keystone-sda.ch / STF (Evan Vucci)
Donald Trump con Michael Flynn
STATI UNITI
26.11.20 - 07:400
Aggiornamento : 09:02

Alla fine Trump ha graziato Michael Flynn, il prossimo sarà Bannon?

L'amnistia al suo ex-consigliere, condannato durante il Russiagate, potrebbe essere la prima di una lunga serie

WASHINGTON D.C. - Con una mossa tipica dei presidenti a fine mandato, Donald Trump ha concesso la grazia piena al generale Michael Flynn, il suo ex consigliere per la sicurezza nazionale rimasto coinvolto nel Russiagate.

Una mossa nell'aria da giorni e che arriva alla vigilia della festa del Ringraziamento, dopo che martedì il presidente uscente aveva dato la grazia a un tacchino celebrando la ricorrenza alla Casa Bianca senza rispondere se la avrebbe concessa anche a se stesso o ad altri suoi amici e collaboratori.

 

L'allora consigliere per la sicurezza nazionale era finito nei guai quattro anni fa per aver negato i suoi contatti con l'ambasciatore russo Serghiei Kisliak, al quale aveva chiesto di evitare escalation dopo le sanzioni del governo Obama contro le interferenze di Mosca nelle elezioni.

Quella di Flynn potrebbe essere solo la prima di una serie di provvedimenti di clemenza di fine mandato. Secondo i media Usa, ora nella lista dei possibili beneficiari ci sono Paul Manafort, ex capo della campagna di Trump condannato a sette anni e mezzo per ostruzione della giustizia e violazione delle leggi finanziarie e sull'attività di lobby; il suo ex vice Rick Gates e l'ex consigliere della stessa campagna George Papadopoulos, entrambi condannati nel Russiagate.

In lizza anche l'ex stratega della Casa Bianca Steve Bannon, incriminato in agosto per truffa nella raccolta di fondi per il muro al confine col Messico.

 

Trump potrà graziare anche sé stesso?

Qualcuno si chiede se Trump grazierà anche se stesso per sfuggire a una mezza dozzina d'inchieste. Secondo gli esperti legali, il presidente non può graziare se stesso e avrebbe solo due possibilità per eludere la giustizia.

La prima è usare il 25/mo emendamento, dichiararsi temporaneamente inabile, far diventare presidente Mike Pence e farsi graziare da lui, sempre che il suo vice sia disposto a farlo.

La seconda è ottenere la grazia dal Congresso ma, dati i rapporti al vetriolo con la speaker della Camera Nancy Pelosi, sembra un'ipotesi da escludere. Inoltre resterebbe il problema dei reati statali su cui indaga la procura New York: la grazia presidenziale copre solo quelli federali.

 

 

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
48 min
Google taglierà i contributi a chi non ha certificato la vittoria di Biden
L'iniziale sospensione temporanea è diventata così definitiva
UNIONE EUROPEA
2 ore
AstraZeneca in affanno con le dosi, e l'UE minaccia lo stop all'export di vaccini
Bruxelles ai ferri corti con la farmaceutica (e sotto pressione) pensa a un blocco, che potrebbe valere anche per Pfizer
VIDEO
ITALIA
3 ore
Giuseppe Conte si è dimesso
Il premier ha rimesso l'incarico nelle mani del Presidente della Repubblica Mattarella.
MONDO
3 ore
Scoperta una falla in TikTok
«Consente di bypassare le protezioni sulla privacy create per difendere gli utenti dell'app» spiegano alcuni ricercatori
MONDO
4 ore
«Dobbiamo contenere il potere immenso delle grandi aziende digitali»
La presidente della Commissione Ue von der Leyen chiedono sia trasparenza sugli algoritmi e sui contenuti
GERMANIA
4 ore
Diversi accoltellati a Francoforte
«Il pericolo è cessato» scrive la polizia sui social, ma ci sarebbero tre feriti in condizioni molto gravi
GERMANIA
6 ore
AstraZeneca, il dato sulla scarsa efficacia del vaccino per gli over-65 «è sbagliato»
In Gran Bretagna questa fascia della popolazione è stata vaccinata senza aggiustamento della dose
ITALIA
8 ore
Conte si dimette: un addio o un arrivederci?
Il "premier" italiano salirà questa mattina al Colle. E dopo cosa accade? Ecco gli scenari
ITALIA/SVIZZERA
9 ore
Le sfide mortali che mettono sotto accusa TikTok
Dalla bimba morta per asfissia a Palermo ai ragazzi che si tuffano da una cabinovia sulle nevi grigionesi
MONDO
10 ore
Oltre 475mila morti in 20 anni a causa degli eventi climatici estremi
Le nazioni più fragili stanno ricevendo molto meno rispetto a quanto previsto dall'accordo di Parigi del 2015
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile