Immobili
Veicoli
Keystone
FRANCIA
14.11.20 - 13:290

In Francia la protesta dei cattolici contro il divieto di messa

Il ministro dell'interno: «Non esisterò a mandare polizia e gendarmi»

Nel frattempo i ristoratori intendono presentare ricorso contro la decisione di chiudere le attività per il lockdown

PARIGI - Continuano in Francia le proteste di parte del mondo cattolico contro il divieto che - nel periodo di lockdown - proibisce i raduni e, di conseguenza, anche le messe.

Numerose sono state negli ultimi giorni le riunioni di fedeli, anche diverse centinaia, fuori dalle chiese di Parigi, Nantes, Bordeaux e altre città. In alcuni casi, i sacerdoti sono usciti dalle chiese e hanno celebrato messe o alcune parti della funzione.

Il ministro dell'Interno, Gérald Darmanin, ha avvertito che non esiterà a «inviare poliziotti e gendarmi a fare multe» nel caso di «azioni ripetute» dei cattolici, durante il fine settimana, per la ripresa delle messe.

«La libertà di culto - ha proseguito il ministro - è certamente importante, abbiamo lasciato aperti i luoghi di culto. Ma la vita è più importante di tutto e la vita è lottare contro il coronavirus».

I cattolici hanno previsto diverse manifestazioni, due in particolare a Parigi, davanti alla chiesa di Saint-Sulpice, e a Nantes, dove 500 fedeli si erano riuniti la settimana scorsa.

Ristoratori pronti a fare ricorso - Nel frattempo in Francia c'è malcontento anche da parte dei ristoratori, che hanno ora intenzione di ricorrere in tribunale contro la decisione del governo di chiudere i loro locali per il lockdown, secondo quanto annunciato oggi dall'Umih, il principale sindacato della categoria.

Secondo il sindacato, il ricorso citerà la «violazione del principio di eguaglianza» e sarà pronto «entro il 20 novembre». Il primo ministro Jean Castex, nel suo discorso di giovedì, ha annunciato che dal 1 dicembre, fine del confinamento generale, soltanto i negozi considerati «non essenziali» potranno riaprire, ma non i bar e i ristoranti.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
1 ora
Il ritorno di Trump: «Riprendiamoci l'America»
Durante un comizio in Arizona ha rispolverato tutti i suoi argomenti da campagna elettorale
STATI UNITI
2 ore
Ostaggi salvi, morto il sequestratore
È finito l'incubo nella sinagoga di Colleyville in Texas. Le forze speciali sono entrate in azione
TONGA
14 ore
Eruzione sottomarina, onde alte più di un metro raggiungono il Giappone
Piccole inondazioni si sono verificate anche alle Hawaii, e le spiagge sono state chiuse
LIVE CORONAVIRUS
18 ore
«Bisogna concentrarsi sulla variante Delta, che determina casi più gravi»
«La variante Delta è ancora presente e se andassimo ad un livello di contagio più alto rappresenterebbe un problema»
TONGA
22 ore
Potente eruzione sottomarina, uno tsunami colpisce Tonga
Si segnalano già onde alte oltre un metro che s'infrangono sulle case della capitale, Nuku'alofa
AUSTRALIA
1 gior
Nole è di nuovo in detenzione
Lo fanno sapere i suoi avvocati. Oggi per Djokovic sarà il giorno della verità?
AUSTRALIA
1 gior
Nole espulso: «Maltrattato un intero Paese»
Il campione serbo ha un piede e mezzo fuori dal primo Slam stagionale dopo che l'Australia gli ha ancora tolto il visto.
STATI UNITI
1 gior
Netflix vuole colonizzare l'Asia
Il successo di Squid Game potrebbe fungere da cavallo di Troia: «L'obiettivo è arrivare a mezzo miliardo di utenti».
ITALIA / UNIONE EUROPEA
1 gior
La corsa di Omicron lanciata verso l'apice della curva
La variante ha fatto registrare oltre 3 milioni di casi globali sia ieri che mercoledì. Non era mai accaduto prima.
UCRAINA
1 gior
L'Ucraina vittima di un attacco informatico
I primi sospetti sono stati rivolti alla Russia. Nessuna fuga di dati personali sarebbe avvenuta
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile