Depositphotos (IgorVetushko)
Uno studio britannico mostra che gli anticorpi, in chi ha avuto il coronavirus, decadono rapidamente.
REGNO UNITO
27.10.20 - 10:010
Aggiornamento : 11:46

Gli anticorpi decadono troppo in fretta: addio immunità di gregge

I test sono stati condotti per tre mesi in Inghilterra, al termine del lockdown, su un campione di 365 soggetti

LONDRA - Una ricerca condotta dall'Imperial College di Londra con Ipsos Mori infrange la speranza che, un giorno, la popolazione globale possa sconfiggere il coronavirus raggiungendo l'immunità di gregge.

Test condotti su un campione di oltre 365mila persone in Inghilterra hanno mostrato che gli anticorpi svaniscono con il passare del tempo. In soli tre mesi - al momento della fine del lockdown, tra la fine di giugno e l'inizio di luglio - il numero di persone con una risposta immunitaria sul totale dei soggetti preso in considerazione è sceso da poco meno del 6% al 4,4%, con un calo percentuale del 26,5%.

La tendenza è stata osservata, spiegano i ricercatori, in tutte le fasce d'età e di popolazione. Si è notato inoltre che gli anziani perdono gli anticorpi più velocemente: lo studio ha mostrato un calo del 39% tra gli over 75, contro una diminuzione del 14,9% tra i 18-24enni nello stesso periodo di tempo. Alcuni gruppi però hanno mostrato di avere livelli di anticorpi più elevati, in particolare giovani, operatori sanitari, varie minoranze etniche e le comunità asiatiche e nere britanniche. La ragione, secondo l'Imperial College, è una esposizione maggiore o ripetuta al virus. «Il nostro studio mostra che c'è una riduzione nel tempo della proporzione di persone che sono testate positive per gli anticorpi» ha spiegato l'autore dello studio, il professor Paul Elliott. «Non è chiaro quale sia il livello di anticorpi e quanto a lungo duri l'immunizzazione».

Un'altra conclusione che fanno gli scienziati è che il rischio di re-infezione è concreto e possibile. Oltre all'impossibilità di raggiungere l'immunità di gregge: «Se pensi che 95 su 100 persone siano ancora suscettibili di ammalarsi, capisci che si è molto molto lontani da qualcosa che assomigli a un livello di protezione della popolazione» ha spiegato la ricercatrice Helen Ward. «Non è qualcosa che puoi usare come strategia per il controllo del contagio nella popolazione».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
LUGANO
34 min
Il peso delle parole quando si parla di violenza sulle donne
Quanto sono sensibili i mass media nell'utilizzare i termini appropriati senza finire per ferire le vittime?
ITALIA
7 ore
Il lockdown totale «non ha più senso»
La posizione del professor Ranieri Guerra dell'Oms sull'evoluzione della seconda ondata, in Italia e in Europa
ITALIA
13 ore
Covid, l'Italia supera i 50mila decessi
Le vittime nelle ultime 24 ore sono state 630. Quasi 23mila i nuovi contagi
STATI UNITI
14 ore
Covid nei bambini? Solo il 4% dei test è positivo
Lo rivela uno studio su vasta scala pubblicato dalla rivista JAMA Pediatrics
STATI UNITI
15 ore
Trump vorrebbe un'alleanza anti cinese
Lo riferisce il Wall Street Journal. L'intesa informale sarebbe volta a contrastare le pressioni commerciali di Pechino.
ITALIA
16 ore
Italia verso un inverno senza discese sulla neve, ma le regioni non ci stanno
La Lombardia: «Mentre si scierà in Svizzera, in Austria e in Francia secondo il Governo qui dovrà essere tutto chiuso».
MONDO
17 ore
Il Covid non ha pulito l'aria
Gas serra e polveri sottili continuano ad aumentare, al contrario di come inizialmente si era sperato
ITALIA
18 ore
Vigili urbani fanno sesso nell'auto di servizio
La coppia ha però dimenticato di spegnere la radio e la centrale ha sentito tutto. Ora i due sono sotto inchiesta
REGNO UNITO
19 ore
200 milioni di dosi del vaccino Oxford-AstraZeneca pronte per la fine dell'anno
I 20 centri di produzione sparsi per il mondo ne potranno sfornare fino a 200 milioni al mese
ITALIA
19 ore
Quei milioni di italiani messi in ginocchio dal coronavirus
Incertezza, buste paghe magre o svanite nel nulla, il triste bilancio al di là del Covid-19
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile