Keystone
NIGERIA
29.11.20 - 15:570
Aggiornamento : 16:29

Almeno 43 contadini sgozzati da miliziani islamisti

Il bilancio del massacro potrebbe arrivare a 70 vittime. Il presidente nigeriano: «Omicidi insensati».

Il governatore del Borno: «La nostra gente deve decidere tra restare a casa e finire magari per morire di fame o andare nei campi e rischiare di essere uccisa dagli insorti».

MAIDUGURI - Almeno 43 persone sono state uccise da miliziani islamisti in un attacco iniziato sabato mattina in una risaia a una decina di chilometri da Maiduguri, capitale dello Stato nigeriano a maggioranza islamica del Borno. Le vittime erano degli agricoltori.

Come confermato ad Africanews da Babakura Kolo, responsabile di un gruppo pro-governativo locale, tutte le vittime finora rinvenute sono state sgozzate. Una trentina di loro è stata anche decapitata, riferisce Reuters, che segnala come il bilancio dei morti potrebbe salire a 70. Nell'area, infatti, molte persone risultano al momento scomparse.

Come riporta l'AFP, a perdere la vita sono stati dei braccianti giunti nel Borno dallo Stato del Sokoto, a circa mille chilometri da Maiduguri e anch'esso a maggioranza islamica. «La nostra gente è in una situazione molto difficile, costretta tra due estremi - ha dichiarato il governatore del Borno, Babagana Zulum -: da un lato, se restano a casa potrebbero morire di fame; dall'altro, vanno nei campi e rischiano di essere uccisi dagli insorti. È molto triste». 

Il presidente della Nigeria, Muhammadu Buhari, ha condannato «l'omicidio, per mano di terroristi, di questi contadini consacrati al loro lavoro»: «L'intero Paese è stato ferito da queste uccisioni insensate», ha sottolineato.

Il massacro ha avuto luogo in occasione delle elezioni amministrative locali, le prime dall'inizio dell'insurrezione jihadista. Venivano rimandate dal 2008. 

Benché nessuno abbia ancora rivendicato l'attentato, tutto lascia pensare che dietro ci sia il principale gruppo islamista del nord-est della Nigeria. «È senza dubbio opera di Boko Haram, che opera nella regione e attacca frequentemente gli agricoltori», assicura Babakura Kolo.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
AFGHANISTAN
1 ora
A otto anni con l'ombra della fame: «A volte dormo senza aver mangiato»
La testimonianza di una famiglia di Kabul, sentita da Save The Children: «Tutto è diventato costoso».
ARABIA SAUDITA
3 ore
Mohammed bin Salman suggerì di uccidere re Abdullah?
Lo ha dichiarato un ex alto funzionario dell'intelligence saudita alla trasmissione 60 Minutes
REGNO UNITO
6 ore
La talpa ed i "Facebook Papers", il social vede sempre più buio
Dopo il suo esposto negli Stati Uniti, l'ex dipendente ha oggi raggiunto anche i legislatori britannici
GERMANIA
8 ore
Sposò la causa dell'ISIS, condannata a dieci anni di carcere
La donna, oltre a far parte del gruppo estremista, avrebbe assistito senza agire all'omicidio di una bambina
ISRAELE
9 ore
Eitan dovrà tornare in Italia
La decisione di oggi del tribunale di Tel Aviv ha dato ragione alla zia paterna, ma il ricorso è molto probabile
MONDO
10 ore
Plastica: Coca-Cola e Pepsi sono i più grandi inquinatori al mondo
Terzo posto per Unilever, sponsor principale del vertice sul clima COP26, quarto posto per la svizzera Nestlé
SUDAN
12 ore
Premier in manette, scontri, fiamme e feriti. Cosa sta succedendo in Sudan?
Il paese africano si stava dirigendo verso un'elezione democratica, che è messa ora in pericolo dall'esercito
STATI UNITI
14 ore
Cosa è successo quel giorno sul set di “Rust”
Tanta maretta nella troupe, un aiuto regista superficiale e molto stress dietro a quelle riprese finite in tragedia
STATI UNITI
18 ore
Ripulire le strade "razziste", il sogno americano di Alex
Si punta il dito perfino contro le vie dedicate a Cristoforo Colombo
ITALIA
1 gior
Dallo sballo allo stupro, Ghb la droga che dilaga
Disinibire ma anche sedare fino quasi al coma, perché questo stupefacente non è mai stato così popolare
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile