Archivio Keystone
MALI
02.12.20 - 11:180

Cresce ancora la tratta di bambini, arruolati o ai lavori forzati

A denunciarlo è l'Alto Commissariato dell'Onu per i rifugiati (Unhcr)

GINEVRA - La guerra, l'insicurezza alimentare, la pandemia e il deteriorarsi della situazione socio economica in Mali hanno portato ad un aumento della tratta dei bambini, costretti ai lavori forzati nelle miniere d'oro o reclutati dai gruppi armati.

A denunciarlo è l'Alto Commissariato dell'Onu per i rifugiati (Unhcr) secondo cui nel Paese sono aumentate le segnalazioni di casi di bambini soldato.

Secondo l'Agenzia delle Nazioni Unite, i gruppi armati inoltre sfruttano il lavoro dei bambini nelle miniere d'oro, utilizzando i profitti per arricchirsi, alimentare il commercio di armi e finanziare la violenza. Secondo l'UNHCR, circa 6'000 bambini lavorano in otto siti minerari del paese dove sono esposti alle «peggiori forme di lavoro minorile, sfruttamento economico, violenza sessuale, fisica e psicologica».

Molti di loro lavorano senza essere pagati fino a quando i loro "debiti" di reclutamento e di viaggio non vengono pagati. E chi non è sfruttato nelle miniere è costretto a combattere, è vittima della tratta, di violenze, scambiato come merce e reso schiavo di prestazioni sessuali o di lavori domestici, mentre le ragazze sono costrette a matrimoni precoci in un paese in cui si stima che più della metà delle giovani si sposi prima dei 18 anni.

L'Unhcr riferisce, in particolare, che nella regione del Mopti, donne e ragazze vengono «rapite, aggredite sessualmente e violentate», dall'inizio di quest'anno sono già stati registrati più di 1'000 casi. In tutto ciò la chiusura delle scuole a causa dei conflitti nel Paese e della pandemia aggrava la situazione ed espone ancor più i bambini ai gruppi armati.

«Il profilo di chi sfrutta il bambini - riferisce l'Unhcr - spazia dai gruppi criminali o armati organizzati ai capi tribali e ai funzionari dello Stato, ma a volte anche parenti o membri della comunità».

«A causa del conflitto e del deterioramento socio-economico esacerbato dalla pandemia - insiste l'Agenzia Onu - vediamo alcune delle più gravi violazioni dei diritti umani nel Sahel».

Infine, nonostante le restrizioni ai movimenti imposte dal conflitto e dalla crisi Covid-19, il Mali rimane un paese di transito per rifugiati e migranti che cercano di raggiungere il Nord Africa e l'Europa. Ma il pericolo per loro è altissimo, ribadisce l'Unhcr, perché molte delle persone in transito vengono trafficate e inviate al lavoro forzato nel settore agricolo, mentre altre, soprattutto le donne, cadono nelle mani dei gruppi criminali che promettono posti di lavoro in Nord Africa, Europa e Medio Oriente.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
AUSTRIA/GERMANIA
59 min
Arrivano in crociera... positivi al Covid
Il viaggio della nave è stato fermato: dei 178 passeggeri sulla crociera 80 sono risultati positivi al tampone
CINA
3 ore
Dal nuoto al curling: come Pechino passa dalle Olimpiadi estive a quelle invernali
È la prima volta che la stessa città ospita le due versioni dei giochi. E le sfide non mancano.
Francia
6 ore
I francesi sequestrano una barca ai pescatori inglesi
Stretta sui porti: si annunciano controlli doganali più severi e divieto di sbarco del pescato
TAIWAN
8 ore
«Se Taiwan cade, la democrazia globale è a rischio»
Le parole della presidente Tsai Ing-wen a fronte di una tensione sempre altissima con Pechino e l'alleanza con gli Usa
NUOVA ZELANDA
12 ore
Neozelandesi stremati tornano a casa via mare
C'è chi non ne può più delle lunghe liste d'attesa, e ha affrontato dieci giorni di navigazione
MONDO
12 ore
Se «Facebook non vuole più essere Facebook»
Il colosso social prepara la svolta. Ne parliamo con Eleonora Benecchi, docente di Culture digitali dell'USI.
NORDEST EUROPEO
21 ore
Rubinetti russi agli sgoccioli in una Moldavia sempre più europea
Tra le autorità moldave e la società russa fornitrice di gas Gazprom è scontro totale per un aumento dei prezzi
MONDO
1 gior
Niente più fame nel mondo? Basterebbe il 2% del patrimonio di Elon Musk
Il direttore del Programma alimentare mondiale delle Nazioni Unite invita i più ricchi del pianeta a «farsi avanti»
STATI UNITI
1 gior
Di cosa è morto Brian Laundrie? L'autopsia non dà una risposta
La vicenda dei due giovani continua a far parlare di sé, e sono ancora molte le domande senza risposta
FOTO
ITALIA
1 gior
Perché un ciclone ha investito la Sicilia: «Il Mediterraneo è sempre più tropicale»
Cosa si pensa che ci sia dietro al nubifragio che ha devastato Catania e che potrebbe protrarsi fino al fine settimana
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile