermann vorrebbe cambiare le priorità di vaccinazione
ITALIA
3 ore
Italia verso il confinamento durante i fine settimana
La misura è invocata per frenare la risalita dei contagi. In vista la modifica del Dpcm appena entrato in vigore.
ITALIA
5 ore
Mascherina in palestra? «È sicura»
Per le persone sane «non comporta alcun rischio», secondo uno studio realizzato da un team di ricercatori italiani
FOTO
MESSICO
12 ore
La barriera anti-vandali diventa un memoriale per le vittime di femminicidio
I nomi di centinaia di donne uccise nel 2020 hanno trasformato la recinzione metallica attorno al Palazzo nazionale
STATI UNITI
12 ore
Un nuovo studio sulle varianti: «Sfuggono agli anticorpi monoclonali»
I ricercatori spingono quindi per «rivedere le terapie» e «svilupparne di nuove»
FOTO
SVEZIA
15 ore
Stufi di un lockdown che non c'è
Sabato scorso, circa 600 persone hanno manifestato nel centro di Stoccolma. Una prima nel paese scandinavo
ITALIA
15 ore
Un treno fra Roma e Milano che non lascia salire il Covid
Tampone prima di salire, e cordone sanitario, ma bisognerà arrivare in stazione un'ora prima. L'idea in vista dell'estate
STATI UNITI
18 ore
Nuove regole per i vaccinati
Concesse alcune visite senza mascherina né distanziamento sociale
UNIONE EUROPEA
20 ore
«Lo Sputnik V? Come la roulette russa»
Christa Wirthumer-Hoche ha dichiarato che non ci sono ancora dati sufficienti per l'autorizzazione
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile