Keystone - foto d'archivio
STATI UNITI
10.11.20 - 22:140

«La transizione è in corso, nulla ci fermerà»

Il rifiuto di Trump di concedere la vittoria non ferma Biden, che lo definisce però «imbarazzante».

Il democratico: «Signor presidente non vedo l'ora di parlare con lei».

WASHINGTON - «Stiamo iniziando la transizione, è già in corso. Nulla ci può fermare»: così il presidente eletto degli Stati Uniti Joe Biden ha risposto a chi gli chiedeva di commentare il fatto che Donald Trump non abbia ancora riconosciuto la sua vittoria.

«Il rifiuto di Donald Trump di concedere la vittoria è imbarazzante, un imbarazzo per l'intero paese», ha sostenuto Biden. «Signor presidente non vedo l'ora di parlare con lei», ha aggiunto rivolgendosi a Trump. I due, a una settimana dall'Election Day, non si sono ancora sentiti e non hanno avuto alcun tipo di contatto.

Tuttavia «il rifiuto di Donald Trump di concedere la vittoria non ha molte conseguenze. Sulla strada della transizione - ha detto - possiamo andare avanti senza fondi e senza briefing». «Non vedo la necessità di azioni legali per assicurare la transizione», ha aggiunto il presidente eletto.

Quanto all'Obamacare, Biden ha affermato che «la sanità non è un tema di parte, ma i repubblicani l'hanno ideologizzato, col rischio di strappare la copertura sanitaria a milioni e milioni di americani». Ha quindi messo in guardia dai rischi di abolirla nel pieno di una pandemia che ha colpito oltre 10 milioni di americani.

«L'Obamacare ha salvato molte vite umane e salvato milioni di famiglie dalla rovina finanziaria», ha aggiunto Biden, ribadendo che dal 20 gennaio, giorno dell'insediamento alla Casa Bianca, uno dei suoi primi obiettivi sarà quello di estendere e migliorare la riforma: «È la mia promessa».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
9 ore
Bin Salman autorizzò il blitz per uccidere Khashoggi
È questo in sostanza il contenuto del rapporto dell'intelligence Usa diffuso questa sera
ITALIA
9 ore
La Lombardia da lunedì si tinge d'arancione
Aumenta il tasso di positività. Le province più colpite sono quelle di Milano, Brescia e Monza e Brianza
REGNO UNITO
11 ore
A 15 anni fuggì in Sira per unirsi allo Stato Islamico, ora non può più tornare a casa
La decisione della Corte Suprema britannica condanna una giovane sposa dell'Isis a un destino da apolide
GERMANIA
11 ore
Le famose calzature Birkenstock sono state rilevate da LVMH
L'affare si aggira attorno ai 4 miliardi di euro. L'intenzione è quella di espandersi anche in Asia
ITALIA
14 ore
Monitoraggio: Lombardia e altre quattro regioni ad «alto rischio»
Regioni italiane confinanti con il Ticino verso l'arancione, confermano i dati. Livello di rischio in peggioramento.
ITALIA
16 ore
«La terza ondata ha inizio»: l'Italia si tinge di rosso e arancione
Due regioni si apprestano a entrare in massima allerta. Sei potrebbero diventare arancioni. Una, la Sardegna, bianca.
STATI UNITI
19 ore
Attacchi in Siria: quando Biden e la sua portavoce criticavano Trump
Dopo il raid nella notte, emergono tweet che fanno indignare anche i sostenitori del neopresidente.
SIRIA
21 ore
Il primo attacco missilistico dell'era Biden, è in Siria e ha causato almeno 17 morti
Si tratta di una rappresaglia e ha colpito una base di miliziani sostenuti dall'Iran
FOCUS
21 ore
Andrea, 22 anni. Segni particolari: neonazista
È nemico dei neri. È negazionista. Diffondeva via web documenti in cui incitava l'eliminazione degli ebrei
PAKISTAN
22 ore
In Pakistan si produce troppa energia elettrica (ed è un problema)
Per la maggior parte proviene da centrali a carbone, i costi (non solo ambientali) sono molto alti.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile