Depositphotos (IgorVetushko)
Uno studio britannico mostra che gli anticorpi, in chi ha avuto il coronavirus, decadono rapidamente.
REGNO UNITO
27.10.20 - 10:010
Aggiornamento : 11:46

Gli anticorpi decadono troppo in fretta: addio immunità di gregge

I test sono stati condotti per tre mesi in Inghilterra, al termine del lockdown, su un campione di 365 soggetti

LONDRA - Una ricerca condotta dall'Imperial College di Londra con Ipsos Mori infrange la speranza che, un giorno, la popolazione globale possa sconfiggere il coronavirus raggiungendo l'immunità di gregge.

Test condotti su un campione di oltre 365mila persone in Inghilterra hanno mostrato che gli anticorpi svaniscono con il passare del tempo. In soli tre mesi - al momento della fine del lockdown, tra la fine di giugno e l'inizio di luglio - il numero di persone con una risposta immunitaria sul totale dei soggetti preso in considerazione è sceso da poco meno del 6% al 4,4%, con un calo percentuale del 26,5%.

La tendenza è stata osservata, spiegano i ricercatori, in tutte le fasce d'età e di popolazione. Si è notato inoltre che gli anziani perdono gli anticorpi più velocemente: lo studio ha mostrato un calo del 39% tra gli over 75, contro una diminuzione del 14,9% tra i 18-24enni nello stesso periodo di tempo. Alcuni gruppi però hanno mostrato di avere livelli di anticorpi più elevati, in particolare giovani, operatori sanitari, varie minoranze etniche e le comunità asiatiche e nere britanniche. La ragione, secondo l'Imperial College, è una esposizione maggiore o ripetuta al virus. «Il nostro studio mostra che c'è una riduzione nel tempo della proporzione di persone che sono testate positive per gli anticorpi» ha spiegato l'autore dello studio, il professor Paul Elliott. «Non è chiaro quale sia il livello di anticorpi e quanto a lungo duri l'immunizzazione».

Un'altra conclusione che fanno gli scienziati è che il rischio di re-infezione è concreto e possibile. Oltre all'impossibilità di raggiungere l'immunità di gregge: «Se pensi che 95 su 100 persone siano ancora suscettibili di ammalarsi, capisci che si è molto molto lontani da qualcosa che assomigli a un livello di protezione della popolazione» ha spiegato la ricercatrice Helen Ward. «Non è qualcosa che puoi usare come strategia per il controllo del contagio nella popolazione».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
FOTO
LITUANIA
39 min
Come mai in Lituania in questi mesi sta arrivando un incredibile numero di migranti
Da 70 all'anno a 2'700 in un mese, il perché di una crisi che per Vilnius (e l'UE) è tutta colpa della Bielorussia
FOTO
GIAPPONE
7 ore
La velocista bielorussa che è scappata dal suo team e ha cercato asilo politico
La 24enne aveva criticato sui social lo staff (parlando anche di doping) e stava per essere rimpatriata in via coatta.
MONDO
8 ore
Il bikini della discordia
Sportive e abbigliamento succinto: ora c'è chi dice no
ITALIA
22 ore
Pescara in fiamme, bagnanti in fuga dalle spiagge
Il forte vento alimenta il rogo, centinaia di persone evacuate
FOTO
FRANCIA / GERMANIA
1 gior
Un fine settimana di manifestazioni contro l'obbligo vaccinale
76 gli arresti sabato in Francia, oggi a Berlino tensione tra dimostranti e polizia
ITALIA
1 gior
Oltre 800 incendi nel fine settimana italiano
Per contrastare le fiamme in Sicilia sono al momento impegnati 806 uomini
STATI UNITI
1 gior
«I CDC hanno perso credibilità»
Il cambio di rotta dell'organo sanitario ha riacceso un forte dibattito, soprattutto in Georgia, Texas e Florida
GRECIA
1 gior
Otto feriti e venti case distrutte
Cinque villaggi evacuati nella regione di Patrasso, in Grecia. Le fiamme continuano ad avanzare
LE IMMAGINI
EUROPA
1 gior
Dove non piove, brucia: fiamme in Turchia, Grecia, Italia
L'Europa mediterranea nella stretta dei roghi: le alte temperature non danno tregua ai pompieri.
ITALIA
1 gior
Balzo dei contagi negli uomini under 40: «È l'effetto Europei»
È l'analisi contenuta nell'ultimo rapporto di aggiornamento Epidemia COVID-19 dell'Istituto superiore di sanità
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile